POZZUOLI, ARRESTATO 50ENNE CON L’ACCUSA DI ESTORSIONE

I carabinieri di Pozzuoli hanno emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Luciano Compagnone, 50enne puteolano, ritenuto affiliato ad un’organizzazione malavitosa vicina al clan Longobardi-Beneduce, accusato di estorsione ai danni di un imprenditore di Pozzuoli, vessato per 8 anni. 

Compagnone detenuto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere fu arrestato per estorsione il 29 novembre del 2009 a Quarto dopo una latitanza durata 3 mesi; poi destinatario di un ordinanza di custodia cautelare il 24 giugno 2010 insieme ad altre 83 persone durante la maxi-operazione “Penelope” e condannato in primo grado il 20 settembre scorso a 12 anni di reclusione. Ma ora sul suo capo pende un’altra accusa: quella per estorsione continuata aggravata dal metodo mafioso.

 

 

 

Top