SAURO SECONE INCONTRA LA CITTADINANZA DA “EX SINDACO”

Venerdì sera al Cine Teatro Corona l’ex Sindaco, Sauro Secone, ha voluto incontrare la cittadinanza per ribadire la sua versione sull’atto politico che, durante l’ultimo consiglio comunale, che avrebbe dovuto prendere in considerazione eventuali mosse contro il progetto di attuare una discarica in via Spinelli da parte della Provincia, ha visto invece 17 consiglieri firmare la sua sfiducia, facendo sì che per la quarta volta di seguito il Comune di Quarto venisse sottoposto a commissariamento.

In un momento delicato per le sorti del paese i cittadini quartesi avevano il diritto di comprendere le motivazioni di quello che, dall’esterno, è sembrato essere un atto irresponsabile su cui si è subito scatenato il botta e risposta dei manifesti dai quali le due “fazioni” hanno sputato le loro presunte e laconiche verità. Secone ha deciso invece di gridare la sua verità viva voce. In un teatro gremito come in poche occasioni l’ex sindaco  prima di tutto ha chiamato in causa i 17 consiglieri che lo hanno sfiduciato, svelando dei retroscena tragicomici riguardo le ore immediatamente precedenti il famigerato consiglio. Secone ha manifestato tutta la sua amarezza per il “tradimento” soprattutto di quelli che per più di tre anni di amministrazione hanno lavorato fianco a fianco con lui. Parole durissime per i consiglieri dell’Udc, in particolare per Carlo Giaccio, per il consigliere dei Verdi, Giovanni Amirante e per l’ex presidente del consiglio comunale, l’avvocato Leopoldo Candente Tartaglia che il sindaco aveva difeso arrivando alle dimissioni, quando la sfiducia toccò allo stesso, ma ancora parole al veleno per l’ex capogruppo del Pd, Gennaro Esposito. Secone se la prende con chi poche ore prima gli aveva assicurato di non firmare l’atto e dichiara di essersi vergognato per la magra figura che la politica quartese ha fatto dinanzi alle delegazioni degli altri paesi presenti. L’ex sindaco ha poi passato in rassegna i progetti portati a termine dall’amministrazione e quelli in sospeso che rischiano di saltare. Qualcuno ha visto nell’incontro l’intento di una sorta di primo round della prossima campagna elettorale anche se l’ex sindaco giura che sarebbe difficile affrontare altri 5 anni spalla a spalla con chi “cura soltanto i suoi interessi e lo ha dimostrato abbandonando il paese nel momento del bisogno”. Perplessità riguardo ai tempi per la prossima tornata elettorale, troppo vicina perché si possa pensare che i partiti si riorganizzino o che si costituiscano delle liste civiche capaci di affrontare i problemi del paese. Quel che è certo è che a Quarto, probabilmente grazie al pericolo scampato della discarica, le coscienze cominciano a muoversi e si respira una nuova aria di interesse rispetto alle vicende politiche.

Salvio Di Lorenzo

In attesa della risposta della controparte ascoltiamo le parole di Secone che al termine della serata è stato raggiunto dal nostro direttore, Umberto Milazzo.

2 Comments

  1. ANALISTA said:

    Ieri sera come tanti concittadini desiderosi di una partecipazione democratica e di udire pesonalmente e senza tramiti cosa si nascondeva dietro l’atto dei 17.Ho partecipato all’invito rivoltomi dall’ ex Sindaco Secone , ove senza mezzi termini ha chiaramente elencato in senso cronologico le varie fasi, di come è maturata la crisi della sfiducia.
    Non stò qui a ripetere ed ad accusare gli 11 + i 6 personaggi che ammorbano l’aria cittadina da lustri e lustri con le loro peripezie e concussioni varie , perchè a differenza di quanto asserito dallo stesso Secone , costoro non meritano neanche di essere annoverati tra le specie di ” uomini” della lista di Sciacca, ma Io personalmente li vedo invece meglio assimilati alla foto che giganteggia sul sito di “napoletani nel mondo”.
    Ecco quella è la loro vera natura di materia umana.
    Persone che non hanno dignità, etica, moralità, senso civico, Etc, Etc.
    Come può una cittadina sopportare ancora il lezzo che emanano continuamente in particolar modo nei luoghi da loro più frequentati ossia i bar cittadini o gli affranti più nascosti?
    Noi cittadini dobbiamo incominciare ad avere un rapporto diverso nei confronti delle istituzioni e di coloro che vorrebbero gestire i nostri destini e le nostre speranze future, nei confronti di tutti dico, anche di coloro che oggi vogliono cavalcare un certo disagio ma che ieri hanno contribuito non poco a minare alla base un programma condiviso.
    Io non sò se Sauro si cimenterà in una nuova campagna elettorale, però vorrei di nuovo ribadire il mio punto di vista , che è anche quello di molti conoscenti , ossia che si deve cambiare registro per le rappresentanze ed azzerare il tutto , portando una ventata di frechezza e di nuovi soggetti esenti da contaminazioni con vecchi apparati che sono sugli scudi da 30 e più passa anni.
    Se costoro sono veramente interessati alle sorti dei concittadini ed alla città facessero un passo indietro e con la loro esperienza supportano quanti vogliono cimentarsi in questo compito fatto di sacrifici senza rendiconti personali.

  2. Il Federalista said:

    Ciao a tutti, sono stato fuori per una vacanza di una settimana ed è successo quello che tutti volevano, innanzitutto la discarica a Quarto non si farà più (ma chi lo aveva mai detto che si doveva fare?)………………………………….sua amarezza è stato mandato a casa finalmente una bella giornata ahahahhahaahha………………aspetta, aspetta, ma forse stò sbagliando? ho letto i blog ma mi sembra che un po tutti hanno cambiato idea, mi sembrava che tutti volessero che sua AMAREZZA andasse a casa, adesso non mi sembra più che si volesse questo, ma fatemi capire forse è cambiato qualcosa in questa settimana che è appena trascorsa? ma mica anche il dott. Cangiano ha cambiato idea contro il suo rivale socio di studio.
    Certo che è tutto strano, io ci avevo creduto a quello che mi dicevate, vi confesso che con grande AMAREZZA sono FRANCAMENTE deluso dal VOLTAFACCIA di voi tutti, quasi quasi adesso comincio a dire che siete dei BUGIARDI e vi lancio un po di fango addosso.
    ahahahhahahahhhahahahhahahha, scusate, ma sto scerzando su quel che è rimasto di sua AMAREZZA, ma come faremo adesso che non c’è più ahahhahahahhaahhahahahah. Adesso vi do una indiscrezione, ho sentito dire (scusate ma adesso parlerò in politichese stretto) che la componente trombata del PD stia lavorando per silurare lo Spinone alias sua Amarezza alias Pinocchio per non farlo uscire candidato nel PD ed udite ……..udite con quale partito stanno trattando………………..provate un po voi a scoprirlo, alla prossima puntata.
    P.S. devo dire la verità, ieri sera sua Amarezza ha dato il suo meglio e devo dirla tutta ha scelto anche la sede appropriata………………………….il teatro ahahahahahhaahahhaaha
    The Federalist

Comments are closed.

Top