POZZUOLI,OSPEDALE LA SCHIANA: SOSPESI 4 DIPENDENTI PER 15 GIORNI

Sospesi per 15 giorni quattro dipendenti dell’ALS Napoli 2 Nord dopo aver partecipato ad una protesta sindacale. I quattro, due dei quali dirigenti sindacali della cgil, lo scorso 28 giugno organizzarono un sit-in negli uffici dirigenziali. Secondo le sigle sindacali, un presidio pacifico, per la direzione amministrativa si trattò invece di interruzione di pubblico servizio. Scoppia la polemica su quello che viene definito l’atteggiamento antisindacale del dirigente dell’ASL Giuseppe Ferraro, che dopo aver provveduto a far sgomberare i locali occupati, aveva avviato un procedimento disciplinare nei confronti dei 4 dipendenti.

Ma Ferraro replica alle accuse spiegando che la decisione è stata presa a seguito di comportamenti aggressivi ed intimidatori che i quattro avrebbero rivolto nei confronti del personale in servizio in quel momento.

Dal canto loro i sindacati paventano la possibilità di querelare il dirigente per mobbing e chiedere un risarcimento. Il provvedimento verso il quale i sindacati hanno naturalmente intenzione di fare ricorso, suona come una ritorsione nei confronti di una normale protesta sindacale. Non è il solo episodio a scatenare le contestazioni contro il direttore generale dell’ASL Napoli 2 Nord. A sottolineare l’atteggiamento antidemocratico della dirigenza anche alcuni operatori sanitari, ai quali è stato vietato di rilasciare dichiarazioni ai mezzi di informazione previa autorizzazione da parte della dirigenza. Lo stesso vale per l’organizzazione di eventi e convegni che rappresentino un’occasione di visibilità all’esterno di questioni interne all’azienda.

Top