QUARTO, DIMISSIONI SINDACO GIARRUSSO: SI ESPRIME L’EX CAPOGRUPPO DEL PDL LUIGI ESPOSITO

Durissima la presa di posizione del consigliere Luigi Esposito, ex capogruppo del PDL, alla notizia delle dimissioni di Giarrusso che in una nota inviataci nel pomeriggio riferisce quanto segue:

Esprimo la mia solidarietà al Sindaco per la scelta fatta per motivi personali. Ma le dimissioni avanzate all’insaputa dei consiglieri di maggioranza impongono una profonda riflessione. In un momento politico- amministrativo così delicato, le dimissioni del primo cittadino non possono essere condivisibili. Si parla ancora di Discarica , il pericolo non e’ stato ancora scongiurato, l’ufficio tecnico in pieno caos, ed e’ ingiusto che il nostro paese rimanga senza Governo. Ora era il momento di mostrare avere coraggio , di scegliere una squadra di persone competenti e dimostrare che Quarto possa voltare pagina e diventare nuovamente un paese governabile. In questi mesi ho cercato di alzare il tono politico . La mia richiesta di pianificazione e programmazione politica, mirava ad avere una visione chiara che non generasse ambiguita’ Se il primo cittadino avesse ascoltato le  mie parole,non ci sarebbe stato spazio per interessi diversi da quelli della collettività . Se noi avessimo programmato. Se il programma fosse stato condiviso, lo spazio per altre persone non ci sarebbe stato. Se le promozioni all’interno degli uffici comunali fossero state non imposte da consiglieri , ma frutto di ragionamenti e di meritocrazia, non ci saremmo trovati  certi personaggi in ruoli chiave. Ho cercato di porre un punto di vista politico incentrato sulla legalità e sulla trasparenza, ma e stato un dialogo tra sordi. Infatti stasera alla riunione politica del PDL dove erano stati invitati tutti i consiglieri , assessori , si sono presentati in tre segno che la politica a Quarto e ancora latitante.

One Comment;

  1. quartoanticamorra said:

    LA POLITICA QUARTESE E’ SEMPRE STATA DISCUSSA E PROPOSTA FUORI DAL TESSUTO QUARTESE, MA IN ZONE COLLINARI……………….TUTTI IN GALERA DOVETE FINIRE

Comments are closed.

Top