SFIDUCIATO IL SINDACO SAURO SECONE. 17 CONSIGLIERI FIRMANO LA SFIDUCIA E “ MANDANO A CASA ” L’ORMAI EX PRIMO CITTADINO QUARTESE.

Poco dopo mezzogiorno il segretario del comune di Quarto notifica ufficialmente a Sauro Secone che non è più sindaco della città. Diciassette consiglieri firmano la sfiducia al primo cittadino che era in carica da Maggio 2007, quando vinse le elezioni al primo turno con il 56,7% dei consensi.

Poco dopo mezzogiorno il segretario del comune di Quarto notifica ufficialmente a Sauro Secone che non è più sindaco della città. Diciassette consiglieri firmano la sfiducia al primo cittadino che era in carica da Maggio 2007, quando vinse le elezioni al primo turno con il 56,7% dei consensi.A firmare sono stati i sette consiglieri del Pdl, (Armando Chiaro, Leonardo Apa, Antonio Carandente Perreca, Andrea Micillo, Franco Fernandez, Eugenio Ianniccelli eFranco Carputo), i quattro consiglieri dell’Udc (Michele Di Falco, Carlo Mario Giaccio, Nunzio Felaco e Geppino Esposito,A questi si sono aggiunti, il consigliere dell’Udeur Guglielmo Friscia, Pasquale Di Criscio dell’Idv, Giovanni amirante dei Verdi, il consigliere del gruppo misto, Ginotto Contini, l’ex presidente del consiglio Leopoldo Carandente ed infine il consigliere ed ex capogruppo del Pd Gennaro Esposito.                                               E per la quarta volta consecutiva un sindaco non riesce a completare il mandato ricevuto dai cittadini. Ecco nell’ordine i quattro sindaci che hanno terminato la loro esperienza prima della fine naturale della consiliatura: Antonio Ciraci, al secondo mandato dopo appena due anni; Gabriele Di Crisco, Pasquale  Salatiello e adesso Sauro Secone il più Longevo dei quattro essendo stato in carica per poco meno di quattro anni. Non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali ne del sindaco sfiduciato, ne da parte dei partiti e consiglieri che lo hanno sfiduciato.

Veronica Di Vita

65 Comments

  1. Quartomondo said:

    In effetti, Sua Amarezza era peggio di uno zombie. Tenuto in vita da una “mappata di chiavichi”, traditori, fetenti, Giuda Iscariota e lote umane varie.
    Questa fine poteva anche essere anticipata di molti mesi, ma il sindaco prezzemolino, troppo attaccato alla poco prestigiosa poltrona di sindaco del cesso del mondo, ha fatto qualunque cosa per restare al suo posto… ed in quel “qualunque cosa”, purtroppo c’era anche l’interesse generale dei cittadini di Quarto Flegreo.

    • tata61 said:

      sinceramente non capisco nè le vs posizioni, nè le vs espressioni verbali: 1) dire quarto cesso del mondo sinceramente mi da molto fastidio. se non vi piace il paese, la gente ed altro potete pure andarven a…quel paese di gente come voi non ne abbiamo bisogno.2) perchè siete contenti che è caduta la giunta se siete dalla parte dei cittadini e contro la discarica (cosa di cui ora ho i miei dubbi) ci sarà ora un lasso di tempo per far insediare un commissario mandato dal governo (di centrodestra) e nel frattempo ci troveremo la discarica (voluta da cesaro di centrodestra). bravi e complimenti!!

    • tata61 said:

      caro abitantespinelli,
      grazie a questi 17 “signori” ed a coloro che sotto mentite spoglie li coprono e mettono manifesti di solidarietà a Silvio, oltre al commissario, mi dispiace dirtelo, ti troverai anche la discarica sotto al naso. mi dispiace per te, ma loro, i 17 dimissionari, non avevano previsto una sollevazione in massa ed invece di appoggiare il movimento ed andare avanti superando le opposizioni politiche, hanno agito con un colpo basso, ma veramente basso. ora sai chi devi ringraziare

  2. Quartomondo said:

    Purtroppo Tata, non sai niente o quasi nulla.
    Dovresti chiederti perchè la “mazzamma politicara” ha sfiduciato Secone oggi, e non da mesi… dovresti chiederti perchè offendersi se si definisce cesso del mondo un paese che ha convissuto 20 anni con le discariche della camorra senza che nessuno ne parlasse o difendesse i cittadini! Le cartelle dei tumori di cui si discute oggi, sono il frutto dei veleni che abbiamo avuto a casa nell’ultimo ventennio! Perchè un posto così, che uccide i suoi stessi cittadini, non dovrebbe essere definitio “cesso del mondo”? E perchè mai offendersi se siamo nel pattume e nelle immondizie da ben 4 anni filati, senza soluzione di continuità. Noi ci agitiamo e provochiamo, proprio per provocare qualche reazione nella tua testa, ferma a dividere chi è pro e chi è contro. Io, personalmente, ho fatto volantinaggio a Montagna spaccata contro al discarica, pagandomi i costi delle fotocopie, ho partecipato alla manifestazione tornando a acsa senza voce, ho filmato tutto. Lo faccio per Quarto Flegreo e perchè ci vivo. Lo faccio perchè mi è chiaro, come lo è a Legambiente ed ai Carabinieri, che questo cesso del mondo è nella mani di una cricca di paesani milionari, che controlla tutto, spesso in solida allenaza con la camorra. Più si dicono le cose, facendole arrivare alla pancia, più si constringe a riflettere i superficiali, i rassegnati e soprattutto certi paesani silenti complici dei guasti prima nominati.

  3. frescobaldo said:

    Credo che la discarica a Quarto non si fara , grazie al coraggio di 17 valorosi che anno avuto il coraggio di mandare a casa un sindaco padre padrone che dopo aver preso in giro per 4 anni 30 consiglieri stava perndendo ingiro a mio parere 45 mila cittadini ,la discarica non si farà non perche Secone si sia opposto , ma perche pensava di cavalcare il consenso popolare a scapito delle persone per bene che con sacrificio e lotta perdendo anche giornate di lavoro lottano per una causa di democrazia e degnita loro si che pensano alla salute dei loro figli , la politica a fallito nel momento in cui si e solo pensato di fare la discarica a Quarto, e giusto che la parola passi ai cittadini sia per le battaglie da fare a difesa del territorio e sia per decidersi una classe politica migliore per il futuro.

    • tata61 said:

      forse sono io a non capire: perchè sei sicuro che la discarica non si farà? illuminaci e tranquillizzaci

  4. Quartomondo said:

    Tranne l’aggettivo “valorosi”, destinato ai 17 ceffi del consiglio comunale, concordo su tutto.

  5. emigrato said:

    Non ho parole! come si puo mandare a casa il sindaco in un momento cosi importante? Adesso cari amici di Quarto la discarica la faranno sicuramente! Anche se il sindaco, non ha mantenuto le sue promesse, si è comunque impegnato nel contrastare la scelta di Cesaro. Ma quello che mi chiedo: questi 17 consiglieri che lo hanno sfiduciato alla vigilia dell’incontro tra Secone e Cesaro che motivazioni ci potranno mai dare? Sicuramente ragioni economiche. Chissà quanto avranno intascato! Ora Cesaro avrà la strada libera per realizzare la sua discarica! Non so cosa puo fare Quarto per impedire qsta scelta scellerata, ma so solo che se incontro per strada qst consiglieri di m…a li devo solamente innaffiare di saliva.

  6. tata61 said:

    concordo pienamente con l’emigrato, ciò che non è chiaro a quartomondo è che in questo momento bisognava stringere i denti e remare tutti nella stesa direzione, dopo si sarebbero tirate somme, ma ora che senso ha dimettersi? perchè? perchè zio silvio lo ha ordinato? è nel suo stile, ma forse la mazzamma come la chiama quartomondo ora doveva puntare i piedi e mostrare le palle. il commissario mentre arriva da roma, si insedia, si ambienta la discarica è fatta e senza alcuna bonifica del territorio come accaduto per pianura. immaginate che bello: discarica con veduta su sito archeologico:la fescina, tanto con la cultura non si mangia, ma è monnezza. o sbaglio?

  7. frescobaldo said:

    Cari Amici ma dove vivete , credete ancora nelle favole , la discarica non si farà, e cio grazie non ai ai nostri politici, i quali dal 2007 cosa anno fatto ,la differenziata dovè , le strde rotte ,il debito del comuune ammonta a 20 milioni di euro , deleghiamo alle entrate del comune l’Equitalia, le cave siti che si parla da anni , non cè un proggetto di riqualificazione e di bonifica, fossi a cielo aperto , usati detto dalla magistratura a discarica di rifiuti tossici, e Secone dov’era, certo stava eleborando il Piano casa L’ers. il nuovo piano regolatore era alle prese con i lcambio degli assessori , alla fine a deciso di capeggiare la protesta del male che lui a prodotto , vedete la cosa piu brutta e l’indifferenza verso i problemi dei cittadini, i consiglieri che anno firmato evidentemete era stufi delle bugie e di essere usati al grido interesse della città da parte di secone ,Speriamo che io me la cavi diceva troisi

    • tata61 said:

      anche tu, caro freescobaldo sei sicuro che la discarica non si farà e ne sono contenta, figuriamoci, ma spieghi da cosa vengono le tue certezze?

  8. frattacchione said:

    possiamo fare tanto!!
    Partecipiamo al presidio, sosteniamo il comitato antidiscarica e il comitato flegreo e ricordiamo che anche a pianura e a terzigno la gente non aveva l’appoggio delle istituzioni, perchè quando si parla di approvare discariche le istituzioni tutte fanno sempre il gioco delle tre carte… Cmq la prima dimostrazione l’abbiamo data ora continuiamo cosi, dei politicare non ce ne può fregar de meno!!

    • tata61 said:

      c’è un programma. qual’è la nostra prossima mossa? aspettare il commissario? qual’è il sito del comitato?

    • tata61 said:

      ma quale motivazione politica! ma fatemi il piacere! ma perchè questa gente sa cosa è la politica senza euro? comunque, quale è la prossima mossa? aspettare il commissaro o cosa? qual e il sito del comitato del no?

  9. Quarto anch io said:

    per cortesia è possibile conoscere la motivazione politica?

  10. Quartomondo said:

    Io fido nella forza assoluta dei cittadini. Solo ed esclusivamente in quella. Senza gli schifosi politicari locali a fare la passerella in mezzo alla gente.
    Per me, abbiamo più peso noi come persone, che un sindaco prezzemolino ed una trentina di tamarri ignoranti (faccio salve un paio di persone), sospettissime e pericolose.

  11. Sauron said:

    Mi chiedo: caduto il sindaco caduta la giunta ?????
    Se cosi fosse è interessante notare la tempistica della grande fuga …….

    Finchè ci si siede ad un consiglio comunale da consigliere e si riesce ad influire su stanziamenti e lavori pubblici i vari palazzinari si sono ben guardati da mollare la poltrona.

    Oggi la situazione è evidentemente mutata.
    Oggi che assumenrsi responsabilità nei confronti della cittadinanza e posizione nei confronti del governo è un dovere dettato da necessità, i vari mici e micetti se la danno a gambe.

    Brà !!!

  12. tata61 said:

    ma nessuno dice che cosa accadrà adesso! aspetteremo il commissario e la discarica? i vari sapientoni che qui scrivono non rispondono perchè?

  13. emigrato said:

    E’ palese che ragioni politiche non ce ne possano essere e soprattutto non era il momento giusto per sfiduciare il sindaco. Non c’è piu un riferimento istituzionale che puo contrastare Cesaro. infatti, dice con amarezza l’ormai ex sindaco Sauro Secone ….”Ci sono molte cose che mi lasciano perplessi, dal momento che le dimissioni arrivano in un momento delicato per la città, impegnata con i suoi 40mila abitanti in una comune battaglia bipartisan e pacifica contro la realizzazione della discarica in una delle cave di via Spinelli. Diecimila persone sabato scorso hanno chiesto a noi politici e amministratori di far sentire la loro istanza civile di diniego alla discarica, come lo stesso hanno fatto i parroci e la Diocesi di Pozzuoli. Un messaggio ribadito anche appena l’altra sera nel Consiglio comunale straordinario e plenario. Adesso si è scelto in modo inopinato e irresponsabile di far perdere alla città di Quarto un punto di riferimento istituzionale. Le dimissioni di questi consiglieri comunali non hanno nulla a che vedere con la questione discarica, né sono motivate da fattori politici.” …. Mi dispiace dirlo ma penso che sarà impossibile impedire la discarica! Grazie ai nostri corrotti 17 consiglieri, Quarto diventerà per la gioia del Casalese Cesaro la pattumeria di Napoli, e la camorra potrà così realizzerà legalmente i suoi interessi ancora sul nostro territorio con l’appoggio dello Stato a danno della nostra salute! Che vergogna!

  14. tata61 said:

    condivido in pieno con l’emigrante e sauron. sicuramente si farà la discarica. hanno già quantizzato il valore in euro? ora mi spiego quei manifesti di solidarietà al Presidente Berlusconi all’ingresso dell’asse mediano che poi sarebbe l’ingresso alla strada che porta lla cava, era per dire “non ti preoccupare ci stiamo pensando noi a quarto cesso del mondo” come qualcuno scrive.

  15. Quartomondo said:

    Tata…cambia spacciatore e smetti di mangiare la frutta e la verdura di Via Spinelli.

  16. tata61 said:

    caro quartomondo,
    mi complimento con la tua classe ma pare sia un modo diffuso di trattare le donne. comunque, nè tu ne gli altri hann fino ad ora risposto: cosa si fa adesso?

  17. Connie said:

    Caro Quartomondo,
    pur condividendo le tue denunce al sistema che ha reso il nostro paese una pattumiera, non capisco perché tu sia contento della “caduta” di Secone. Ti chiedo ciò non certo perchè abbia particolare stima per questo politicante o un politicante in particolare, ma semplicemente perchè credo che non avere una guida istituzionale, oltretutto di colore differente a quella dello Stato, della Regione e della Provincia, possa giovarci particolarmente. E non credo certamente che la sfiducia di questi 17 scellerati e irresponsabili sia esclusivamente frutto di una decisione “politica”.
    Speravo che in questa lotta avessimo tutti il medesimo obiettivo da raggiungere, e che, per una volta, gli interessi personali venissero messi da parte. Sono stata troppo ingenua o romantica a pensare che potevamo essere uniti a tutela del diritto di VITA e BUONA SALUTE di TUTTI? …ovviamente è una domanda retorica!
    Che i primi a pagare lo scotto di quanto accadrà siano gli unici responsabili!
    Lunga vita, anche se la vedo diffcile, agli onesti!

  18. Quartomondo said:

    Gentile Connie,
    non sei “troppo” romantica. Io la penso proprio come te.
    Se avessero tolto di mezzo Secone mesi fa, ci sarebbe stato il tempo di essere pronti.
    Io non sono contento che sia caduto Secone. Più semplicemente penso che sia stato un cattivo sindaco, caratterizzato da promesse, inerzia e faccende che “stanno per arrivare”.
    Mi fa schifo pensare che, per magagne interne ed accordi trasversali, nei quali noi cittadini manco siamo pensati, quella “mazzamma”, quella “chiavicumma umana” dei politicari quartesi, indebolisce la rappresentanza istituzionale del paese. Questo è un vero schifo.
    Meglio Secone fatto furoi mesi fa che quanto hanno fatto oggi.

    Le diecimla persone di sette giorni fa, non hanno bisogno be di Secone, ne di quei bifolchi strappati alle caverne che lo hanno fatto cadere.

  19. Quartomondo said:

    Gentile Connie,
    non sei “troppo” romantica. Io la penso proprio come te.
    Se avessero tolto di mezzo Secone mesi fa, ci sarebbe stato il tempo di essere pronti.
    Io non sono contento che sia caduto Secone. Più semplicemente penso che sia stato un cattivo sindaco, caratterizzato da promesse, inerzia e faccende che “stanno per arrivare”.
    Mi fa schifo pensare che, per magagne interne ed accordi trasversali, nei quali noi cittadini manco siamo pensati, quella “mazzamma”, quella “chiavicumma umana” dei politicari quartesi, indebolisce la rappresentanza istituzionale del paese. Questo è un vero schifo.
    Meglio Secone fatto furoi mesi fa che quanto hanno fatto oggi.

    Le diecimla persone di sette giorni fa, non hanno bisogno ne di Secone, ne di quei bifolchi strappati alle caverne che lo hanno fatto cadere.

  20. emigrato said:

    Cari Amici di Quarto, ora dobbiamo far capire a Cesaro che potrà corrompere quelle 17 m…e ma non noi! Noi non barattiamo la vita per il denaro, perche sappiamo che la vita non ha prezzo! Siamo persone oneste che hanno dimostrato pacificamente che non vogliono la discarica. Siamo uniti e resteremo uniti per dire no alla discarica. L’esercito dovrà passare su 40 mila corpi che anche se non piu rappresentati istituzionalmente, lottano per salvaguardare la salute di tutti! Non dobbiamo mollare!

  21. ANALISTA said:

    17 consiglieri comunali, all’alba del consiglio comunale congiunto del comprensorio dell’ambito Flegreo, hanno sfiduciato il Sindaco Secone, dopo aver creato tutti i presupposti nella tenuta assemblea civica, per insinuare nella cittadinanza , con una perfetta operazione chirurgica , il dubbio , che lo stesso Sindaco avesse per partito preso , intrapreso una querelle personale con cesario.
    L’intervento del sindaco PDL di monte di Procida e di contini poi , era stato preparato a puntino, e si aspettava tale occasione per sminuire la Figura del Sindaco.
    E sinceramente, il timido applauso dopo l’intervento del contini, partito anche dai banchi del centrosinistra è stato veramente mortificante per i cittadini quartesi e la comunità civile.
    Scorrendo i nomi dei 17 , salta all’occhio subito che una gran parte di responsabilità di tale situazione e propria della segreteria del PD.
    Una segreteria inconcludente, senza peso politico, senz’anima e senza un raccordo diretto con la società civile e con la base del partito.
    Una segreteria che non ha saputo gestire il gruppo politico consigliare, non ha creato le minime condizioni di far arrivare e recepire alla cittadinanza il messaggio innovativo del Sindaco nel contrastare il gruppo affaristico milionario che vedeva messo in discussione le promesse fatte nella passata gestione .
    La riqulificazione del territorio, con un nuovo piano urbanistico, il comletamento di infrastrutture, di scuole, strade,sepsa, fogne, e insediamento del polo sanitario dovevano far decollare la nostra cittadina, ma i veti incrociati di amici e nemici, hanno minato fin dall’inizio l’azione riformatrice.
    una parte di cittadini amici e parenti dei vari consiglieri dimissionanti compreso chi prospera sui vuoti di poteri ringraziano questi 17 “pseudopolitici e tra questi si annoverano coloro che fino a poche ore fà dichiarava tutta la loro fiducia al Sindaco.
    i nomi?
    andate a vedere le varie dichiarazioni fatte in video.
    L’altra parte dei cittadini ringrazia invece i rimanenti consiglieri di maggioranza, che sono e sono stati stati una nullità completa.
    Saranno prossime le elezioni? Può essere .
    Però in questo scenario sarà molto difficile contrastare la forza ” Bunga-Bunga” locali, se non si fà un’operazione di repulisti generale ed incominciare un nuovo percorso ,fondato su un accordo ” condiviso” tra persone che credono in un progetto riformista e lontano dai soliti schematismi del secolo scorso.
    Un’appunto anche al Sindaco, diciamo che ha mostrato molte volte dei limiti nello sciegliere i suoi collaboratori oiù prossimi, perchè deve ricordarsi che molte volte il “GIUDA” si nasconde nell’ambito familiare , come Bruto insegna.

  22. Eric58 said:

    In questo momento cruciale per il futuro di questo paese , solo un fesso può illudersi . E’ evidente che si tratta di una mossa articolata dalla partitocrazia , connivente con la malavita , per far fare la discarica . Se la discarica alla fine di tutto si dovesse fare , allora chi avrà contribuito a destabilizzare il fronte comune che la gente di Quarto aveva formato dovrà penare per il resto della vita in un perenne rimorso , in attesa di finire , dopo una morte atroce , in un Inferno che , speriamo , sia proprio come lo raffigura Dante . Per la legge del contrappasso , chi ha giocato sulla pelle dei Quartesi nell’inferno Dantesco venga gettato in un grande discarica e venga sommerso di melma putrida .
    Tutti figli di quella grande “escort”………………………..

  23. marisa said:

    Bha! Che strano: ieri sera è stato approvato “per acclamazione” un documento contro l’apertura della discarica, per acclamazione si intende da parte di tutti con entusiasmo. Prova ne è stato il lungo e caloroso applauso che ha accompagnato la firma del documento da parte dei sindaci flegrei: E stamane 17 degli stessi che non più di 12 ore prima hanno applaudito, hanno presentato le loro dimissioni, obbligando il sindaco a dimettersi. Il momento è grave e questo atto gravissimo. Mi viene da pensare solo una cosa: PECUNIA NON OLET.
    Per tata61: il Comitato Antidiscarica di Quarto ha una pagina su facebook e ci sono tutte le coordinate per contattarlo: Ti assicuro che non ci fermeremo, anzi, se fino ad oggi abbiamo dimostrato pacificamente credo che sarà difficile mantenere questo àplomb senza il supporto dell’amministrazione comunale.

  24. Eric58 said:

    P.S. ovviamente ho usato il termine “escort” perchè va di moda , ma la sostanza è quella che sapete.
    Solo che in questa Italia di PAGLIACCI persone che fanno lo stesso mestiere , se lo fanno sulla Domiziana continuano a chiamarsi p…………….., se invece lo fanno nei salotti “bene” si chiamano escort .

  25. spinellidoc said:

    per il consigliere Di Falco: Bamboccione di papà ma non dicevi che volevi evitare le questioni politiche?? dillo a tutti che sei tra gli organizzatori della raccolta firme………dillo a tutti che le motivazioni sono di carattere personale!!!!! vergognati tu e gli altri 16 parassiti, accattoni e venduti!!!! non dimenticare che sei un giovane, non lasciarti aggirare dai vecchi marpioni, usa la tua testa.

  26. quartesedoc said:

    SI DOVREBBERO VERGOGNARE ,NON HANNO MANDATO A CASA IL SINDACO SECONE MA UNA CITTA’ INTERA IN UNA SITUAZIONE COSI’ DELICATA PER L’IPOTESI APERTURA DISCARICA DOVEVANO METTERE DA PARTE LA POLITICA … VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

  27. darko said:

    Ho davvero poche speranze in merito alla discarica. Ecco perchè.

    Con Secone il territorio di Quarto ha subito il più grave vilipendio degli ultimi anni, si vedano le numerose costruzioni fatte eludendo il PRG :
    – via Dorando Pietri : 200 appartamenti che risultano SCUOLE sulla carta
    – via Don Michele Giaccio : 40 appartamenti che risultano UFFICI sulla carta
    – sull’intero territorio : 60 o più ville multipiano che risultano AZIENDE AGRICOLE sulla carta
    – via del primo maggio : 120 appartamenti con licenza falsata
    – via Viticella : 40 appartamenti con tanti punti interrogativi
    – via Dante Alighieri : capannone trasformato abusivamente in abitazioni ed uffici

    si aggiunga inoltre :
    – rilascio di numerose autorizzazioni per impianti di distribuzione senza rispettare alcuna regola commerciale
    – approvazione di una enorme speculazione edilizia mascherata con la dicitura ERS
    – approvazione del piano casa che sana numerosi abusi in zona agricola

    e così via.

    Mai, dico MAI si era visto un disprezzo così grande per le leggi e per il territorio. Non è con l’elusione delle leggi che si costruisce, non è giusto comportarsi così.
    I privati eludono le leggi con il silenzio assenso dell’amministrazione, dei vigili urbani e dell’ufficio tecnico.

    Detto questo, che speranza posso avere per la discarica ??? A questa classe politica interessa solo l’edilizia

  28. catonedomenico said:

    Egregi lettori, chi è abituale di questo notiziario sa bene il mio pensiero: si dovevano dimettere e lo hanno fatto e rigrazio tutti i dimissionari. Li ringrazio perchè hanno avuto il coraggio di mandare a casa uno stalinista, che si è allontanato dalle istanze dei cittadini, degli imprenditori e dei suoi elettori. Vedete che il problema non è su scelte personali. Ma la caduta è su scelte generali fatte da questo sindaco, mi spiego meglio: piano casa inadeguato allo sviluppo ed alla vivibilità del paese come già ho denuciato diverse volte, tipo di gestione dei rifiuti con scelte errate nella modalità di raccolta (non dimentichiamoci che il sindaco aveva messo alla guida della multiservizi un suo consulente di fiducia le cui scelte hanno portato fuori pista l’ amministrazione), il bilancio comunale con scelte sbagliate di programmazione economica che mettava a rischio personale tutti i consiglieri comunali (la giunta sbaglia ed i consiglieri pagano con la corte dei conti), Piani di Insediamento Produttivi bomba ad orologeria, Piano ERS, nuovo PUC (tenuto chiuso dal sindaco non aprendo un tavolo visibile con la cittadinanza). Vedete cari lettori sono temi molto importanti che devono essere condivisi dai consiglieri e dai cittadini nella massima trasparenza, invece il caro sindaco teneva tutto in una oscurità Dantesca. Quando i tanti mandono a casa un Sindaco è sempre una scelta democratica. I consiglieri comunali rappresentano i tanti è per la programmazione del territorio il sindaco deve sottostare. Quindi hanno fatto bene è li ringrazio per aver portato a termine questa lenta agonia che avremme ammazzato l’ economia di questo paese per l’incapacità di amministrare dell’ uomo Secone. Per la discarica Vi posso assicurare che i 17 firmatari saranno i primi a sdraiarsi davanti ai blindati ove si verificasse l’eventualità di una discarica con me a capo. Saluti a tutti. Oggi sono fenice. Catone Domenico Presidente Azienda Consortile PIP Quarto Flegreo.

  29. QCWQCW said:

    Voglio ricordare a tutti gli internauti che pertecipano a questo forum che qualunque dichiarazione viene ” esternata ” è a totale responsabilità di chi la sottoscrive. sotto qualunque nome o pseudonimo. Questo, ovviamente, è soltanto una precisazione, su quelle che sono le norme che regolano la materia e che non significa in alcun modo una qualsiasi tipo di censura. La possibilità di dire, ciascuno la sua, attraverso i commenti, è stato creato proprio per questo.
    Grazie a tutti di partecipare alle discussioni e spero che siate sempre più numerosi, segno evidente di interesse alle vicende della cittadina che ci ospita.
    Il Direttore Umberto Milazzo

  30. falco said:

    Io ho fiducia nei tanti cittadini che sono impegnati nella lotta contro la discarica e nel loro comitato. A tutti loro rivolgo un ringraziamento sentito per quanto stanno facendo e per quanto faranno ancora. La lotta può continuare e portare al successo anche in condizioni di vacanza istituzionale. Alla fina conta la determinazione di chi conduce la lotta e dei cittadini che la sostengono.
    Grazie anche a darko per le dettagliate informazioni sugli affari edilizi portati avanti negli ultimi quattro anni, anzi se hai dettagli maggiori su questo piano faresti un favore a pubblicarli.
    Un “in bocca al lupo” ed un incoraggianento a non mollare al comitato antidiscarica, spesso con la lotta dei cittadini uniti si può ottenere molto più che attraverso istituzioni sceditate.

  31. Raffaella Iovine said:

    Il COMITATO ANTIDISCARICA A QUARTO, seppure nella vacatio istituzionale, non recederà dalla protesta contro qualsiasi forma di discarica a o altro a Quarto.
    Invita pertanto tuuti i Cittadini ad essere partecipi delle prosiime iniziative a cui staimo lavorando!
    Intanto indica alcuni accorgimenti per RIDURRE I RIFIUTI A MONTE per evitare che le montagne di rifiuti crescano per strada.
    Si suggerisce:
    – L’utilizzo di detersivi alla spina portando con sé l’involucro vuoto;
    – Il non utilizzo assoluto di bicchieri, piatti, posate di plastica monouso, se non del tipo biologico degradabile mater-bi;
    – Di dotare i propri figli che mangiano alla mensa scolastica di un Kit personale da portare da casa fatti di bicchiere, piatto, posata da pic-nic in plastica durevole che possa essere lavato e riutilizzato;
    – Chiedere al sal vaschette di plastica per affettati o simili ai banchi dei prodotti freschi, sostituendoli con involucri di carta alimentare;
    – Ogni altro provvedimento utile alla riduzione a monte dei rifiuti.
    – Non acquistare e/o ridurre l’acquisto di imballaggi
    – Riutilizzare gli imballaggi
    – Utilizzare borse per la spesa riutilizzabili (tela,ecc.)
    – Scegliere imballaggi a rendere per le bevande.

    STAIMO LAVORANDO ALLA PROPOSTA ALTERNATIVA PER I RIFIUTI E NEL CONTEMPO RACCOGLIAMO LE CARTELLE CLINICHE.
    TUTTE LE INFO SU:
    http://www.facebook.com/?sk=messages&tid=1850791155396#!/pages/Comitato-antidiscarica-di-Quarto-NA/134668666597981
    email: nodiscaricaquarto@virgilio.it
    http://www.comitatoantidiscaricaquarto.tk

    COMITATO ANTIDISCARICA DI QUARTO

  32. quartopotere said:

    E’ giunto il momento del redde rationem. I 30 consiglieri comunali eletti a vario titolo alle ultime amministrative, hanno il DOVERE di spiegare alla cittadinanza il ruolo fin qui svolto. Di contro, la cittadinanza, ha il dovere di presentare il conto a quanti da decenni siedono sugli scranni consiliari senza aver prodotto nulla, se non per loro stessi. Sono quasi 20 anni che questi cognomi non cambiano (qualche volta cambiano le fattezze fisiche, ma non l’appartenenza a radicate dinastie locali). Attenzione, non parlo dei 17 sciagurati che con il loro agire scriteriato hanno esposto il comune di Quarto (e quindi noi tutti che ne facciamo parte) al pubblico ludibrio, ma parlo di tutti quelli che in questi 20 anni si sono accaparrati un seggio comunale o qualche immeritato assessorato; parlo dei vari pupari che ne hanno mosso i fili; parlo di questa classe politica arruffone ed arraffone, fatta di cariatidi ed incartapecoriti mestieranti di una politica che di politico non ha nulla. Tutti gli interventi e gli intervenuti in questi post hanno un denominatore comune: il benessere della cittadina e della cittadinanza. Che il sindaco sia quel che è o non è stato, che i 17 sciagurati abbiano fatto bene o male e che gli altri 13 imperturbabili consiglieri giochino alle belle statuine, non deve fregarcene (come dice Laqualunque) “UNA BEATA MINCHIA”. Avremo il tempo di presentare loro il benservito non appena s’indiranno le prossime elezioni. Ora necessita un’azione coordinata di tutti i comitati e di tutti i cittadini che facciano sentire il fiato sul collo allo sfortunato commissario che s’insedierà; che vigilino con attenzione sulle cave; che denuncino in tutti modi e con tutti i mezzi possibili eventuali storture e movimenti dubbi e che rispondano con un “NO GRAZIE” alle lusinghe delle sirene politicanti. Quest’armata Brancaleone ha, di fatto, abbandonato la città a se stessa ed agli eventi che, all’orizzonte, si preannunciano catastrofici. Non riduciamoci a sterili polemiche tra di noi, non porterebbero acqua al mulino comune denominatore e farebbero il gioco di rimestatori e pescatori di frodo.

  33. emigrato said:

    Cari amici di Quarto, penso che sia fondamentale a questo punto restare uniti e reagire con ogni mezzo che ci rimane e non aspettare che Cesaro ufficializzi la scelta di far diventare la nostra città una discarica. Io propongo di andare a manifestare a piazza matteotti davanti alla Provincia, facendo capire chiaramente che anche senza guida istituzionale i cittadini di Quarto dicono NO alla discarica. Dobbiamo anche attraverso il Comitato del No incontrare Cesaro e fargli capire che la nostra città vuole risolvere il problema dei rifiuti attraverso una spinta raccolta differienzata, con il compostaggio, ma non diventando la pattumiera di Napoli. Noi non vogliamo la Discarica perchè: 1: la discarica in un centro abitato come il nostro, arrecherebbe sia un danno alla salute, sia di immagine e sia economico; 2. Lo studio fatto dal prof. ortolani dimostra che la cava non è idonea ad ospitare i rifiuti; 3. In quella zona, doveva nascere un Santuario; 4. 40 mila cittadini hanno dimostrato con la manifestazione di Sabato scorso, cn il presidio in Via Spinelli, con le petizione firmate, con la participazione alle sedute comunali e con i posts su tutti i forum di questa città chè dicono No ora e No mai ad una discarica su questo territorio già martorizzato per 40 anni! Reagiamo subito, prima che sia troppo tardii!

  34. ERBAVVELENATA said:

    Cerco di guardare la cosa con un’altra prospettiva: chi ci guadagna da questa cosa è proprio Secone. Non tocca più a lui tirare via la patata bollente della discarica, se porteranno qui la monnezza potrà sempre dire che la colpa è stata di chi lo ha sfiduciato. Inoltre se sarà in prima fila nelle manifestazioni questa volta come un semplice cittadino che protesta, la cosa avrà un impatto mediatico sulla gente che sarà pronta a ricandidarlo. Ci sono giochi politici dietro a questa faccenda difficile da interpretare.
    Noi come comitato antidiscarica andiamo comunque avanti per la nostra strada. Oggi sabato saremo all’Ipercoop di Quarto a raccogliere firme e parlare con la gente. Venite a firmare e passate la voce a tutti quelli che non lo hanno ancora fatto. Grazie.

    • emigrato said:

      Cara Erbavvelenata, sono daccordo con te! Spero che consideriamo anche la proposta di reagire cercando di organizzare un incontro con Caldoro o con Cesaro e non fare solo una resistenza fisica dopo che la scelta verra ufficializzata. Propongo di andare a manifestare a Piazza Matteotti davanti alla Provincia, facendo capire chiaramente che anche senza guida istituzionale i cittadini di Quarto dicono NO alla discarica, fornendo anche lo studio di Ortolani sulla inidoneità della cava ad ospitare i rifiuti, e i dati dell’ASL sull’incremento dei tumori nella nostra città.

  35. Eric58 said:

    CIAO A TUTTI, MI CHIEDO CON QUALE FACCIA (DI C.) I 17 CONSIGLIERI TRADITORI( NON VERSO LA GIUNTA MA VERSO I LORO CONCITTADINI E SOPRATTUTTO VERSO I LORO FIGLI E NIPOTI), HANNO IL CORAGGIO DI CIRCOLARE PER LE STRADE DI QUARTO DOPO AVER APPLAUDITO E CONDIVISO UN DOCUMENTO CHE ESPRIMEVA UN FORTE NO COMUNE E BIPARTISAN E ALLA DISCARICA A QUARTO . DOPO MENO DI 24 ORE ,GRAZIE A CHI Sà CHI E CHI Sà COSA HANNO PENSATO DI DESTABILIZZARE QUESTA COMUNITà CHE TRA MILLE DIFFICOLTà ERA RIUSCITA AD UNIRSI E A FORMARE UN UNICO BLOCCO UMANO. TUTTO CIò è MOLTO TRISTE , MA CI Dà ANCHE UNA MAGGIORE FORZA PER ANDARE AVANTI CON DETERMINAZIONE E SENSO CIVICO SEPPUR SENZA IL SUPPORTO POLITICO MA CON UN UNICA GRANDE FORZA:I NOSTRI GIOVANI , CHE STANNO DIMOSTRANDO GRANDE SENSO DI RESPONSABILITà , SACRIFICIO E SENSO CIVICO , EVIDENZIANDO ANCORA PIù IL DIVARIO CON UNA CLASSE POLITICA SENZA SCRUPOLI E SCELLERATA .

  36. Quartomondo said:

    – Precisazione e chiarimento del forum del quartomondo, sullo sciogliemento della giunta –

    Alla luce dell’ultima porcheria operata dalla “politica” quartaiuola, ovvero della trasversale alleanza tra consiglieri comunali, che ha determinato lo scioglimento della giunta comunale, il forum del QUARTOMONDO intende chiarire e precisare la sua posizione.

    Abbiamo spesso criticato il sindaco Secone ed il nostro giudizio resta negativo. Il Sindaco ha male amministrato, ha troppo spesso (quasi sempre) annunciato e rimandato tutte le opere e le idee di sviluppo promesse ai cittadini. Il sindaco, a nostro avviso, si è circondato di collaboratori poco capaci e di “alleati” carogne. Secone si è dimostrato troppo attaccato alla poltrona, portando in consiglio comunale cani e porci, pur di restare al suo posto. Il nostro giudizio resta negativo.

    Occorre però dare a Cesare quel che è di Cesare, è riconoscere che è una vera vergogna che i 17 consiglieri comunali abbiano VOLUTAMENTE, scelto questo delicato momento, per privare Quarto Flegreo della sua rappresentanza istituzionale.
    I conti con Secone, se proprio lo si voleva fare, si potevano chiudere mesi fa… ma non lo hanno fatto. Adesso, con la discarica che incombe e la necessità di non indebolirsi, quest’azione carognesca viene pagata solo dalla cittadinanza.

    In questo quadro, IL QUARTOMONDO, tiene fermamente a condannare le 17 chiaviche umane che hanno trasversalemente pugnalato non il sindaco Secone, ma il paese QUARTO FLEGREO.
    Per noi, che non abbiamo mai avuto dubbi in proposito, si tratta solo di una banale conferma.
    Gente che non riporta ai cittadini, ma a chissà chi, e che serve chissà quali interessi! Gente incapace, ignorante, inadeguata e che in altri luoghi non verrebbe selezionata o scelta, nemmeno per vendere le noccioline in strada! Ha RAGIONE SECONE, quando dice che auspica un interessamento della PROCURA DELLA REPUBBLICA, nella vicenda dello scioglimento della giunta.
    Ha ragione da vendere!

    QUARTOMONDO FORUM

  37. emigrato said:

    Quartomondo sono daccordo su tutto quello che hai detto… spero che Quarto si ricordera’ in sede di elezione di queste 17 merde umane qualora si dovessero presentare alle nostre porte a chiedere voti! Siete delle carogne!

  38. marisa said:

    anche io mi auguro che la procura faccia luce su questa operazione troppo oscura

  39. carlo said:

    COME FARE PER AVERE LA DISCARICA A QUARTO AL 100% con due semplici mosse:
    1) Sfiduciare il sindaco
    2) Aspettare che si insedi un commissario mandato dal governo (di centrodestra) e nel frattempo ci troveremo la discarica (voluta da cesaro di centrodestra)CESARO=BERLUSCONI=PDL=DISCARICA A QUARTO…
    …10 E LODE AI 17 CIALTRONI IN CONSIGLIO COMUNALE!!!!!
    se si fa la discarica a quarto…
    INVITO TUTTI I CITTADINI DI QUARTO A PORTARE LA MUNNEZZA A CASA DEI 17 POLITICARI VENDUTI E SENZA VERGOGNA CHE HANNO MANDATO A CASA IL SINDACO..IN UN MOMENTO IN CUI CI VOLEVA UNA COSA SOLA: COESIONE POLITICA…SENZA COLORI!!!!!!

  40. darko said:

    Un silenzio – assenso tombale del comune, dei vigili urbani e dell’ufficio tecnico caratterizza la costruzione, attualmente ancora in corso, dei seguenti illeciti edilizi :

    – via Dorando Pietri : 200 appartamenti che risultano SCUOLE sulla carta
    – via Don Michele Giaccio : 40 appartamenti che risultano UFFICI sulla carta
    – sull’intero territorio : 60 o più ville multipiano che risultano AZIENDE AGRICOLE sulla carta
    – via del primo maggio : 120 appartamenti con licenza falsata
    – via Viticella : 40 appartamenti con tanti punti interrogativi
    – via Dante Alighieri : capannone trasformato abusivamente in abitazioni ed uffici

    è giusto tutto ciò ?
    Che senso ha sperare nella politica per risolvere il problema della discarica di via Spinelli ?

    Perchè quando gli illeciti vengono compiuti in un amministrazione governata dalla sinistra la procura non indaga ?

    L’lenco precedente non è esaustivo, ci sono almeno altri 10 esempi eclatanti

  41. catonedomenico said:

    Cari lettori, devo nuovamente intervenire per chiarire sui 17 consiglieri, io e tanti di noi al contrario di pochi di voi ripeto e ritengo che sia giusto quello che hanno fatto. Quando non ci sono intese sui programmi e sulle cose da fare si va di nuovo al voto. Questo si chiama democrazia. Si sarebbero creati guai continuado a tirare alle lunghe, soluzione che avrebbe portando all’ agonia il paese in un momento di grave crisi economica e guardatevi intorno quante famiglie non riescono a tirare avanti, aziende che chiuduno. Oggi sono stato ad un importante convegno in cui abbiamo parlato di diritti umani, di povertà e di usura, Vi posso garantire che sono numeri negativi da capogiro. Con questo voglio dire che in tutte le economie moderne nei momenti di crisi sono necessari investimenti. Ebbene il nostro ex sindaco ha tenuto tutta l’ economia della nostra cittadina in ostaggio bloccando 80.000.000,00 di ero di investimenti che avrebbero dato 500 posti di lavoro ed un possibile futuro ai nostri figli. Se continua in questo modo potete essere sicuri che la spazzatura per le strade per la disperazione e la povertà dei cittadini non vi sarà, io questo momento preferico un rapido ritorno al voto per dare un nuovo indirizzo alla gestione della nostra cittadina, essenziale per non portarla alla morte economica. Per la discarica, inoltre potete essere certi che solo un politico pazzo potrebbe in campagna elettorare proporre ufficialmente l’ apertura di una eventuale discarica a Quarto. Saluti Catone Domenico.

  42. ANALISTA said:

    L’azione truffaldina , che i 11 consiglieri di minoranza più i 6 ” giuda”, hanno intrapreso è costellata non di buone intenzioni ma solo di un piano deciso sui soliti tavolini dei bar locali.
    Hanno cercato di pianificare al meglio la loro strategia, con le soliti tecniche , su cui hanno prosperato negli ultimi 40 anni.
    Promesse di spartirsi il territorio e gli affari speculativi, hanno messo tutti d’accordo, perchè se si scorrono i nomi dei vari personaggi si capisce bene che ognuno ha il suo orticello da curare e un’amministrazione che aveva deciso e costretto tutti a remare dalla stessa parte, compreso i ” compagni di merenda ” di cesario, ha scompigliato i piani ,che questi e cosentino avevano già pregustato con la discarica a Quarto.
    Come si nota, insieme allo sconforto dei cittadini onesti e che hanno a cuore le sorti del nostro paesone, i disturbatori di professione hanno iniziato in sordina a tesssere le tele ssquarciate da quest’improvvida e scelllerata decisione della ” sfiducia”.
    Amici, parenti ed affini, che sono tutti impegnati allo sviluppo e mantenimento delle proprie attività lecite o illecite, inizieranno a voler inculcare nelle menti delle persone che ” quelli” passati sono i peggiori e caso mai sono tutti uguali, ma come dice SAVIANO, dobbiamo rigettare queste tesi e spoargimento di fango, perchè questi sono maestri in materia, vedi il loro padrino BERLO, ( COSì LO CHIAMANO IN SPAGNA).
    Come in altri post ho dichiarato, Iannicelli e compagni hanno davanti a loro 2 alternative.:
    1) convincere cesario e cosentino ad abbandonare la decisione discarica sotto la spinta di 40 mila cittadini inviperiti e decisi a dare battaglia su tutti i fronti.
    2) convincersi che hanno toppato e che non hanno nessuna possibilità di presentarsi agli elettori perchè una sonora bocciatura li seppelirebbe sotto una sonora ” pernacchia” di Eduardiana memoria.
    Un ultima considerazione, volevo manifestare tutto il mio più grande disappunto nei confronti dei 6 GIUDA:
    LEPOLDO CARANDENTE TARTAGLIA, ESPOSITO GEPPINO, ESPOSITO GENNARO , CARLO GIACCIO, E AMIRANTE il sesto non ricordo esattamente chi sia, ebbene a bocce ferme, voi che siete stati sempre trasversali politicamente parlando e quindi figli di quella cultura di lavorio nelle tenebre, avete contribuito e non poco a tirare nel tranello i giovani consiglieri del PD e questi come allocchi hano creduto alle vs/ sirene.
    Del resto non si spiegherebbe il vs/ atteggamento e le vs/ reazioni stizzite di offese” zitelle” del prestigio perduto.
    Di Amirante si è sempre dubitato delle Sue buone intenzioni, già durante la campagna elettorale , il suo partito di appartenenza aveva nella propria base un certo maldipancia e le sue continue estemporanietà , nonchè l’ultima sconfessione del Suo referente BORRELLI, lo fanno apparire come l’uomo che è dedito agli affari di famiglia cercando di indorare la pillola schierandosi sotto la bandiera dell’ambientalista e sinceramente il movimento non ci ha mai fatto una bella figura.

  43. catonedomenico said:

    Caro analista, tra pochi mesi votiamo e vediamo il popolo come si esprime, tante volte con le tue analisi mi sono trovato d’ accordo, adesso vedo che ti schieri a sinistra. In democrazia vige la parola dei tanti. Il popolo decide. Se il popolo vuole riconfermare 17 li riconferma se ci vuole bocciare ci boccerà e noi democraticamente accetterema l’ eventuale sconfitta come del resto tante volte abbiamo perso e vinto.
    Ti posso assicurare quando nei prossimi giorni appronteremo il programma elettorale fatto di sviluppo e di vibibilità capirete le scelte dei 17 consiglieri. Poi è normale che tu esprimi un parere contrario non essendo di questi partiti. Inoltre, e questo lo dico a tutti quelli che lasciano i commenti, quando si firma le del firmatario contano molto di più di chi non ha il coraggio di firmarsi. Io quando dico una cosa metto la mia persona al giudizio chiaro dei cittadini, voi che non vi firmate potete dire solo favole, perchè non siete persone giudicabili. Diciamo una cosa importante SECONE HA FALLITO E L’ AGONIA ANDAVA FERMATE, IL COMENE AVREBBE FATTO BANCAROTTA. Il Paradosso Catoniano a difesa dei cittadini. Catone Domenico.

    • tata61 said:

      Il paradosso catoniano credo consista nel ribellarsi quando è più facile: i topi sono iprimi ad abbandonare la nave quando affonda. Ma ci ha pensato qualcuno molto più in alto di noi: avete visto il nebbione stamattina?sembrava milano! chi darebbe l’autorizzazione ad una discarica una situazione ambientale, metereologica, etc così?

  44. ANALISTA said:

    In genere le mie personali analisi, sono solo frutto di considerazini intime volgendo lo sguardo sulla società ,in particolare della nostra cittadina ed in generale di tutta la nazione.
    Che i miei orientamenti sono di propensione progressiste e democratiche è cosa risaputa e nota, però tale intima convinzione non preclude a voler volgere lo sguardo nel giardino del mio vicino e dirimpettaio, perchè dobbiamo renderci conto che solo con il confronto -scontro possiamo arrivare a quelle sintesi che possano dare sbocco e germogli ad impensabili situazioni di stallo.
    E generalemente non cerco di entrare mai nel merito di post di altri internauti, per cultura e costituzione propria, derivato dal fatto che i miei interventi sono celati da nick-name e quindi non paritario con altri internauti .
    Per cui prendo comunque spunto dal post- che mi ha indirizzato l’utente di cui sopra , per incominciare ad entrare nei meandri del ginepraio , che incomincia a dipanarsi.
    Molti utenti negli ultimi utenti a ragione o a torto, me compreso, avevano sollecitato al mondo politico locale di fare chiarezza su determinati comportamenti , e molti, me compreso avevano consigliato al nostro Sindaco Secone di staccare la spina a questo corpo istituzionale, che era la giunta comunale, ormai in via di decomposizione.
    Tale mia asserzione: ” staccare la spina”, mi fù contestato non più di circa un mese addietro, dall’egregio internauta, in questione, come un atto illiberale ed antidemocratico.
    ci sono post che lo testimoniano.
    Ora , richiamo l’attenzione degli altri utenti a fare una sola considerazione.
    Quando si chiacchiera ,che la società locale è in mano alle famiglie autocne , non diciamo mica una grande eresia, perchè come si evidenzia, le parentele e collusioni che si stanno sempre più evidenziando su quesi interventi sono sempre più ramificati nel territorio e se , come ammissione propria , Iannicelli e Amirante sono intimi parenti del presidente del PIP, che ha fatto una battaglia personale e stizzosa contro il decaduto Sindaco, possiamo anche immagginare a farci un’idea della trasversalità della sfiducia.
    Quando io richiamo alle responsabilità i nostri pseudo politici sono principalmente quelle morali e quelle etiche, e sicuramente quelli che si mpegnano in politica dovrebbero essere mossi dallo stesso spirito che ha animato i nostri padri costituenti e cita tra questi solo quelli di democristiana estrazione , come De gasperis. Fanfani e Moro, per ricordare a quanti ancora oggi si dichiarono “democristiani” che l’isegnamento di tali illustri POLITICI è ormai andato perduto e nessun’altro potrà prenderne il loro posto, in particolar modo oggi che con l’avvento di berlusconi il tessuto etico e morale di quello schieramento e notevolmente compromesso, quando personaggi come cosentino e cesario sono rappresentanti istituzionali e politici nella nostra provincia e regione.
    Pertanto e concludo, chi oggi paventa e sbandiera amicizie con tali soggetti dovrebbero avere la compiacenza di ammettere che questi sono figli di questa sottocultura mafiosa che tali soggetti trasdudano da tutti i loro pori. e che i cittadini di Quarto non ricattabili e non in vendita per 4 denari sapranno certamente fare una scelta dignitosa e moralmente accettabile e condannare all’obliò quanti oggi cercano , con atti impropri di condannarci una un futuro di malaffare ed immondizia.

  45. catonedomenico said:

    Caro analista su alcuni punti concordo su altri punti non concordo. Voglio ricordarti che la mia personale battagia per i Piani di Insediamento Produttivi dovrebbe essere di tutti perchè parliamo del futuro dei nostri figli, la realizzazione dei piani per cui mi batto dal 1986 da quando ero commissario giovanile dovrebbe rappresentare il passaggio di qualità da paese dormitorio a paese attivo e produttivo. E potrei ancora continuare, per quando riguarda i valori democristini io penso che lei non mi possa dare nessun insegnamento, dato che sono insiti di una cultura consolidata. Poi in ogni civiltà ci sono persone che fanno bene e che fanno male per questo devono essere giudicate. Per quando riguarda la trasversalità che lei decanta, le posso assicurare che tutti i miei parenti che fanno politica hanno sempre autonomamente svolto le loro attività politiche anche in contrasto con le mie idee, inoltre la convergenza esiste su un forte programma che sarà presenteto prossimamente alla cittadidanza. Dopo potrete giudicare. Certamente io elettore di Secone non potevo più stare con chi aveva tradito le istanze dei cittadini sottoscritte nel programma elettorale, chi fa politica si espone e si deve sottomettere alle istanze dei cittadini che lo hanno votato. Saluti catone Domenico.

  46. frattacchione said:

    per chi volesse partecipare alle iniziative dei vari comitati presenti al presidio, do il link del gruppo FB creato dal comitato flegreo in difesa dell’ambiente e del territorio:

    http://www.facebook.com/home.php?sk=group_135893733141304&id=139135699483774

    Comitato prevalentemente giovanile che ha organizzato anche il partecipatissimo dibattito tecnico con la rete di comitati della nostra regione e il concerto di ieri sera.

    Prossima iniziativa in programma un corteo cittadino al centro di napoli per arrivare sotto la provincia.
    La manifestazione è prevista per venerdi 11/02/2011.
    Invito tutti i lettori a salire sul presidio a partecipare all’assemblea quotidiana delle ore 19.00 e essere parte attiva della protesta.
    Protesta che tende a proporre soluzioni e non a dire soltanto no:
    Porta a porta, riciclo, riuso, compostaggio e così via fino a “rifiuti 0”.

    NO a discariche ed inceneritori!
    Si a un ciclo rifiuti fuori da logiche di potere!

  47. marisa said:

    Non è cosa difficile redigere un programma elettorale per una città come la nostra che ha tante urgenti necessità. Si cavalca l’onda con molta semplicità. Chi non vorrebbe più occupazione, più servizi, più vivibilità? A chi non interesserebbe un palazzetto dello sport piuttosto che una piscina comunale? Chi direbbe no ad una biblioteca, un teatro stabile, al recupero dei tanti siti archeologici? E di questo passo si potrebbero scrivere mille cose belle, necessarie, gradite a tutti. Ma il tutto ruota intorno a una sola domanda: Si farà la discarica? Ed è qui che vi voglio, 17+1. Avete per caso un nome da proporre senza macchie, senza connivenze, un nome che possa dare la speranza ai cittadini che quanto promesso in campagna elettorale possa essere effettivamente realizzato senza scendere ad alcun compromesso con i noti ras della zona? Come direbbe il bon Totò, signor Catone,….MA MI FACCIA IL PIACERE!!!!!!!

  48. Quartomondo said:

    🙂 Marisa cara; ma quando potrò leggerti anche nel quartomondo? 🙂

  49. tata61 said:

    non rispondono cara marisa, e non rispondono perchè sanno che potrebbe essere compromettente. per ciu ci girano intorno, buttano fango su questo, su quello, tergiversano, parlano d’altro cercano di distrarci, come sono abituati a fare, ma non ci caschiamo. e’ vero che non ci caschiamo?

  50. catonedomenico said:

    Cara marisa, criticare è facile, gestire è difficile soprattutto in una realtà come Quarto. Purtroppo io sono stato elettore di questo sindaco Traditore che ha tradito le istanze dei tanti cittadini per i pochi, questa riflessione dovrebbe porgela a lui, dato che mi batto da molto tempo per i diritti dei cittadini e degli impreditori di Quarto. Forse lei non ha letto i miei articoli o vuole fare solo polemica come i suoi colleghi anonimi. Si guardi intorno e veda di chi sono le responsabilità. Sicuramente le mie no, per incarico ricevuto, sono stato ostacolato, ed ho portato tanti soldini al comune che adesso andranno perduti, rappresentava il VERO SVILUPPO QUARTO, 500 posti di lavoro persi. La sua ultima frase la rivolga all’ exsindaco. Saluti Catone Domenico.

    • tata61 said:

      comunque abbiamo veramente una figura infelice venerdì quando durante il tg3 campania è passata l’intervista a secone per il no alla discarica dei comuni dell’area flegrea in quarto e faceva riferimento al documento del giorno prima, di tutte le forze politiche unite in un’unica battaglia ed a fine servizio la giornalista da studio comunicava che comunque 17 consiglieri si erano dimessi ed il sindaco secone sfiduciato. che vergogna! come a dire questo ormai non è più nessuno, e ci sarà chi avrà pensato: via libera!!!!

  51. il comunista said:

    Cara Marisa e Tata61 io non sono un tifoso di Secone ma che catonedomenico dica che lui si è sempre battuto per i diritti dei cittadini questo mi fa veramente ridere. E poi, di quale sviluppo parla catonedomenico di quello abusivista?e di quali posti di lavoro? quelli sotto pagati partime con orario da fulltime e precari a vita?

  52. catonedomenico said:

    egregio il comunista, leggiti il Paradosso Catoniano, poi rifletti perchè esite il precariato. Soprattutto a Napoli. Io sono sempre stato per il lavoro a tempo indeterminato. E tutti i miei EX dipendenti hanno avuto questo contratto. Questa domanda rivolgila ai tuoi falsi compagni oggi anche banchieri. Saluti Catone Domenico.

Comments are closed.

Top