MASSIMO CARANDENTE GIARRUSSO, NUOVO SINDACO DI QUARTO

Come di certo saprete la città di Quarto ha un nuovo sindaco. Si tratta di Massimo Carandente Giarrusso, il candidato di centro destra che come da previsione è riuscito a conquistarsi la carica di primo cittadino al primo turno. Ma ascoltiamo la cronaca di questa tornata elettorale raccontataci dal nostro inviato Salvio Di Lorenzo.

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=EwIbwOLmx9s

2 Comments

  1. liberopensatore said:

    Salve a tutti, questo è il primo intervento che effettuo in questo form.
    Sono un cittadino di Quarto dal 1980, ho avuto fino ad ora poca possibilità di addentrarmi sulle problematiche politiche e socio-culturali della città.
    Ultimamente seguo le cose cittadine attraverso il sito di Quartocanale.
    Nel ritenere questo sistema estremamente libero dove chiunque può in forma anonima e/o palese esprimere le proprie opinioni. Sono rammaricato, leggere in alcuni casi improperi ed affermazioni che rasentano la diffamazione, ritengo invece che tale occasione deve dare spunti a vere e proprio discussioni costruttive, nel rispetto di qualsiasi posizione. Invito pertanto i tanti che si limitano solo a leggere di partecipare compatti a rappresentare le proprie idee.
    Vorrei aprire una riflessione sull’esito dell’ultima tornata elettorale tenutasi a Quarto per l’elezione del sindaco e relativi consiglieri. Si parla sempre più spesso solo dei meriti e/o demeriti del Sindaco in carica, mentre molto andrebbe detto sulle responsabilità degli assessori e dei consiglieri che formano il governo del paese.
    Tanto premesso, nel dichiarare la mia scelta di voto al Dott. Tiseo, non si può fare a meno di augurare al nuovo sindaco Massimo (così ha insistito voler essere riconosciuto) le migliori fortune e gli auguri più sinceri di una proficua consiliatura.
    Bisogna cominciare a pensare che chiunque chiamato a gestire le sorti di una cittadina come la nostra , deve concentrarsi a risolvere i problemi della stessa, non si può pensare che le future scelte potranno essere condizionate da filosofie di partito e/o interessi familiari. Se rinunciamo a pensare ed agire condizionati solo dal pensiero biblico “che la colpa dei padri ricadrà sui propri figli” oppure che “l’arte dei padri è mezza imparata” e pensare invece che è possibile operare bene per chiunque.
    Per tutti coloro che non si sentono rappresentati dall’attuale maggioranza possono sempre organizzare una leale attività di controllo della gestione della città e se il programma, presentato ai cittadini che li hanno votati, viene regolarmente messo in pratica. Perchè solo attraverso ciò sarà possibile in modo civile e costruttivo smascherare e documentare abusi e/o soprusi , azioni di prevaricazione, ecc..
    Con le informazioni di cui sopra sarà possibile contestare eventuali comportamenti non consoni alla gestione della vita della città, predisporre un progetto politico alternativo e se reale riconoscere pubblicamente i meriti per il lavoro svolto dalla maggioranza in carica, rimarcando eventuali possibili migliorie per il bene comune che solo attraverso un progetto e pensiero politico diverso si possono realizzare.
    Scusate la lungaggine ma non sempre è semplice esprimere il proprio pensiero.
    Salvea tutti
    liberopensatore

Comments are closed.

Top