SINDACO SECONE: “LA CITTA HA CAPITO CHE BISOGNAVA MOBILITARSI PER EVITARE UNA CATASTROFE”















Il primo cittadino di Quarto, Sauro Secone, in prima linea al corteo che ha visto protagonisti i cittadini di Quarto e non solo, sottolinea l’importanza della partecipazione attiva da parte della popolazione quartese, per scongiurare il rischio della realizzazione di una discarica a Quarto.

 

21 Comments

  1. Raffaella Iovine said:

    IL COMITATO ANTIDISCARICA DI QUARTO RINGRAZIA TUTTI E VI INVITA A PARTECPARE A TUTTE LE INIZIATIVE

    Ieri ci siamo uniti in un grande abbraccio per dire un forte e deciso NO alla discarica a Quarto!
    Migliaia di cittadini al corteo! Un ringraziamento sentito a tutti, tutti e dico veramente tutti…ai cittadini, ai giovani, ai bambini, agli anziani, ai comitati provenienti da tutt’Italia, alle associazioni, al collettivo studentesco…hanno espresso la loro solidarietà e vicinanza al problema DISCARICA A QUARTO!!! Ringraziamo tutti i coloro che hanno partecipato al volantinaggio, ai presidi, alle riunioni, alla petizione. Abbiamo lavorato intensamente e i risultati ci sono stati: 10000 persone al corteo, 3000 firme per la petizione!!! tutto ciò grazie all’aiuto di tutti!! Ancora grazie grazie grazie..
    p.s. non abbassiamo la guardia….
    Il Presidio permanente cittadino è in via Spinelli nei pressi della masseria Spinelli (dietro al palco allestito per il corteo). Riunione tutti i giorni alle 19! Venite tutti!!

    Ricordiamo che siamo un comitato apartitico e apolitico di cittadini che si sono uniti spontaneamente.

    La politica, presente e non presente ieri, ci deve delle risposte certe e limpide.

    Restiamo uniti, e siamo fieri di esserci ritrovati come popolo quartese!

    • tata61 said:

      prego leggere con attenzione il Mattino di oggi nella parte che riguarda Napoli, c’è un ampio articolo, peraltro anticipato già qualche giorno fa, sul piano per il recupero di Napoli: Mergellina, Pompei, zona est, Stadio San Paolo (quindi Fuorigrotta) e di conseguenza la zona Nord sversatoio di immondizia, percolato (come già avvenuto neigli anni passati) ora il piano è chiaro, stiamo attenti

  2. Quartomondo said:

    Brava. Peccato che hai dedicato più tempo a queste righe, che alla platea che ieri attendeva da te, determinati messaggi. Ventisette secondi di comizio, non vanno bene nemmeno se sei Kissinger.
    Doveva essere la “nostra” manifestazione, ed invece è diventata il palcoscenico ececzionale per la solita sceneggiata di Sauro Secone.

  3. catonedomenico said:

    Egregio Quartomondo con queste parole inizi a farti perdonare, concordo con te, comunque, il tempo permetterà, come del resto già molti cittadini hanno capito, di far capire chi è realmente l’ uomo Sauro Secone. Per me come già ho spiegato nei miei articoli: è e resta un traditore delle istanze dei cittadini. Saluti Catone Domenico.

  4. Quartomondo said:

    Tu hai il pregio raro di farmi perdere le staffe.

  5. lellods said:

    Mi sono scocciato, è assurdo che si continua a fare sciacallaggio gratuito contro questa amministrazione, e contro il sindaco. Vi droveste vergognare di speculare anche in un momento cosi tragico per il nostro territorio, poi al sig. catonedomenico voglio solo chiedere visto che egli era o lo è ancora il presidente del vecchio PIP ci spieghi perchè è stato bocciato e le colpe di chi sono (INCAPACE), quindi non sputare sentenze e non farti circuire da qualche squallido affarista che pultroppo sta seduto in cosiglio comunale nelle file dell’opposizione. Poi all’altro signore che si firma Quartomondo voglio dire secondo la sua coscenza il cancro di questa città sta in questa amministrazione oppure ci sono i soliti noti che vengono da lontano presempio ldalle vecchie amministrazioni che hanno deturpato il nostro territorio con scelte scellerate e con logiche direi è non mi sbaglio di male affare rimanendo il comune tra quelli più indebitati della campania? Allora Sig. Quartomondo mi risponda perchè le dico con molta onestà io penso che lei sia propio uno di quelli. Mi scuso con gli altri lettori ma quando è troppo è troppo è voglio aggiugere rivolgendomi alle persone normali e perbene di questo paese non li ascoltate sono solo dei falsi profeti che dietro alla facciata hanno solo il loro interesse.

  6. Raffaella Iovine said:

    Anche le critiche servono e per questo vi ringrazio!
    Però bisogna valutare la complessità delle situazioni, cronometrare e basta è un dato limitante.
    Col tempo si vedranno le concretezze! La prossima volta sarò più populistica…sbagliando si impara!!!

  7. Raffaella Iovine said:

    Apprezzate, piuttosto le 10000 persone coivolte con l’aiuto di tutti, le 4000 firme raccolte, il coinvolgimento della curia di Pozzuoli sin dal primo momento, le segnalazioni in soprintendenza del 19 gennaio (tutto documentato, chi vuole mi faccia sapere quando le vuol vedere)….potrete perdonare un discorso breve e conciso in qui si invitano i Quartesi a restare uniti per una causa comune ovvero NO ALLA DISCARICA???? Io di solito parlo poco…..ma mi dò da fare molto!!!! baci e abbracci a tutti!

  8. catonedomenico said:

    Cara Iovine, io personalmente ti ringrazio per l’ impegno che dedichi alla nostra cittadina. Le mie critiche non sono rivolte a te, anzi di dico 10 grazie. Ed è un numero che ha un alto significato. Soprattutto per come ti ho visto sei una persona che mette l’ anima nella sua semplicità. Saluti Catone Domenico.

  9. Quartomondo said:

    Gentile Raffaella, la nostra posizione, quella del QUARTOMONDO intendo, la conosci e l’hai letta.
    Siamo, semplicemente, i tuoi principali supporter. Siamo talmente lieti della tua presenza nell’ambito della difesa dalla discarica, che ti vorremmo salva da Secone e politicari vari e protetta da vecchi marpioni e ruffiani vari che hanno INTERESSI DIRETTI E PERSONALI nelle vicende.
    Il QUARTOMONDO ti saluta.

  10. Quartomondo said:

    Estratto da uno stomachevole comunicato stampa del comune di Quarto Flegreo…

    Come recita un manifesto affisso per le strade di Quarto, duemila anni fa da queste parti riuscimmo a fermare Annibale, adesso fermeremo gli autocompattatori per la discarica. A via Spinelli sorgerà un Santuario e non una discarica».

    Lui, sindaco di Quarto Flegreo, paese della monnezza e paese più sporco della Campania, salvato due volte dall’esercito italiano, non ferma proprio nulla.
    Quello che accadrà o non accadrà, sarà merito della gente, dei cittadini e di tutte quelle persone che il sindaco Secone avrebbe dovuto bene amministrare, ben tutelare, cui avrebbe dovuto assicurare gli standard minimali di pulizia, igiene, sicurezza… abbiamo visto benissimo di cosa è capace Secone.
    Lasciasse stare Annibale e Roma e si concentrasse sulle strade sfondate, sulla raccolta differenziata mai fatta e con numeri vergognosi, sull’isola ecologica promessa da quattro anni e che mai parte, sulla Quarto Multiservizi, sugli assessori che lo abbandonano!

    Ai compattatori ci penseremo noi, non certo lui!

  11. catonedomenico said:

    Mi è doveroso rispondere a lelloDS che con non ha il coraggio di firmarsi, per il PIP tra poco vedremo di chi sono le responsabilità, comunque vedo che non sei informato bene, il Consorzio PIP ha fatto tutto quello che era di sua competenza mettendo soldi e procurando anche un primo grosso finanziamento. Il tuo caro amico Sindaco con la sua amministrazione ed i suoi tecnici dovevono per convenzione fare 1 solo adempimento il visto di conformità della provincia di competenza del Comune di Quarto non del consorzio. Il tar ed il consiglio di stato hanno bocciato il PIP sul visto di conformita urbanistico di competenza del comune. Quindi come già ho spiegato a Cangiano nei precedenti post prima di ranccontare favole valutate bene quello che scrivete. Soprattutto quando le malefatte di questa amministrazone sono sotto gli occhi di tutti. E diciamo sempre no alla discarica. Saluti Catone Domenico

  12. catonedomenico said:

    Sempre per lelloDS, nel 1993 quando la democrazia cristiana ha finito di esistere era rimasto un bilancio in equilibrio con circa 200.000 (vecchie lire) di avanzo (escluso i debiti fuori bilancio non prevedibili) avendo realizzato le scuole con la legge Falcetti, la villa comunale, lo stadio, progettato e finanziate le opere di viabilita di collegamenti importanti, oggi presenti sul territorio (galleria nei pressi di via Masullo e collegamento alla tangenziale). Dopo questo fatitico anno da cui facendo i conti sono prevalse le amministrazioni dei tuoi compagni di sinistra, non abbiamo avuto grandi opere, solo illuminazione stradale, qualche manutenzione e tappetini di asfalto adesso fatiscenti, però i debiti si sono super accumulati. Quindi valuta bene chi sono stati i responsabili. E speriamo che adesso il comune per non fare bancarotta non vende il proprio patrimonio comunale, pagato con i soldi dei contribuenti. Saluti Catone Domenico.

  13. quartesedoc said:

    X Catone Domenico : 1 giunta Ciraci (SINISTRA) OPERE REALIZZATE PAVIMENTAZIONE AREA MERCATO – AMPLIAMENTO CIMITERO- REALIZZAZIONE FOGNA VIA VITICELLA – MARCIAPIEDI CORSO ITALIA – ILLUMINAZIONE PUBBLICA VIA CAMPANA VIA MARMOLITO – RIPAVIMENTAZIONE DI VARIE STRADE COMPRESO VIA CESAPEPERE – REALIZZAZIONE DI DUE ROTONDE CORSO ITALIA – REALIZZAZIONE MONUMENTO AI CADUTI VIA 1 MAGGIO -COSTRUZIONE SPALTI STADIO COMUNAlE- COSTRUZIONE TENDOSTRUTTURA POI ABBANDONATA DALLA AMMINISTRAZIONI SUCCESSIVE – E TANTISSIMI INTERVENTI DI ANUTENZIONE VARI.
    FATTI REALMENTE QUINDI DIAMO A CESARE QUEL CHE E DI CESARE TI PARE?

  14. catonedomenico said:

    Egregio quartesedoc, Cesare dopo è morto e per mano ultima di Bruto (che ti consiglio di leggere chi era la madre), come del resto morirà il comune per i suoi debiti iniziati dalla giunta Ciraci. Che comunque qualcosa ha lasciato di positivo, Via Cesapepere se non erro erono fondi già lasciati a bilancio dalle giunte di pentapartito, le due rotonde sono state sbagliate e rifatte, per completamento stadio confermo, per il cimitero l’ampliamento è stato realizzato con i soldi dei cittadini e da come sei imformato devi sapere anche come funziona per il cimitero, per tendostruttura confermo e ricordo anche il nostro bravo professore di educazione fisica se non erro De Bartolis che ha dato lustro alla pallavolo di Quarto, che si lamentava per la custodia e che sarebbe andata distrutta, poi io devo aggiungere un grazie a Ciraci per aver fatto un ottimo PIP distrutto dal grande Secone. Poi in confronto alle grandi opere realizzate dal pentapartito sono una miseria. Una oculenta gestione avrebbe potuto portare altre grandi opere e soprattutto far proseguire la variante fino al ponte della sepsa realizzazione Anas – progetto originario. E potrei ancora proseguire. Poi il primo Ciraci è andato abbastanza bene se non per i debiti che ha iniziato a lasciare, dal secondo non mi esprimo, e ancora dopo?. Cordiali saluti. Catone Domenico

  15. catonedomenico said:

    Una parte le ho elencate prima se hai letto, in particolare ti ricordo che tutta la parte di finanziamento e realizzazione della viabilità del post-bradisismo è stata realizzata quando ero in segreteria del Ministro Pomicino. Quindi tutte le opere Consorzio Copim e altro completate anche con la giunta Ciraci sono opere del pentapartito, in inganno non mi trai. Tutte le Scuole Elementari legge Falcucci, fogne, viabilità ecc. e si vedono, e non solo abbiamo, inoltre abbiamo lavorato anche per il raddoppio della SEPSA iniziato proprio da noi democristiani che doveva passare tutto sui ponti, invece la giunta Ciraci l’ha modificato creando a Quarto il muro di Berlino. Saluti Catone Domenico.

  16. catonedomenico said:

    Purtroppo questa è una nota dolente su cui non mi voglio esprimere e su cui non ero daccordo nelle modalità costruttive ed alle porte del centro di Quarto. Ci era stata prospettata come una soluzione provvisoria. In quel momento diedero solidarietà tanti comuni. Inoltre io mi ero appena affacciato alla politica avevo circa 19 anni ed alle prime esperienze in netto contrasto con il partito, ero un commissario giovanile non voluto. Saluti Catone Domenico.

  17. quartesedoc said:

    tutte le opere di viabilità che dici tu sono state dato in cambio lella costruzione della 219 caro catone

  18. catonedomenico said:

    Vedi quartesedoc, non mi sono voluto esprimere, in cambio sono stati dati appartamenti alle famiglie meno abbienti di Quarto, non ricordo il numero preciso, ricordo una parte delle fogne, e qualche stada interna al comune, alcune scuole medie. Per le opere Falcucci, post-bradisismo, SEPSA, fanno parte di altri filoni e non della 219 filone post terremoto irpinia. I periodi non coincidono. Saluti Catone Domenico.

Comments are closed.

Top