POZZUOLI, PRESO ANCORA DI MIRA IL MONUMENTO AI CADUTI. DUE I DENUNCIATI PER DANNEGGIAMENTO AGGRAVATO.

Preso di mira ancora una volta il monumento ai caduti di corso matteotti a Pozzuoli, questa volta però i teppisti non sono riusciti a farla franca. È successo la scorsa notte a sole 48 ore dall’ultimo atto vandalico ai danni del monumento appena ristrutturato, durante il quale fu sottratto uno dei faretti che illuminano la lapide. Questa volta gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Pozzuoli diretti dal Vice Questore Michele Cante hanno colto due giovani in procinto di imbrattare la lapide con vernice spray. Gli agenti in servizio di controllo del territorio con particolare riguardo proprio alla prevenzione di atti di vandalismo ai danni di beni culturali e storici visti i numerosi precedenti, nel percorrere il corso Matteotti, hanno notato un giovane che aveva appena scavalcato la recinzione posta a protezione del “Monumento ai caduti” ed era intento a spruzzare della vernice rossa sui faretti che illuminano il monumento. Prima che potesse accadere il peggio i poliziotti sono intervenuti bloccando il vandalo ed un complice che faceva da palo fermo in auto e che aveva tentato di avvisarlo suonando il clacson. I due 23enni sono stati denunciati in stato di libertà per danneggiamento aggravato. Agli agenti è giunto il plauso del sindaco di pozzuoli che ha anche ricordato ai cittadini di richiedere l’immediato intervento delle forze dell’ordine quando si notano persone sospette o strani movimenti vicino ai monumenti.