QUARTO, LE DIMISSIONI DI 2 CONSIGLIERI COMUNALI DEL PDL

Oltre al già dimissionario consigliere Giovanni de Vivo dell’Udc, stamani si sono dimessi altri due consiglieri comunali appartenenti al Popolo della Libertà. Si tratta di Andrea Micillo e di Antonio Carandente Perreca.
Questa mia decisione, afferma il consigliere Perreca, è maturata vista la
situazione politica che si trascina dal momento successivo alle elezioni che
videro la vittoria del nostro candidato sindaco Massimo Carandente Giarrusso. A questo si aggiunga quello che è successo negli ultimi giorni culminata con la perquisizione domiciliare del sindaco, pur non essendo indagato e di cui ho la massima stima e fiducia. Voglio, conclude il consigliere Perreca, ringraziare tutti coloro che in questi tanti hanno riposto in me la loro fiducia, ma questa è stata la mia ultima esperienza politica. Da oggi
 in poi ritorno ad essere un semplice cittadino che chiede soltanto che la politica ritorni veramente ad essere al servizio del cittadino per il bene di tutta la comunità. 

10 Comments

  1. ANALISTA said:

    Allora ricapitoliamo:
    Giovannone devivo si è dimesso ma è sempre pronto a tornare alla politica attiva se i cittadini lo votano , ma se i cittadini lo votano , significa che Lui si è messo in una lista quindi a prescindere dei voti che prende vuole sempre stare nella politica attiva.

    Perreca , si è dimesso , e da quanto asserisce non vuole fare più poltica. vedremo.

    Micillo si è dimesso , ma non ha fatto dichiarazione nè per il presente nè per il futuro, Lui ha diffcoltà a farsi capire dalla gente.

    Giarrusso al momento è sindaco dimissionario , e , per confermare queste dimissioni aspettiamo amcora una decina di giorni.

    Tutto il resto della ciurma? tutto il centrosinistra+iverdi egli alcoliti di devivo?
    cosa stanno decidendo di rimanere a fare i loro affari o a mescolare le carte come il proprietario della Espeko che prima denuncia il sindaco di non colleggialità e poi chiede il reintegro dello stesso perchè se la china delle dimissioni prende piede anche Lui è costretto a fare i bagagli.
    Speriamo che si annulli completamente il consiglio comunale. così ci sarà un’altra bella campgna elettorale e si potranno mettere in moto i soliti galoppini, i soliti nullafacenti che approfittano sulle elezioni per lucrare qualche mese sugli sponsor diretti ed indiretti. insomma si muove un pò l’economia del paese, tanto i programmi chi li vede , la gente mica pensa ai programmi del paese, quello è affare dei soliti noti ,legati al doppio filo con la criminalità che cerca di sfruttare il vuoto politico per riciclare soldi sporchi sul territorio.
    Ma io spero che i giovani ed i cittadini onesti sappiamo contrastare questo andazzo e incominciano a dire NO! io non ti voto, anche all’amico al conoscente che promette i soliti favori per accellerare qualche pratica sporca come una licenza, un sussidio un favore insomma.

  2. matis said:

    Sono d’accordo in tutto quello che hai detto anche se qualche consigliere giovane e onesto ci sta ,ma non vedo il motivo perche’ sia il restante della maggioranza, che gravemente anche l’opposizione non si dimettono a questo punto non penso piu’ che il Sindaco ci ripensi sarebbe d’avvero clamoroso percio’ cosi il commissario viene prima e puo essere anche che potrebbe approvare qualcosa x il paese.

  3. parisegu said:

    Amici ve lo detto, hanno il culo incollato alla poltrona ma non hanno capito che tra pochi girni viene il commissario e li manda a casa. Si potevano sparambiare unafigura di merda ma vogliono essere cacciati, Wiva il commissario la nostra unica salvezza da questa banda di malandrini.

  4. corvo said:

    Chi li capisce è bravo! Giovannone si dimette senza avvertire nessuno,anzi pattuendo che nessuno avrebbe preso la parola in consiglio dopo Martusciello.
    Micillo si dimette,bravo,bene,ma perchè non lo ha fatto tre mesi fa?perreca,peccato era l’unica testya pensante del centrodestra.Amirante minaccia di dimettersi ma aspetta gli ordini del sindaco:Bravo Martusciello,Esposito Luigi frastornato,mom sa che pesci prendere,sa che i suoi non lo seguiranno.Il buon Carputo dovrebbe dimettersi,ma non ne vuol sapere,Cerlino non ha fatto male a una mosca,Apa è parte lesa in usura,qualcuno mi spiega che significa?Di altri pronti a dimettersi per permettere a sua MAESTà DI PENSARCI,non mi viene in mente nessun altro,ma anche io credo che la città abbia bisogno di Massimo carandente Giarrusso,seduto dietro una scrivania a staccare polizze per i cittadini di Quarto:questo è il suo mestiere…….

  5. Scocciato said:

    Perreca l’unica “testa pensante”, spero che stai scherzando!!!! uno che stà in politica da 20 anni senza produrre nulla!!!!!

  6. corvo said:

    testa pensante,caro SCOCCIATO perchè ha pensato l’unica cosa che c’era da pensare,cioè dimettersi ammettendo il fallimento della vecchia classe politica,anche se guidata da un BAMBOCCIONE.

  7. parisegu said:

    Si è dimesso anche Fariello, ma gli altri chi aspettano la gloria dal cielo? E forza, fate gli uomini che non e difficile… tanto non c’e più niente da mangiare…

  8. matis said:

    Mi dispiace ma io non riesco ancora a capire se si e dimesso pure fariello ma perche’ non si dimettono tutti vogliono il gettone fino alla fine, lo dico a consiglieri di sinistra siete veramente assurdi dimetteteviiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    subito se no vi bruciate tutti chi vi votera’ se aspettate che vi cacciera’ il commissario,Secone e pure sei stato Sindaco,tiseo,date l’esempio se no x la gente siete gente attaccate alla poltrona speriamo che ascoltate un nostro consiglio.

  9. Quartomondo said:

    Per i più distratti e per le chiaviche umane e in malafede che scrivono qui, ricordo che i “politici” del paesazzo fetente, si sono rifiutati di donare un solo gettone di presenza, a favore delle popolazioni sofferenti per il sisma che ha colipito l’Emilia Romagna. Tanto per non dimenticarci di chi cazzo state scrivendo…

Comments are closed.

Top