NAPOLI, MANCA CARBURANTE. AUTOBUS FERMI AL DEPOSITO

101058384-38f3c4bd-8462-49e9-9da0-431be7f23da9Persone in attesa alle fermate degli autobus e strade completamente ostruite dal traffico. Una città in pieno caos. Questo è quanto si registrava ieri  pomeriggio a Napoli. La causa? La quasi totalità degli autobus dell’Anm sono rimasti nei depositi. Sono state garantite solo alcune corse in mattinata. Questa volta non è come si potrebbe pensare l’ennesima protesta dei dipendenti ma la mancanza di carburante. La società non ne fa un segreto e pubblica la notizia sui social network: «Il 30 mattina per mancanza di gasolio il servizio non sarà garantito». La scritta riportata su facebook e sul sito dell’anm. In realtà i mezzi sono rientrati nei depositi già nel tardo pomeriggio di ieri avendo terminato il carburante.
 Il blocco praticamente totale dei servizi è spiegato dalla società che precisa come «dei 600 autobus che circolavano fino a pochi anni fa (2009) oggi ne circolano meno di 350 perchè – sottolinea – tra tagli governativi e regionali, i contributi che Anm riceve per pagare stipendi, contributi, fare manutenzione di mezzi ed impianti, pagare le assicurazioni, comprare il gasolio etc, si sono ridotti del 40%».
Con questi tagli – scrive Anm sul proprio sito – è «ovvio che non è più possibile fare le cose che si facevano prima» per cui l’Azienda non è nella condizione di «assicurare più mezzi, manutenerli. Non è questione di volontà o capacità – sottolinea – è questione di possibilità».

Elena Bruno

Top