POZZUOLI, IL PARTITO DEI VERDI OGGETTO DI INTIMIDAZIONI

Hanno subito minacce ed intimidazioni i militanti dei Verdi ed un loro candidato per il consiglio comunale di Pozzuoli. In una nota alla stampa il coordinato Borrelli ha affermato che “ad alcuni dei militanti è stato appunto intimato di non distribuire materiali nei pressi del lago d’Averno e alcuni manifesti sono stati distrutti”. In più ad un loro candidato “è stato detto che i Verdi non devono entrare in consiglio comunale perché così hanno deciso quelli che comandano a Pozzuoli e quindi gli è stato intimato di fermare la campagna elettorale”. Abbiamo acoltato il coordinatore dell’ara flegrea del partito, Peppe Martusciello… httpv://www.youtube.com/watch?v=eUbaksTbmZo

One Comment;

  1. marcominor said:

    Ho seguito queste vicende di campagna elettorale. Personalmente resto esterefatto di questo candidato a sindaco di Pozzuoli Figliolia, certo che la classe politica di Pozzuoli ormai è scesa ad un livello bassissimo. Sicuramente se vince farà la fine di Secone ex sindaco di Quarto portando il PD puteolano nel baratro. Parla di bene comune e non sa gestire nemmeno la sua coalizione non dando del bene comune ma solo -dictac- non riesce a curare il bene che ha ricevuto da suoi amici a cui deve la sua carriera politica. Utilizza metodi fascisti nella coalizione. Questi metodi generano devianze. Figliolia è stato il primo ad innescare la miccia che ha portato alle minacce ai VERDI di Pozzuoli. Questo lo dico anche alla stampa, quando si dichiara che un partito non è in coalizione senza puntualizzare il motivo si va contro legge commettendo anche reati, voglio ricordare che i VERDI sono in coalizione e l’ estromissione del loro simbolo dalla coalizione e contro legge, si potrebbero perfino annullare queste elezioni, soprattutto dato il clima che è stato creato, a mio avviso, con una logica distruttiva e dati gli accadimenti legati anche ad altre situazioni che non vedono di buon occhio gli ambientalisti, che sono contro i patti precostituiti.
    Buona giornata ai lettori.

Comments are closed.

Top