Pozzuoli, TIC. Giacobbe accusa Figliolia

E sulla questione TIC interviene il consigliere regionale nonché presidente della commissione consiliare trasporti Giacobbe che accusa apertamente il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia di quanto sta accadendo. Giacobbe afferma infatti che quando lo scorso aprile si decise di rivedere i costi dei biglietti passando ad un sistema tariffario su base kilometrica che avrebbe significato un biglietto più equo su base regionale ma avrebbe fatto lievitare i costi per alcuni comuni, si decise di discutere il tema ad un tavolo di confronto invitando i comuni interessati a partecipare. Pozzuoli a quell’incontro non partecipò precludendosi la possibilità di dire la propria sul rincaro notevole del ticket di viaggio. Arrivando addirittura ad ipotizzare che l’assenza del primo cittadino sia da interpretare come un’azione strategica finalizzata, scrive il consigliere, a “garantirsi una maggiore visibilità quando la rabbia,dei cittadini fosse montata” Giacobbe annuncia  di aver parlato con l’assessore ai trasporti pubblici sergio vetrella annunciandogli l’intenzione di chiedere ufficialmente alla Regione di rivedere quella specifica tariffa. D’altro canto Giacobbe difende in parte il nuovo sistema tariffario che tiene conto soprattutto dei pendolari che con gli abbonamenti vanno a risparmiare ed inoltre anticipa che l’aumento consentirà di apportare importanti migliorie al servizio. Giacobbe conclude sostenendo. Giacobbe poi conclude “da Consigliere Regionale sto continuando a fare il Sindaco, su tante questioni per supplire all’assenza mortificante di questa amministrazione, e per evitare ai cittadini di subire le conseguenze di tanta incapacità.