PROCEDE L’INTERVENTO DEI MILITARI. BIONDI: “PER IL 31 GENNAIO LIBERI DAI RIFIUTI”

Il 7 e l’8 gennaio sono intervenuti mezzi e uomini dell’Esercito: il 21esimo Genio Guastatori, inquadrato nella Brigata Garibaldi di stanza a Caserta, ha rimosso cumuli d’immondizia, nella zona di via Crocillo e di via Masullo, dove un piazzale era diventato una discarica a cielo aperto.

Inizia il nuovo anno e la zona dei Campi Flegrei continua ad essere totalmente flagellata dai rifiuti. Tra le zone più colpite vi è sicuramente Quarto, dove a terra ci sono attualmente più di mille tonnellate di pattume; i comuni circostanti il capoluogo partenopeo sono occupati invece da circa sei-settemila tonnellate di rifiuti. Il 7 e l’8 gennaio sono intervenuti mezzi e uomini dell’Esercito: il 21esimo Genio Guastatori, inquadrato nella Brigata Garibaldi di stanza a Caserta, ha rimosso cumuli d’immondizia, nella zona di via Crocillo e di via Masullo, dove un piazzale era diventato una discarica a cielo aperto. Nel comune flegreo i membri dell’esercito stanno operando quotidianamente dall’inizio dell’anno: la task force è intervenuta con 6 “HD6”, camion ribaltabili capaci di contenere sei tonnellate di rifiuti ognuno. La spazzatura rimossa nella zona flegrea è stata scaricata nell’impianto Stir di Giugliano e gli interventi di rimozione sono stati accompagnati dall’intervento del nucleo disinfestori. Le operazioni dei militari sono coordinate dal generale Antonio Monaco, capo dell’unità operativa della Protezione Civile, che agisce sotto la protezione del generale Morelli, coordinatore delle unità stralcio e operativa della Protezione Civile.

Inoltre, l’assessore all’Ambiente del Comune di Quarto, Vincenzo Biondi, ha sottolineato che «il prossimo 31 gennaio, se il programma di rimozione dei rifiuti continuerà a procedere senza ostacoli e grazie all’intervento dei militari, anche l’intera provincia di Napoli sarà finalmente liberata dall’emergenza rifiuti». C’è solo da augurarselo.

Francesca Galasso

One Comment;

  1. Quartomondo said:

    …scusatemi la puntualizzazione, ma non è possibile tacere sul passaggio […] di via Masullo, dove un piazzale era diventato una discarica a cielo aperto[…]
    Che fesseria è mai questa? Che significa “era diventato”? Quel piazzale è sempre stato usato come discxarica e, negli ultimi DIECI ANNI non l’ho mai visto pulito e sgombero da rifiuti! Adesso la situazione è ancora più ridicola e vergognosa (in puro stile Quarto Flegreo), perchè di fronte alle montagne di monnezza, è sorto un parco giochi per bimbi! Nel forum del quartomondo, ci sono fotografie che ritraggono quel posto schifoso, sempre zozzo e pericoloso, nel corso dei lustri.

Comments are closed.

Top