QUARTO; NUOVO FURTO AL PLESSO “AZZURRA”. A DISTANZA DI UN ANNO RUBATI NOVE PC

zinno.mpg_000022956Nella notte tra sabato e domenica, la scuola primaria afferente al primo circolo didattico di Quarto è stato vittima del furto di nove computer dalle aule e dalla sala informatica. A scoprire il fatto stamattina il custode che per primo, entrando nella scuola si è accorto di quanto era successo. Sul fatto indaga la locale tenenza dei carabinieir guidata dal maresciallo Flore. Ciò che maggiormente amareggia è che nell’ottobre del 2011 la scuola fu già vittima di un furto che avvenne con le stesse modalità. Anche allora furono divelte le finestre dalle quali poi i malviventi entrarono nell’edificio sottraendo alla scuola undici computer appena acquistati. allora però il fatto ebbe un lieto fine. L’allora dirigente scolastico, la dottoressa Zinno ebbe infatti la gioia di tornare in possesso dei computre dopo appena due settimane dal furto. Il bottino fu ritrovato in un’abitazione del rione 219 a Quarto e riconsegnato dai carabinieri della locale tenenza alla scuola. Si spera che anche questa volta i carabinieir risescano a riconsegnare ai giovani studenti il maltolto. “E’ un atto vile e deplorevole, ha commentato il dirigente scolastico Antonio Caggiano, Gli alunni necessitano di questo materiale informatico che la scuola, considerato il budget di cui dispone, non può permettersi di ricomprare. Rubare in una scuola, continua Caggiano, è come rubare due volte. i computer contenevano programmi didattici e schede formative il cui furto ha certamente compromesso il normale svolgimento delle attività didattiche”.

il ripetersi dell’evento a distanza di poco più di un anno riapre la polemica sulla totale assenza di sistemi di videosorveglianza o di altri sistemi di dissuasione, che impediscano ai malviventi, che siano ladri o semplici vandali, di agire indisturbati nei confronti di luoghi così esposti.