POZZUOLI, AMMINISTRATIVE DI MAGGIO. MANCA POCO PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE

A poco meno di una settimana dalla presentazione delle liste per la tornata elettorale del 6 e 7 maggio prossimo, il clima politico si fa sempre più caldo. Giovedi pomeriggio il segretario provincialedell’Udc, Carmine Mocerino, ha avocato a sé le decisioni e le scelte in materia di accordi elettorali. In pratica, viene commissariato l’Udc di Pozzuoli guidato da Mario Marrandino, che in più occasioni insieme ai suoi colleghi di partito Pollio, Simeoli e Pollice aveva lasciato intendere che dopo le consultazioni con tutte le forze politiche locali avrebbero optato per l’alleanza con il candidato asindaco del centro sinistra Enzo Figliolia. «Non vogliamo scavalcare nessuno – afferma Carmine Mocerino – ma riteniamo che Pozzuoli sia tra i Comuni più importanti al voto. 

Una situazione che necessita di una attenta e meditata analisi da parte anche della segreteria provinciale del partito in aggiunta a quella espressa dai referenti locali». E’ facile intuire dalle parole di Mocerino che la scelta dell’Udc a Pozzuoli sia collegata inevitabilmente alle scelte elettorali degli altri Comuni al voto. Serve soppesare le cose, anche alla luce della discesa in campo di Alfonso Artiaco, con il Quarto Polo Puteolano che potrebbe attirare gli scontenti di tutti i partiti. L’Api, intanto, ribadisce di essere «orientata per il Terzo Polo, ma in alternativa ci sarebbe sicuramente l’accordo politico con il centrosinistra di Figliolia», che incassa l’apppoggio anche di Partito del Sud e LibLab, mentre nel Pdl resta in piedi la candidatura di Filippo Monaco, come confermato anche dal coordinatore Luigi Cesaro. In tanto da oggi pomeriggio l’Udc è in riunione permanente per decidere in ultima istanza cosa fare. Ne sapremo di più domani o al massimo dopo domani.

Top