POZZUOLI: I PROVENTI DELLE MULTE PER MIGLIORARE IL SERVIZIO DI POLIZIA MUNICIPALE

La giunta comunale di Pozzuoli ha approvato una delibera (la numero 54) con la quale ha provveduto ad iscrivere nel bilancio comunale un apposito capitolo, in entrata e uscita, per utilizzare i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni al Codice della Strada. In particolare, le somme saranno così destinate: 112mila e 500 euro saranno utilizzati per interventi di sostituzione, ammodernamento e manutenzione della segnaletica stradale; 112mila e 500 euro per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale anche attraverso l’acquisto di automezzi e attrezzature del corpo dei vigili urbani; 202mila e 500 complessivi per il miglioramento della sicurezza relativamente alle manutenzioni delle strade di proprietà dell’ente e per le assunzioni stagionali a progetto nelle forme dei contratti a tempo determinato e a forme flessibili di lavoro e per il finanziamento delle ore di lavoro straordinario degli agenti del corpo della polizia municipale.
Il potenziamento dei controlli in strada avverrà secondo questo piano di lavoro: lunedì, martedì, mercoledì e giovedì i vigili urbani saranno in servizio fino a mezzanotte; venerdì fino alle 3; sabato fino alle 4; domenica fino all’1.
«Il nuovo piano di lavoro della polizia municipale è stato improntato sui principi dell’efficienza qualitativa e quantitativa, in linea con le esigenze di un territorio caratterizzato dalla movida – sottolinea il sindacoVincenzo Figliolia – La nostra città è divenuta da anni il punto di riferimento in particolare dei giovani di tutto il comprensorio flegreo, dei Comuni limitrofi e della zona vesuviana. Luogo di movida soprattutto nelle notti estive e nei week-end. Un vero e proprio assalto che impone l’impiego di un adeguato numero di pattuglie della polizia municipale, anche oltre l’orario ordinario, per dedicare maggiore attenzione ai punti nevralgici della città, senza mettere a rischio la stessa sicurezza degli operatori con la certezza di poter intervenire prontamente, nel verificarsi di possibili situazioni di emergenza microcriminale».

I vigili urbani potranno aderire ai nuovi turni notturni di lavoro su base volontaria, previa conferma per iscritto.