TORNA L’ORA LEGALE NELLA NOTTE TRA SABATO E DOMENICA

Nella notte tra sabato 26 marzo e domenica 27 le lancette dei nostri orologi alle ore 2.00 saranno spostate in avanti di un’ora facendoci trovare alle 3.00; è il noto meccanismo dell’ora legale, cui siamo ormai abituati da anni ma chi di noi sa quando e come è nata questa convenzione? Pare che l’idea sia venuta per la prima volta a Benjamin Franklin nel 1784 in funzione del risparmio energetico ma fu applicata soltanto nel 1916 in Gran Bretagna quando la Prima Guerra Mondiale rese ancor più pressante questo problema. Il cosiddetto British Summer Time venne applicato anche in Italia nello stesso anno e, dopo vicende alterne tra le due guerre, è diventato regolare dal 1966. tutti i paesi europei ormai la mettono in pratica e dal 1996 si sono dati una regolazione comune, per cui l’orario “estivo” entra in vigore l’ultima domenica di marzo e termina l’ultima domenica di ottobre quando ritorna l’ora solare. Questo espediente per recuperare la luce del sole che in estate sorge prima e per risparmiare così energia, non piace però a tutti; secondo diversi sondaggi molte persone sono infastidite dai problemi derivanti dal cambio di ora, tra cui leggeri jet lag che colpiscono le persone più sensibili. Molti sarebbero addirittura favorevoli all’abolizione dell’ora solare che ci regalerebbe pomeriggi invernali più lunghi ma anche mattine più buie. Per il momento rassegniamoci a perdere un’ora di sonno domenica mattina; la recupereremo soltanto ad ottobre.



Salvio Di Lorenzo

Tags
Top