QUANTO COSTA LA POLITICA QUARTESE AI CITTADINI?

Questo il senso di una interrogazione consiliare presentata al presidente del consiglio comunale, dal consigliere Franco Cangiano. Secondo indiscrezioni sembrerebbe che la somma erogata in due anni sia pari a circa 420mila euro.

Nella interrogazione del consigliere Franco Cangiano si legge “ che è sempre più diffusa la voce tra i cittadini di Quarto di un presunto spreco di risorse pubbliche per il mantenimento dell’attività politica svolta regolarmente dai consiglieri comunali di Quarto, pertanto convinto che tali voci non corrispondono al vero e che non vi sia spreco di risorse pubbliche ma di normali spese per la normale gestione politica chiedo che venga resa pubblica la somma che il comune spende per i trenta consiglieri comunali. Allo scopo di salvaguardare l’onorabilità di tutti i consiglieri, si legge ancora nella interrogazione, di rendere pubblici nel corso del consiglio comunale, nel rispetto della legge sulla privacy ma anche nel rispetto della legge sulla trasparenza dei conti pubblici, i dati inerenti le spese sostenute dal Comune di Quarto negli anni 2009 e 2010 per i singoli consiglieri nello svolgimento della loro attività politica (commissioni, consigli comunali e quant’altro). Si ritiene opportuno inoltre che tali dati siano forniti per iscritto agli stessi singoli consiglieri”. Interrogazione, però, che non è stata inserita all’ordine del giorno del consiglio comunale prossimo previsto il 1 Febbraio prossimo con la motivazione che c’erano altre cose più importanti da discutere e cioè la, nomina del nuovo presidente del civico consesso e l’adesione alla stazione pubblica appaltante.                                                                                                              Umberto Milazzo

35 Comments

  1. Quartomondo said:

    Gentile dottor Cangiano, la ringrazio per questa sua iniziativa e sappia che, dall’altra parte, la si considera una specie di Santo. Continui così! 🙂

  2. Il Federalista said:

    Caro Cangiano, per fortuna che ci sei tu, il nostro cavaliere senza macchia e senza paura.
    P.S. se nel caso hai bisogno sono sempre a tua disposizione.
    The Federalist

  3. Quartomondo said:

    Tenuto conto dell’ “ambientino” in cui si muove, caro cangiano, le consiglierei molta attenzione…

  4. Pasquale Massa said:

    Tutto ciò che porta ad una maggiore trasparenza può solo avere l’apprezzamento e il sostegno di tutti, Bravo Franco!

  5. catonedomenico said:

    Caro Cangiano, hai portato un tema anche a me caro. Dalla lettura leggo che sono cifre riferite solo ai Consiglieri Comunali, sarebbe interessante avere i numeri anche per gli Assessori e Sindaco. Inoltre sarebbe interessante sapere se questi numeri sono comprensivi anche di costi aggiuntivi, quali, cancelleria, costo copie, telefoni cellulari ecc.
    Nella gestione i costi sono accettabili quando si raggiugono gli obiettivi e ci sono i risultati positivi. Quando i consiglieri comunali e gli amministratori attuano bene i loro compiti, i servizi funzionano E si tiene in equilibrio il bilancio TUTTI I COSTI SONO ACCETTABILI. Quando invece i servizi non funzionano, quando non vi è programmazione economica, quando non vi è programmazione del territorio, quando non si tiene in equilibrio il bilancio TUTTI I COSTI NON SONO ACCETTABILI, diventa un FALLIMENTO. Saluti ai lettori Catone Domenico

  6. quartesedoc said:

    sono perfettamente daccordo con lei sgi. Catone, se gentilmente il consigliere Cangiano ci pubblica anche i costi degli assessori , sindaco, staff, ecc..

  7. Quartomondo said:

    Se i dati sono pubblici, non sarebbe male riuscire a prenderne visione.
    Tanti professionisti, tutti con doppio o triplo lavoro, non dovrebbero dispiacersi di far sapere ai paesani quanti soldi portano a casa, grazie alla loro apprezzata prestazione come politicari di Quarto Flegreo.

  8. Francesco Cangiano said:

    Sono perfettamente d’accordo con il Sig Catone che eventuali spese debbono essere sempre relazionate agli obiettivi raggiunti: io non mi reputo idoneo a verificare se la spesa è stata compensata dai risultati, lascio questo compito soprattutto agli elettori.
    L’amico Catone di certo non può non sapere che i compensi percepiti dai singoli consiglieri o assessori o sindaco non possono essere resi pubblici se non da loro stessi per motivi legati alla privacy. La mia interrogazione riguarda soprattutto i costi dell’attività della politica nella sua totalità, perchè in questo caso, non essendovi uno “stipendio” non può essere quantificata a priori. Per le altre cariche che lei indica (figure tecniche) invece chiunque può avere un’idea di massima essendo una retribuzione che viene stabilita per contratto (basta andare su internet e si ricavano i dati): per quanto riguarda la mia personale opinione è che al di là dei meriti dei vari assessori, trovandoci in una situazione finanziaria molto delicata, penso che otto assessorati siano troppi e che si potrebbe eliminarne qualcuno, ma anche in questo non sono certo io a decidere. Al momento credo che la spesa sostenuta dall’Ente per tutti gli assessori sia più o meno di 200000 euro all’anno. Per quanto riguarda lo staff non ne ho davvero idea ma anche qui trattasi di contratti stabiliti per legge e in questo caso mi sembra (almeno è mia opinione) che il numero di persone impiegate in questo compito non sia certamente eccessivo (ne ho visto di molto peggio): poi se vi sono i risultati o meno è un altro discorso.
    Dimenticavo… il Sindaco le assicuro che continua a lavorare nella sua professione a tempo pieno, quindi percepirà certamente il minimo consentito dalla legge (può trovare eventualmente la cifra da solo, scoprendo che, al di là dei risultati che ripeto sono sempre opinabili, il tempo dedicato all’attività di Sindaco viene appena appena ricompensato).
    Saluti

  9. Francesco Cangiano said:

    Comunque siccome io non ho problemi a farlo: il Consigliere Cangiano per la partecipazione alle commissioni ed ai Consigli comunali ha percepito dal Comune di Quarto per gli anni 2009-10 circa 2500 euro (più o meno 100 euro al mese).

  10. Quartomondo said:

    Faccio fatica a pensare che gli altri abbiano percepito la stessa cifra.

  11. catonedomenico said:

    Caro cangiano, a me non interessa sapere per singola voce quanto guadagnano, poi è lavoro e tempo che perdono e va retribuito, il problema sono i risultati. Comunque chiedere al funzionario per macrovoce non crea problema di privacy. Io già so in linea generale quanto guadagnate, il problema è il contorno delle spese. Tenendo sempre presente, quello che ho sempe detto a chi mi conosce, importante quando si amministra sono i risultati, se si fanno prima gli interessi della collettività vi possono essere insieme anche gli interessi personali nei limiti consentiti dalla legge. Quando si fà il contrario si creano danni. Non solo danni alla collettività, ma anche danni al furbo di turno, quello che guadagnano lo perdono in quello che io definisco “svalutazione insieme paese” (mi spiego meglio: quando non si amministra bene e si lascia una cittadina all’ abbandono, al degrado ed altro, automaticamente per leggi economice e sociali che non stò qui a spiegare, portano alla svalutazione di tutti i beni). Saluti catone Domenico.

  12. Il Federalista said:

    aspettate un attimo che vado a prendere il ……….pallottoliere cosi faccio due conti, se ho capito bene la sola giunta composta da circa 8 assessori, se non sbaglio, più il sindaco guadagnano più di tutti e 30 consiglieri all’anno?
    Certo che è una somma notevole, visto che gli assessori vengono nomin ati dal sindaco e non eletti dal popolo.
    The Federalist

  13. Il Federalista said:

    Se poi ci mettiamo il fatto che questa giunta ha fallito quasi tutti gli obiettivi allora stiamo freschi.
    Facciamo un po di mente locale:
    – PIP …………………………….. Bocciato
    – Farmacie Comunali…………. in sala di rianimazione
    – Assunzioni……………………..Bocciate
    – SAUT …………………………..Aspettando il miracolo
    Tirando le somme possiamo dire che abbiamo assistito ad un grande fallimento, e poi più serenamente dovremmo prendercela con noi stessi visto che ce li votiamo.
    The Federalist

  14. Quartomondo said:

    Ma perchè preoccuparsi? Secone direbbe che risolverà tutto entro il 5 febbraio! 🙂

  15. quartaginese said:

    X CATONE

    Ma che vai dicendo? “è lavoro e tempo che perdono e va retribuito”? Ma stai fuori? Tu che sai tutto, non sai che tra i meglio retribuiti ci sono persone che sono o dipendente della propria ditta, o dipendenti della ditta della moglie o falsi dipendenti di accomodanti ditte? Ma lo sai che l’83% degli emolumenti é percepito da soli 12 soggetti? Lo sai che una sola commissione si é riunita quasi una volta al giorno senza produrre nessun atto? Lo sai che ci sono personaggi che in due anni hanno percepito chi 50, e chi 40 mila €?

    Ma facci il piacere…

  16. catonedomenico said:

    Caro quartaginese, non conosco i numeri che dai, come hai potuto leggere Cangiano ha dato una cifra per altro non ufficiale, circa 420.000,00 euro che diviso 30 consiglieri, diviso 2 anni da una media matematica per consigliere di 7000,00 euro annui. Dei 50 o 40 mila non so, poi tieni presente che da circa 18 mesi mi hanno chiuso le porte. Quindi il mio discorso è in generale, inoltre se rileggi attentamente ho scritto chiaramente che a me interessano i risultati, se i risultati non ci sono qualsiasi cifra che quadagnano è VERGOGNOSA. Questo io l’ ho scritto in un modo elegante adesso, per risponderti, scendo a un livello più basso. La gestione è FALLIMENTARE. Cordiali saluti. Catone Domenico.

  17. Quartomondo said:

    Quartaginese, hai catturato tutta la mia attenzione! 🙂 Percentuali e numeri tanto precisi, arrivano da qualche parte, non sono il frutto di supposizioni grossolane. Perché non spendi qualche minuto a dirci tutto?

  18. quartaginese said:

    Scusate ma attendo un parere legale che m i arriverà non più tardi di lunedì sera. Io Ho le cifre esatte ma non vorrei passare un guaio, Un poco di pazienza e avrete nomi e cifre.

  19. catonedomenico said:

    Caro quartaginese hai acceso anche la mia curiosità, mi potresti almeno indicare se si tratta di persone della maggiornaza e di quale partito, esprimendo in modo generale senza fare nomi non violi la privacy. Inoltre i 40000, 50000 sono per anno o dal 2007 ad oggi? Saluti.

  20. Francesco Cangiano said:

    Visto che la discussione sta prendendo una piega secondo me sbagliata che non porta da nessuna parte e considerato che è stata la mia interrogazione ad avviarla, forse è il caso di riportare il tutto su un corretto binario, per evitare di dar luogo a fughe di fantasia con cifre fantasiose. La discussione deve servire a risolvere il problema non certo ad alimentarlo.
    Il tutto nasce quando per caso leggo un documento firmato dalla ragioneria del Comune in cui si evidenziava che il Comune spendeva annualmente circa 200000 euro per i gettoni di presenze e per il rimborso ai datori di lavoro che continuano a pagare regolarmentee gli stipendi,. Da una analisi attenta di documentazione più accurata usciva fuori che la cifra reale si discostava di poco: circa 220000 euro di cui circa 120000 per i gettoni di presenza. Tralasciando la spesa per i rimborsi ai datori di lavoro (previsti per legge ed eventuali trasgressioni non sono certo di competenza politica), ho posto l’attenzione sulla spesa per gettoni di presenza. Da qui la mia interrogazione.
    In effetti il nostro regolamento prevede massimo 2 commissioni settimanali tranne casi eccezionali per argomenti importanti: essendo esse, sempre per regolamento, consultive e non propositive, si riuniscono per esprimere parere in merito ad argomenti che devono essere sottoposti al voto del CC.
    Ora facendo dei calcoli anche sommari, si evince che:
    numero di commissione 2 a settimana * 52 settimane = 104 commissioni annuali (prevedendo commissioni anche ad agosto e a natale)
    gettone = circa 30 euro
    104 commissioni annuali * 30 = 3120 euro annuale a consigliere
    3120 euro * 5 consiglieri = 15600 euro per commissione annuale
    15600 euro * 6 commissioni = 93600

    a fronte di una spesa reale di circa 120000

    Se a questo aggiungiamo che nella mia commissione, ad esempio, i consiglieri prendono ognuno gettoni per euro 1300 circa annuali (e non 3120), capirete il perchè di una discussione pubblica in CC.
    Ribadisco che il mio ragionamento esclude i rimborsi per motivi di lavoro (anche se è una spesa del Comune), perchè previsti per legge (per quanto mi riguarda non ho motivo di pensare a presunte irregolarità) e perchè comunque per molto più della metà dei consiglieri si evita di pagare rimborsi (ad esempio gli enti pubblici non li richiedono continuando a pagare regolarmente loro gli stipendi, come capita a me con l’ASL o come capita ai consiglieri che lavorano presso altro comune).
    Saluti

    ps non ho inteso valutare la spesa che il comune sostiene per assessori o componenti lo staff, solo per una ragione precisa: si tratta di figure tecniche che prestano la loro opera dietro retribuzione stabilita per legge e non si può discutere su questo. Si può farlo sui risultati raggiunti, sulle loro capacità, si può discutere se otto assessori sono troppi, ma questo è tutt’altro discorso. Semmai in un’altra mozione….

  21. Quartomondo said:

    Mi scusi Cangiano, ma stavolta, ed è la prima volta 🙂 non la seguo. La questione è assolutamente geenrale e la discussione apre fronti che, se Quartaginese avesse ragione e ci dettagliasse, sarebbero davvero di interesse assoluto, oltre che generale.
    Se, come segnala Quartaginese, esistono dei politicari fintamente assunti da ditte e che ricevono rimborsi con soldi pubblici, credo che sia GIUSTO conoscerne i nomi.
    Se altri eminenti politicari, lavorano nella propira ditta o in quella della moglie (comodo), e ricevono rimborsi da soldi pubblici, che si conoscano i nomi di questi “fortunati”.
    Se fosse ancora possibile risalire alle differenze che passano tra le certe cifre fornite e quanto ci segnala Quartaginese, sarebbe tutto ESTREMAMENTE interessante.

    In effetti, dottor Cangiano, la discussione rischia proprio di farci arrivare dove tutti si augurino arrivi, ovvero a scoprire certe ingiustizue, a cominciare dal fatto che lei, appassionato ed utile alla collettività, viene gratificato con 100 euro al mese ed altri, viceversa, sembrerebbero (tutto da verificare) beneficiare di somme ben più interessanti e tutte derivanti da soldi nostri.

    Mi auguro che Quartaginese, dopo aver introdotto dati e situazioni tanto interessanti e serie, provveda poi a portare qui le sue informazioni, ed essendo persona seria e sensata, lo farà.

  22. Il Federalista said:

    Io a differenza di Cangiano ritengo che la questione dei costi vada considerata a tutto campo, anche perchè non credo che i 200.000 euro per i 30 CC siano meno pesanti dei 200.000 euro per i 7 assessori + il sindaco, visto che come dice totò è la somma che fa la differenza.
    Poi onestamente sono un po deluso dalla posizione del dottore, perchè credevo che lui volesse mettere il dito nella piaga e dire i nomi e le competenze di quei consiglieri che a suo dire avessero avuto un comportamento non proprio ortodosso, invece stai retrocedendo…………..
    Onestamente mi sta mancando qualche tassello, se a te gli sprechi per gli assessori ed il sindaco sono leggittimi allora non capisco il senso della tua battaglia per il risanamento dei conti.
    CMQ sono daccordo con Quartomondo, vogliamo saperne di +.
    Vado un po sul “marciapiede del bar” a cercare qualche nuovo indizio.
    A più tardi
    The Federalist

  23. Francesco Cangiano said:

    Gentile Quartomondo, nel mio cmmento ho cercato solo di distinguere i due aspetti del problema: politico e “altro”.
    Per quanto riguarda la politica, è mia opinione che ci sia un chiaro venir meno delle regole (almeno da quello che appare: gli interessati daranno, se vogliono, le opportune giustificazioni del loro operato. Potrebbero dimostrare, in altri termini, con verbali od altro la necessità di quelle commissioni fatte in deroga al regolamento): trattasi comunque sempre di politica.
    Infatti da quello che so e che si evince dal mio precedente ragionamento, è vero che ci sono consiglieri comunali che fanno un numero di commissioni tale da percepire oltre 10000 euro annuali (i nomi sono coperti dalla privacy): sta a loro, ribadisco, rendere conto della necessità di tali commissioni in sede politica (sarebbe compito del Presidente del Consiglio e mi auguro che il prossimo decida di mettere mano alla delicata questione).
    Per l’altro aspetto (finte ditte, assunzioni familiari, o altro) io non ho elementi per pronunciarmi (e per me fin quando non è provato, siamo tutti innocenti) e qui finisce il mio ruolo “politico”, essendo eventualmente questo di competenza di altri organi come ho detto più volte.
    Sempre disponibile
    Francesco Cangiano

  24. Francesco Cangiano said:

    Nessun passo indietro gentile federalist. Non non mi potete chiedere però di dire pubblicamente cose di cui non ho prove nè potete pensare che io trasgredisca alla legge sulla privacy: alla fine qui io ci metto il mio nome e cognome!.
    Per quanto riguarda assessori ed altro, mi sembrava di essere stato chiaro: il ragionamento non va fatto su quanto percepiscono (non essendo variabile ma stabilito per legge) ma sulla loro effettiva utilità in termini di numero e di obiettivi raggiunti: semplicemente non credo sia qui il luogo adatto. Se vuole sapere la mia opinione: sono troppi in questa situazione finanziaria (lo denuncio politicamente qui e al comune, ma non posso impedirlo; spesso abbiamo avuto e forse abbiamo assessori assolutamente inutili, a volte anche dannosi; ma abbiamo avuto ed abbiamo anche assessori capaci che si “guadagnano” con pieno merito quanto percepiscono.
    Come vede la discussione va spostata su un altro livello.
    Saluti

  25. Quartomondo said:

    Credo, e spero, di capire la sua posizione dottor Cangiano. Resta il fatto che non ha alcun senso logico rallentare o stoppare la discussione. Non credo moltissimo alla volontà di fare trasparenza, da parte dei politicari di questo paese, visto che hanno sempre preferito l’opacità alla trasparenza.
    Faccio proprio fatica a pensare che quella gente, tutta unita,tenga una mini conferenza stampa per dichiarare pubblicamente quali sono le sue mansioni e da quali contratti di lavoro esse siano regolate, nell’azienda (tutte le informazioni possibili) in cui RISULTANO o RISULTEREBBERO impiegati.
    Sarebbe interessante conoscere la somma degli emolumenti, i benefits, il telefonino, l’accesso a servizi speciali…tutto. Io vorrei conoscere tutto di CHI PAGO, per ottenere i miserabili risultati che da un decennio vedo concretizzarsi in questa ‘zozzimma’ di paese.
    Tenuto conto che non credo a tale gesto di chiarezza e trasparenza verso gli amministrati, non mi dispiacerebbe affatto se, attraverso QUASIASI VIA si potesse giungere alla conoscenza.
    Anche attraverso interventi di “altri organi” come dice lei…ma magari! Sa in quanti festeggerebbero a vedere le vetture della GdF e dei Carabinieri girare per certe strade di Quarto Flegreo! Immagina quanta gente festeggerebbe, nel sapere che dei VERI ISPETTORI inviati “da fuori” si stanno occupando sul serio di Quarto Flegreo?

    No, io continuo a preferire che questa discussione si sviluppi, e che tutte le informazioni concrete e vere siano fornite ai cittadini (esattemente il contrario di quello che fanno i politicari di questo paesaccio).

  26. Francesco Cangiano said:

    Gentile Quartomondo, Lei ha capito perfettamente. Credo si sia capito che io ho tutti i dati numerici, rilasciati dal Comune, sulla questione in oggetto: numeri che vanno letti attentamente. Molti di questi però ad iniziare dai nomi, sono coperti dalla legge sulla privacy: io in qualità di consigliere posso visionarli e porre il problema politico (come ho fatto con la mia interrogazione), poi non so la discussione in quell’ambito a cosa porterà: di certo con alcuni consiglieri stiamo lavorando per portare, se possibile, a votare regolamenti che ci consentano di pubblicare questi dati, anche per salvaguardare chi tra i consiglieri rispetta le regole. Con questo non intendo certo bloccare la discussione qui, ma invito tutti a non dare numeri a caso e a non fare illazioni gravi se non possono essere poi provate.
    Vede se come ho spiegato prima c’è una regola da rispettare (2 commissioni settimanali, regola proposta da me e dal defunto consigliere Di Roberto e votata all’unanimità dal consiglio tutto) e se vedo che quattro commissioni su sei la disattendono, intravedo qualcosa che non funziona e do inizio alla discussione nel palazzo: questo uno dei miei compiti.
    Voglio esprimere con altre parole quanto già detto precedentemente.
    Dato 104 il numero massimo di commissioni permesse all’anno, e già è una esagerazione, se vedo che 4 commissioni superano ampiamente tale numero fino ad arrivare in un caso ad un numero pari a 224, io non mi sento di guardare dall’altra parte: è chiaro poi che questo surplus di commissioni porta anche anche ad un aumento notevole della spesa per rimborsi, quando sono previsti, (più commissioni più rimborsi) sulla qual cosa non parlo di irregolarità ma di una conseguenza che porta ad un notevole aumento delle spese.
    Sempre piacevole discutere con Lei
    a presto

  27. Il Federalista said:

    ahahahahahaha, questa cosa stà cominciando a diventare veramente divertente, sono stato un po in giro nonostante la pioggia…….caro Cangiano hai veramente acceso la miccia, mi sa che a questi politicari gli hai veramente rotto le uova nel paniere.
    Sono un bel po inc….. per questa tua presa di posizione non immaggini quello che stanno dicendo………
    Faccio qualche pettegolezzo che credo sia tale, cmq dicono, e credo che se fosse vero rasenterebbe veramente la stupidità assoluta, che quando è stato votato quell’atto “qualcuno” abbia apportato quella modifica di cui tu parlavi senza che gli altri se ne accorgessero, ma pensa te che sprovveduti………ahahahaahahahaha
    Non solo, dicono che difendi lo spreco degli assessori perchè TU, ma io non ci credo, durante questi 4 anni avresti goduto grazie alla grande stima ed amicizia con sua AMAREZZA del BARONATO assessorile alla CULTURA sport etcc. con costi per l’amministrazione a 5 zeri, con tre persone diverse di cui adesso non ricordo i nomi senza produrre un granchè,e che, e questo e veramente troppo, nell’ultimo anno avresti avuto l’assessore pur essendo non in linea con sua Maesta il Sindaco.
    Non ti dico altro perchè ritengo siano tutte cretinate, si arriva all’assurdo inquesto paese, ma mi faccia il piacere……………….ahahahahahahaahah
    The Federalist

  28. Francesco Cangiano said:

    Può dispiacermi quello che mi dici, visto che mi sembra di aver agito sempre nella massima correttezza verso le persone: può capitare comunque di non accorgersi di quello che si vota, ma non credo che questo possa essere motivo di discredito verso chi ha fatto la proposta, ma si dovrebbe di certo non dirlo per non passare per chi va in Consiglio e vota senza neanche leggere gli atti. Anzi ti dico di più: il regolamento fu prima scritto da una commissione composta da sei consiglieri (tre di maggioranza e tre di opposizione con presidente Iannicelli del PDL), poi sottoposto al parere del Presidente del Consiglio ed infine del Segretario Comunale: solo dopo fu votato in CC. Mi sembra un lungo iter per dire non lo sapevamo.
    Per le altre cose che dici, non mi va neanche di commentarle se non con le parole del sommo poeta: NON TI CURAR DI LORO MA GUARDA E PASSA! Del resto non è che rimango sorpreso e a dirti il vero neanche infastidito. Mi aspetto che diranno anche di peggio. Mi spiace solo che in questo modo offendono l’intelligenza dell’amico Tiseo che non è stato certo il mio assessore ma ha sempre lavorato come assessore del Comune di Quarto (ed anche bene direi adire di tutti): tra l’altro l’assessore Tiseo ha ricoperto quella carica solo per 14 mesi e non quattro anni, prima vi era una rispettabilissima persona in quota PD e non vedo come avrei potuto fare quello che si dice.
    Ma se ti raccontassi quello che si è detto di me in questi anni ogni volta che esprimevo posizioni diverse, credimi ci sarebbe da scrivere un libro.
    Saluti

  29. quartopotere said:

    Secondo me le questioni sono tre. La prima é quella delle commissioni, la seconda é quella dei rimborsi, la terza é quella degli assessori. Non bisogna fare confusione. Come dice il consigliere Cangiano, non si può pontificare sula fatto che si é dipendenti o meno in modo fittizzio o reale. Questo é nella coscienza di quei consiglieri che ottengono tali rimborsi o, eventualmente, é materia della procura della Repubblica. Ma fino a prova contraria vige il concetto dell’innocenza e non della colpevolezza. Gli emolumenti degli assessori sono stabiliti per legge e quindi non criticabili, se non sul numero stesso degli assessori. Il problema insiste, invece, sulle commissioni, sulla loro utilità, sui loro deliberati (?) sia pure consultivi e sul loro numero. Una nota degna di rilevanza é il fatto che tutti i consiglieri sono impegnati in commissioni, nessuno escluso. Il merito di aver rimestato in questo andazzo é sicuramente del consigliere Cangiano ma va detto che i dati sono stati prodotti da impiegati comunali (lo dice Cangiano ed io non ho motivo per dubitarlo, anche perché diversamente non sarebbe stato possibile). Ora, se questi dati sono passati per mani diverse, potrebbero essere rimasti anche in altre mani, di cosa ci si meraviglia? Basta guardare a livello nazionale le quasi 400 pagine che riguardano colui che crede di rappresentare l’Italia che non si sente di essere, da lui, rappresentato, e che sono a disposizione del (disgustato) mondo intero. Il Federalista ha fatto la sua inchiesta personale ed ha raccolto panico e stupidità (possibile mai che i consiglieri non sappiano cosa approvano?), facendoci capire, ancora meglio, in mano a chi siamo (un bravo al Federalista). Da tutto questo emerge solo il dottor Cangiano che vigila e non teme di dire la verità.

  30. Quartomondo said:

    – quote di quartopotere
    non si può pontificare sula fatto che si é dipendenti o meno in modo fittizzio o reale. Questo é nella coscienza di quei consiglieri che ottengono tali rimborsi o, eventualmente, é materia della procura della Repubblica.

    Scusa quartopotere, ma questo è l’unica parte sulla quale non la penso come te.
    La presunta coscienza dei consiglieri, non è un dato utile, viceversa l’arricchimento illecito ed ingiustifcato, resta ancora un reato. Le eventuali false dichiarazionim restano ancora reato…qualora certe informazioni passate da quartaginese fossero confermate, si configurano reati e materiali per i tribunali, altro che coscienza dei politicari (quale?)

  31. Quartomondo said:

    Peccato che tutte queste interessantissime riflessioni e considerazioni, resteranno chiuse qui dentro…in questo sito, senza mai raggiungere la grande rete internet (ed è una negazione assoluta della pecularietà di internet come media). Cittadini che discutono, si interrogano e propongono, meriterebbero,a mio avviso, una modalità normale e regolare, non questa “unicità” speciale che castra e chiude le porte. Il direttore Milazzo, recentemente, scrisse, che si sarebbe adoperato anche per migliorare tale punto, ma ancora non accade nulla. Speriamo in bene.

  32. catonedomenico said:

    Certo Quartomondo per come fa lei informazione, sicuramente non si raggiunge nessun media, tanto tra poco verrà oscurato anche il suo grande sito “cesso di internet” usando le sue stesse parole. Almeno Milazzo con le sue poche risorse cerca di dare informazione a tutti, e non come fa lei a mettere commenti senza dare la GIUSTA VERSIONE. Vergognati. Catone Domenico.

  33. Quartomondo said:

    Speriamo che vengano fuori altri dettagli su questa faccenda, anche se credo proprio che adesso la discarica avrà tutti i titoli per se.

  34. catonedomenico said:

    Certo che con uno come lei possiamo stare tranquilli, con le sue grandi sinfonie di parole. Con il suo grande scrivere, con il suo grande non sapersi confrontare, con il suo grande “IO”. Vergognati. Catone Domenico.

Comments are closed.

Top