QUARTO: E’ SPACCATURA ALL’INTERNO DEL PD TRA FAVOREVOLI E CONTRARI ALLE PRIMARIE

Il tema primarie,  a Quarto non sembra essersi esaurito. Tutt’altro. Sulla scia del successo riscosso a livello nazionale, il dibattito sull’opportunità di far scegliere o meno ai propri elettori il prossimo candidato sindaco del PD quartese, il partito di centro-sinistra sembra essere diviso, tra chi vorrebbe le primarie e chi invece si dice scettico. A tal proposito è stato affisso per le strade cittadine un manifesto a firma di quella parte di democratici quartesi che ritengono le primarie  non soltanto un esercizio di democrazia diretta ma anche la chiave per evitare una probabile lacerazione in seno al partito. di seguito la lettera indirizzata al Segretario Provinciale del PD da Antonio Granato, 

Alla cortese attenzione del

Segretario Provinciale di Napoli del Partito Democratico

 

Gentile Gino,

mentre in tutta Italia si celebra il successo delle Primarie del PD e del centro-sinistra, il circolo del PD di Quarto ed il suo coordinatore, si ostinano a negare tale possibilità per la prossima tornata elettorale amministrativa che dovrebbe includere anche il suddetto comune di Quarto.

 Il condizionale è d’obbligo per le note vicende che tu conosci, compresa la presenza (al momento fino a febbraio) della commissione di accesso; ma mi domando se, in un momento così, dove la lungimiranza ed il coraggio del segretario Bersani, ha riposizionato il Partito Democratico saldamente in testa  nelle intenzioni di voto degli elettori italiani, e soprattutto ha scalfito quell’enorme sentimento, cavalcato dall’anti-politica, della presunzione degli “addetti ai lavori ” di decidere al posto dei cittadini, ti sembra sensato negare tale strumento di partecipazione, confronto e democrazia per selezionare la prossima coalizione e leader-ship del centro sinistra .

E’ di queste ore l’iniziativa, avallata e sostenuta anche da te, che in assenza di una variazione della legge elettorale che riporti in capo ai cittadini la facoltà di scegliersi i propri parlamentari, si facciano le primarie anche per la lista di deputati e senatori, di fatto non c’è istituzione o appuntamento elettorale in Italia che non sottoponga ai cittadini lo strumento della partecipazione e della scelta con le primarie, tra l’altro sancite nel nostro statuto per la selezione di ogni carica elettiva. Ed allora come può l’attuale coordinatore del PD di Quarto sostenere l’esatto contrario ed orchestrare un manipolo (alcuni di questi, nemmeno iscritti al ns. Partito) a sostegno della impossibilità di procedere a tale consultazione ?

Chiedo pertanto, a fronte delle ragioni sopra esposte, un tuo immediato intervento, volto a chiarire le posizioni del PD in materia, attraverso una manifestazione pubblica da tenersi a Quarto a strettissimo giro di tempo.

 Certo di una tua immediata attenzione, resto in attesa di tue

 Distinti Saluti

Antonio Granato

Eletto 4 volte consecutive consigliere comunale (2001-03-07-11)

Assessore dal 2007 al 2011

Primo degli eletti nel 2011

1 comments

Antonio Granato è il meno idoneo a guidare il comune di Quarto, il maggiore responsabile della difficile situazione economica del comune e della multiservizi. Non so con quale coraggio vuole candidarsi a sindaco. Dinacci potrebbe sperare, ma purtroppo elettoralmente è vuoto. Per questo motivo non vuole le primarie. Queste primarie del PD vorrei vederle, e con quale accordo? Le fanno solo loro o anche con una coalizione. La strada è ancora molto lunga, vedo litigi e rotture in arrivo. Bravi litigate, in questo modo non vincete. Siete grandi strateghi. Quali sono i programmi! Siamo alle solite! La storia non vi insegna niente! Se continuate in questo modo rimarrete soli. Dimostrate di fare fatti.

Comments are closed.