MONTE DI PROCIDA: ANCHE L’AMMINISTRAZIONE MONTESE CONTRARIA ALLA REALIZZAZIONE DI DISCARICHE

L’amministrazione di Monte di Procida, nella persona del sindaco Francesco Paolo Iannuzzi, in merito alle ultime vicende relative alla ricomposizione della cava in località Castagnaro, insistente nel territorio quartese,  ha comunicato al Presidente della Regione Campania e al Presidente della Provincia di Napoli la volontà di non sottoscrivere l’accordo di programma per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti nell’area Domitio-Flegrea “che contribuisce-si legge nel comunicato-solo a martoriare ulteriormente un territorio che paga pesantemente lo scotto di discariche e rifiuti tossici sversati abusivamente.” Si è chiesto così di procedere all’individuazione di un ambito omogeneo per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti tra i Comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida e Quarto. Fino a ciò, il Comune di Monte di Procida ha invitato gli Enti coinvolti a soprassedere sulle operazioni di ricomposizione delle cave, in primis quella del Castagna

Top