OLTRE 1O MILA A MANIFESTARE CONTRO L’APERTURA DELLA DISCARICA IN VIA SPINELLI

Alle ore 14.00 di sabato pomeriggio, e’ partito dalla villa comunale di Quarto il corteo che ha visto partecipare oltre 10 mila persone tra  politici, associazioni, sindacati, cittadini comuni e tutti coloro che volevano manifestare la loro piena contrarietà alla realizzazione di una discarica a Quarto.Un grande successo,forse inaspettato, ma di sicuro espressione di un forte senso civico.

Ascoltiamo la cronaca della giornata, nel servizio realizzato per noi da Salvio Di Lorenzo, Dario Milazzo e Veronica Di Vita.

 

 

Di seguito lo speciale sulla giornata

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=msNdXjf_qcA&feature=related

Related posts

23 Comments

  1. Raffaella Iovine said:

    Ci siamo uniti in un grande abbraccio per dire un forte e deciso NO alla discarica a Quarto!
    Migliaia di cittadini al corteo! Un ringraziamento sentito a tutti, tutti e dico veramente tutti…ai cittadini, ai giovani, ai bambini, agli anziani, ai comitati provenienti da tutt’Italia, alle associazioni, al collettivo studentesco…hanno espresso la loro solidarietà e vicinanza al problema DISCARICA A QUARTO!!! Ringraziamo tutti i coloro che hanno partecipato al volantinaggio, ai presidi, alle riunioni, alla petizione. Abbiamo lavorato intensamente e i risultati ci sono stati: 10000 persone al corteo, 3000 firme per la petizione!!! tutto ciò grazie all’aiuto di tutti!! Ancora grazie grazie grazie..
    p.s. non abbassiamo la guardia….
    Il Presidio permanente cittadino è in via Spinelli nei pressi della masseria Spinelli (dietro al palco allestito per il corteo). Riunione tutti i giorni alle 19! Venite tutti!!

    Ricordiamo che siamo un comitato apartitico e apolitico di cittadini che si sono uniti spontaneamente.

    La politica, presente e non presente ieri, ci deve delle risposte certe e limpide.

    Restiamo uniti e fieri di averci ritrovato come popolo quartese!

    • tata61 said:

      prego leggere con attenzione il Mattino di oggi nella parte che riguarda Napoli, c’è un ampio articolo, peraltro anticipato già qualche giorno fa, sul piano per il recupero di Napoli: Mergellina, Pompei, zona est, Stadio San Paolo (quindi Fuorigrotta) e di conseguenza la zona Nord sversatoio di immondizia, percolato (come già avvenuto neigli anni passati) ora il piano è chiaro, stiamo attenti

  2. Quartomondo said:

    Si, è stata la manifestazione utile a Secone per le sue sceneggiate dal palco.
    In testa davanti al corteo, con faccia da martire ed abiti dimessi da lavoratore stanco.
    Menomale che in coda al corteo c’èera Secone figlio, ben più coerente e motivato!

  3. catonedomenico said:

    Egregio Quartomondo, giusta riflessione, devo aggiungere che a me è molto piaciuto il piccolino che ha parlato, non mi ricordo il nome amico del figlio del Sindaco, ha interloquito su argomanti da me molto condivisi soprattutto quando ha chiuso con, questi politici che si sono dati alle istanze dei pochi. Saluti Catone Domenico.

  4. Quartomondo said:

    E’ vero, ma era, a mio parere, troppo “passionale” e troppo “iper proletario incazzato carc izzato”, per poter essere ascoltato e capito… poi mi pare che fosse di Afragola e questo lo taglia furori dalla strapaesanissima ottica quartaiuola.

  5. catonedomenico said:

    Egregio Quartomondo, vedo che sei molto addentrato, comunque uno che viene da una grande esperienza politica come la mia, riesce subito a capire, solo che lei talvolta esprime giudizi frettolosi, e si chiude nel suo io, le cose belle sono quando si discute, e soprattutto quando uno fa una informazione corretta, io mi arrabbio quando su un sito vengono riportate riflessioni incomplete che riguardano la mia persona, dato che mi firmo. Mi voglio fermara qua per non scendere in inutili polemiche, pensi se è giusto quello che ha fatto e se fà vera informazione. Saluti Catone Domenico.

  6. lellods said:

    Mi sono scocciato, è assurdo che si continua a fare sciacallaggio gratuito contro questa amministrazione, e contro il sindaco. Vi droveste vergognare di speculare anche in un momento cosi tragico per il nostro territorio, poi al sig. catonedomenico voglio solo chiedere visto che egli era o lo è ancora il presidente del vecchio PIP ci spieghi perchè è stato bocciato e le colpe di chi sono (INCAPACE), quindi non sputare sentenze e non farti circuire da qualche squallido affarista che pultroppo sta seduto in cosiglio comunale nelle file dell’opposizione. Poi all’altro signore che si firma Quartomondo voglio dire secondo la sua coscenza il cancro di questa città sta in questa amministrazione oppure ci sono i soliti noti che vengono da lontano presempio ldalle vecchie amministrazioni che hanno deturpato il nostro territorio con scelte scellerate e con logiche direi è non mi sbaglio di male affare rimanendo il comune tra quelli più indebitati della campania? Allora Sig. Quartomondo mi risponda perchè le dico con molta onestà io penso che lei sia propio uno di quelli. Mi scuso con gli altri lettori ma quando è troppo è troppo è voglio aggiugere rivolgendomi alle persone normali e perbene di questo paese non li ascoltate sono solo dei falsi profeti che dietro alla facciata hanno solo il loro interesse

  7. Pierluigi Ravellino said:

    La bella manifestazione di ieri ha evidenziato come una comunità riesca a compattarsi contro un grande rischio comune. Mi permetto, tuttavia, di fare una considerazione:
    La dichiarazione ambientale dell’anno 2009 del comune di Quarto (cd 740 ecologico), ha evidenziato che la nostra città ha prodotto di 21.487.606 kg di rifiuti, di questi di 3.687.486 kg sono stati raccolti in modo differenziato, pari a una percentuale del 14,41%.
    Considerando i 39.120 abitanti, fatte le dovute proporzioni, solo il 17% degli abitanti partecipa alla raccolta differenziata. Per intenderci meglio, prendendo 100 cittadini che hanno partecipato alla manifestazione contro la discarica di ieri, solo 17 fanno la Raccolta Differenziata! Tuttavia tutti giustamente protestano contro la potenziale realizzazione della discarica.
    Il Comune di Quarto ha un sistema di raccolta differenziata dei propri rifiuti, quest’ultima potrà esser fatta bene, o male, sarà un sistema giusto o sbagliato, ma in ogni caso, noi cittadini abbiamo il dovere morale e civile di parteciparvi, senza alibi e senza scuse. Possiamo e dobbiamo criticare e contestare le inefficienze, i disservizi, il metodo chiedendo che cambi, che ci siano maggiori controlli, che venga fatta con maggiore efficacia ed efficienza, ma dal momento che la raccolta differenziata, anche con l’attuale sistema, quello che il comune in questo momento può permettersi, è l’unico sistema di gestione dei rifiuti che può consentirci di ridurre il quantitativo di rifiuti da destinare a discarica, il nostro dovere primo è aderirvi!
    Il mio invito è rivolto a quei “83 cittadini su 100” che non fanno la raccolta differenziata, a iniziare a farla, che possano svegliarsi domattina, guardarsi allo specchio e chiedersi cosa faccio concretamente per evitare che si realizzi la discarica sul mio territorio? Bisogna contribuire tutti affinché il sistema di raccolta differenziata possa decollare quantitativamente e qualitativamente.
    Riducendo il quantitativo di rifiuti indifferenziati, si riduce il fabbisogno di individuare continuamente “buchi” da adibire a discarica da qualunque altra parte questi debbano essere realizzati, perché, dei nostri rifiuti non differenziati, qualcuno se ne deve far carico.-Non possiamo permetterci ipocritamente, di non fare nulla per i nostri rifiuti, protestare giustamente perché non si realizzi una discarica nel nostro territorio e rischiare che poi siano altri cittadini di qualunque altro posto che si debbano assumere anche le nostre responsabilità.
    Cordiali saluti
    Pierluigi Ravellino

    • tata61 said:

      mi ricollego a ciò che ha scritto il dr. Ravellino e oltre a condividere pienamente ciò che ho letto aggiungo che è necessario un “patto” (per usare un termine molto di moda) con tutte le forze sociali, le istituzioni, i tutori dell’ordine, i sindacati, l’associazione commercianti di Quarto: la raccolta differenziata deve diventare un obbligo e noi dobbiamo pretendere il rispetto delle regole, quindi multare, senza possibilità di appello, chi transige sia costui il padre, madre, fratello, compariello o altro, dobbiamo pretendere che i commercianti, i supermercati, tutti senza distinzione sistemino i cartoni, le palstiche nel modo giusto, ci sono fruttivendoli che abbandonano gli scarti delle verdure (spesso in quantità consistenti) sui marciapiedi senza nemmeno metterli in un sacchetto e infine dobbiamo far sì che i sindacati si schierino con noi anzichè diferndere gli operatori (ecologici, della Quartomultiservizi, Vigili Urbani, etc) che non fanno il loro dovere, ma dobbiamo anche pretendere che la raccolta differenziata parta SUBITO, senza se e senza ma, è costosa, lo sappiamo, ma credo che se paghiamo tutti e vediamo i risultati è meno dura. non so voi, ma io provo tanta vergogna e tristezza nel vedere la ns bella cittadina che non ha nulla da invidiare a tante realtà del nord Italia, ridotta in questo stato e non poter fare nulla.

  8. Raffaella Iovine said:

    Domani ore 12 presentazione del progetto del Santuario Mariano al convento “Regina della pace”, in via Brindisi (traversa di via Spinelli). Vi aspetto numerosi per renderci conto del magnifico progetto da realizzare. Dico alcuni numeri: 500 posti a sedere, 1 campo di calcio regolamentare, 1 sala convegni, 1 casa famiglia, ecc. ecc. ecc.
    E vorrebbero fare una discarica a Quarto…..
    IL COMITATO ANTIDISCARICA A QUARTO

  9. spinellidoc said:

    FACCIO I MIEI COMPLIMENTI AGLI ORGANIZZATORI DELLA MANIFESTAZIONE, HAI COMITATI DI CHIAIANO, TAVERNA DEL RE, TERZIGNO, PIANURA, E A TUTTI QUELLI CHE C’ERANO…….. IN QUESTI GIORNI HO CAPITO COSA HANNO PROVATO, QUANDO QUALCUNO CHE NEMMENO CONOSCONO, HA DECISO PER LORO , CHE LA MIGLIORE SOLUZIONE ERA PIAZZARGLI LA DISCARICA SOTTO CASA!!!! – INFAMI!!!! – VOGLIONO SOLAMENTE TAPPARE UN ALTRO BUCO E POI???? IL PROBLEMA NON E’ MICA RISOLTO!?!? IL SINDACO HA POTUTO GODERE DI TUTTA LA SUA PUBBLICITA’……. MA GLI STRISCIONI ERANO I NOSTRI, I CORI ERANO I NOSTRI, IL CORTEO ERAVAMO NOI!!!! CONCLUDO DICENDO CHE SONO ORIGINARIO DI QUARTO, MA NON LO VIVO QUOTIDIANAMENTE. SENTIVO PARLARE DI DAVIDE SECONE E COMPAGNI SEMPRE E SOLO PERCHE FACINOROSI, IO VI FACCIO I MIEI COMPLIMENTI, AL CORTEO COME NEL CONSIGLIO COMUNALE AVETE FATTO UN INTERVENTO DEGNO E SERIO, CON DEI PRINCIPI E DEGLI OBBIETTIVI BEN CHIARI. CI VEDIAMO AL PRESIDIO.

  10. VinoVeritas said:

    Amiche ed Amici vorrei contribuire a quanto di buono è stato fatto e detto in merito alla cava in questione.

    Premessa, la parentesi politica alla manifestazione non da un valore aggiunto ma bensì toglie la spontanietà ad un avvenimento unico per il territorio in cui viviamo, poiche sempre pilotato e comandato dalle solite famiglie.
    La speranza della nuova primavera con il nostro sindaco e resa vana da un inverno rigido a vocazione imprenditoriale sinonimo di interesse personale.

    NOTIZIE UTILI AL TEMPO STESSO ALLARMANTI.

    La cava posta sottosequestro prima, era stata promessa alla diocesi di pozzuoli nel quale progetto della stessa vi era un bel centro polisportivo, veramente una cosa fantastica…….

    IL NOSTRO PRESIDENTE DELLA PROVINCIA HA DONATO 150MILA EURO ALLA DIOCESI DI POZZUOLI…..IN PARTICOLARE A QUALCHE PARROCCHIA DI QUARTO….

    PERCHE’ CI DOMANDIAMO, COME MAI? è SOLO UN BUON SAMARITANO?!

  11. Quartomondo said:

    Esattamente ‘invinoveritas’.
    Noi del QUARTOMONDO, abbiamo provato e ci proviamo tuttora, a separare gente meravigliosa come Raffaella Iovine, Franco Cangiano, Mimmo Tiseo, da certa “mazzamma” interessata, dai vecchi marpioni che cercano di riciclarsi in tutti i modi, cercando una ripulitura ed una nuova verginità, miscelandosi alle persone, ai cittadini… mi spiace dirlo, ma non è vero, come sentivo scioccamente gridare da un tizio armato di magafono, all’interno del corteo, che “dobbiamo essere uniti”!
    E’ vero il contrario. Lo slogan dovrebbe essere “dobbiamo essere puliti ed irreprensibili, candidi ed innocenti” e per far questo, non bisogna marciare con chi è causa della distruzione del paese,e d essere circondati da gente piena di INTERESSI DIRETTI nelle vicende di Quarto Flegreo.
    E’ vero che noi siamo i massimi supporter di Raffaella Iovine, ed è proprio per questo che la vorremmo ben protetta e circondata da persone amiche e perbene; solo da queste.
    Nemmeno noi del QUARTOMONDO crediamo ai buoni samaritani, e meno che mai a quelli che si muovono dalle nostre parti. Se la storia ci insegna qualcosa, allora dovremmo davvero capire bene che persone come Raffaella Iovine, devono essere tenute assolutamente separate da gente sospetta e ‘nota’.

  12. Quartomondo said:

    Via Spinelli. Di chi sono terreni e cave?
    on: January 31, 2011, 17:06
    Quote Modifica

    Nel mare di chiacchiere fin qui sentito, un dato importante pare essere stato tralasciato, forse involontariamente, forse no…
    Di chi sono i terreni e di chi sono le cave di Via Spinelli, dove si vorrebbe realizzare la famosa discarica di Quarto Flegreo?

    Penso che il comune e Sua Amarezza, il sindaco Secone, dovrebbero saperlo!
    Perchè non dirlo? Perchè c’è tale silenzio dietro tale informazione?

    Come mai non abbiamo ancora sentito il proprietario o i proprietari, lamentarsi per la situazione che dovrebbe riguardarli direttamente?

    Qualcuno ha la risposta?

  13. catonedomenico said:

    Mi è doveroso rispondere a lelloDS che con non ha il coraggio di firmarsi, per il PIP tra poco vedremo di chi sono le responsabilità, comunque vedo che non sei informato bene, il Consorzio PIP ha fatto tutto quello che era di sua competenza mettendo soldi e procurando anche un primo grosso finanziamento. Il tuo caro amico Sindaco con la sua amministrazione ed i suoi tecnici dovevono per convenzione fare 1 solo adempimento il visto di conformità della provincia di competenza del Comune di Quarto non del consorzio. Il tar ed il consiglio di stato hanno bocciato il PIP sul visto di conformita urbanistico di competenza del comune. Quindi come già ho spiegato a Cangiano nei precedenti post prima di ranccontare favole valutate bene quello che scrivete. Soprattutto quando le malefatte di questa amministrazone sono sotto gli occhi di tutti. E diciamo sempre no alla discarica. Saluti Catone Domenico

  14. Quartomondo said:

    Anche a me tocca rispondere alle idiozie di lellods che scrive malissimo e che, prutroppo per lui, capisce anche peggio. Io penso che la “politica” a Quarto Flegreo, semplicemente non esista. Credo che tutto sia governato da due sole forze; quella camorristica/affaristica e quella degli speculatori che sull’edilizia e sulla relativa speculazione sono diventati milionari.
    Penso che qui, a Quarto Flegreo, destra e sinistra siano solo due indicazioni di direzione e nulla di più. Salvando un paio di pesone, i politicari locali potrebbero anche evaporare ed il paese non ne ricaverebbe alcun danno… anzi! Seprando che lellods abbia capito di avere letteralmente “sbagliato palazzo”, lascio a lui, credente nella politica della sinistra o della destra, i miei saluti, e spero che Babbo Natale gli porti tanti bei doni.

  15. catonedomenico said:

    Sempre per lelloDS, nel 1993 quando la democrazia cristiana ha finito di esistere era rimasto un bilancio in equilibrio con circa 200.000 (vecchie lire) di avanzo (escluso i debiti fuori bilancio non prevedibili) avendo realizzato le scuole con la legge Falcetti, la villa comunale, lo stadio, progettato e finanziate le opere di viabilita di collegamenti importanti, oggi presenti sul territorio (galleria nei pressi di via Masullo e collegamento alla tangenziale). Dopo questo fatitico anno da cui facendo i conti sono prevalse le amministrazioni dei tuoi compagni di sinistra, non abbiamo avuto grandi opere, solo illuminazione stradale, qualche manutenzione e tappetini di asfalto adesso fatiscenti, però i debiti si sono super accumulati. Quindi valuta bene chi sono stati i responsabili. E speriamo che adesso il comune per non fare bancarotta non vende il proprio patrimonio comunale, pagato con i soldi dei contribuenti. Saluti Catone Domenico.

  16. ANALISTA said:

    Mi spiace ammetterlo, MA molti interventi degli amici internauti che si alternano di continuo e in modo sistematico a rintuzzare tutti i commenti a loro sgradevoli, sono a volte fuori tema , e le loro continue prese di posizioni sono fuorvianti e pretestuose.
    Mi piace invece l’intervento dell’ex assessore Rivellino.
    Ecco Lui centra il vero problema che oggi abbiamo noi a Quarto in Particolare ed in generale in quasi tuttta la provincia di Napoli.
    “LA MANCANZA DI SENSO CIVICO” .
    E’ sacrosante quanto egli afferma , non prò essere contestato da nessuno, perchè è sotto gli occhi di tutti il modo incivile in cui si comportano nei confronti dell’ambiente quei quasi 33.000 cittadini che sono inosservanti delle leggi locali e li vediamo poi sfilare accanto a noi.
    Essere cittadini educati, rispettosi del prossimo ed educare le nuove generazioni è anche questa una sfida civile che dobbiamo intraprendere noi tutti insieme, perchè deturpare, vandalizzare, buttare per le vie pubbliche qualsiasi rifiuto che ci pesa dentro le nostre proprietà sono penalmente perseguibili ed aggiungo anche moralmente ingombranti perchè come macigni che peseranno sulle nostre coscienze per aver contribuito ad aumentare quel tasso percentuale di malattie e tumori.
    Quindi manifestiamo insieme, facciamo cortei , ma dobbiamo ricordarci che il nostro impegno, il nostro ocntrollo, deve essere giornaliero e costante ed è questo l’unico modo di aiutare e controllare chi ci amministrata ma è anche l’unico modo per aiutare NOI STESSI.

  17. catonedomenico said:

    Caro analista hai ragione, esiste la mancanza del senso civico, e mi metto anche io. Però proprio conoscendo questo problema, le istituzioni le associazioni e tutti si devono impegnare concretamente. L’ esempio lo deve dare l’ ente comunale. Quando nel 2007 ho parlato nell’ amministrazione della raccolta del porta a porta, mi fu risposto che con i cassonetti sarebbe bastato, io mettevo al centro il senso civico e che la raccolta con i cassonetti non funziona. I risultati: la raccolta differenziata non ha funzionato, siamo stati sommersi dalla spazzatura, metà dei dipendenti della multiservizi a grattarsi per il non far nulla. Accumulo di debiti.
    Io posso solo dire un grazie a tutti i giovani ed alle associazioni vere, ai comitati spontanei. E no alla discarica. Saluti Catone Domenico.

  18. Raffaella Iovine said:

    Si raccolgono le fotocopie di cartelle cliniche di persone decedute o affette da patologie oncologiche o autoimmuni, per dimostrare che a Quarto (Monteruscello, Pozzuoli) il problema salute esiste ed è forte. Punti di raccolta: presidio di via Spinelli ore 19, presidio Ipercoop oppure inviare un’email per prendere un a…ppuntamento. Mi raccomando, la salute nella vita è tutto..vale più di ogni altra cosa.
    COMITATO ANTIDISCARICA A QUARTO

  19. Quartomondo said:

    Avete saputo del misterioso mancato intervento dei due politicari quartaiuoli?
    Sembrerebbe che, subito dopo la sceneggiata di Secone, avrebbero dovuto parlare due noti politicari del paese, ma che, per ragioni ignote, non hanno potuto farlo.
    Nel forum del Quarto Canale (area forum), ho postato il documento segreto, venuto in mie mani attraverso fonti confidenziali, con il testo da leggere alle diecimila persone presenti.

    • tata61 said:

      Caro quartomondo,
      non riesco a trovare il doc di cui scrivi nel forum, mi dai una mano?

Comments are closed.

Top