“LA VIA DI SAN PAOLO”: DI CORSA DA POZZUOLI A ROMA

Un percorso di fede, cultura e sport sull’antica strada tra Pozzuoli e Roma: “La Via di San Paolo”. La manifestazione si terrà tra il 2 e il 3 giugno ed è organizzata in occasione dei 1950° anniversario (61 d. C.) dell’approdo a Pozzuoli di Paolo di Tarso. L’intenzione è quella di rivalutare il tratto antico di strada che da Pozzuoli, attraverso via Campana, conduceva a Capua e poi, immettendosi nella via Appia, portava sino a Roma. Le orme dell’Apostolo saranno seguite da  un gruppo di atleti dei gruppi sportivi della Campania e del Lazio, i quali porteranno a Roma, nella Basilica Papale di San Paolo Fuori le Mura, una teca benedetta dal vescovo di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella, contenente un passo delle Lettere di Paolo.

La manifestazione si articola in due giornate. Giovedì 2 giugno partirà, alle ore 7, la prova sportiva, non agonistica, dal Rione Terra di Pozzuoli e terminerà venerdì 3, alle ore 17, al Largo delle Sette Chiese a Roma. In questa piazza gli atleti incontreranno i fedeli che, partiti da Pozzuoli, li accompagneranno nel tratto di strada fino alla Basilica di San Paolo, dove è custodito il corpo di Paolo Tarso. Seguirà la celebrazione eucaristica, presieduta dal cardinale Francesco Monterisi arciprete della Basilica e dal vescovo di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella.

Presentata in questi giorni alle Terme Stufe di Nerone di Bacoli,  ha visto tra coloro che sono intervenuti: il vicario episcopale per la Carità della Diocesi di Pozzuoli don Fernando Carannante, il consigliere regionale Luciano Schifone, l’assessore allo sport del Comune di Aversa Romilda Balivo, il sindaco di Pozzuoli Agostino Magiulo, il rappresentante delle Terme Stufe di Nerone Pasquale Colutta e il giornalista Ciro Biondi. Presenti anche il maggiore Francesco Ospite, direttore sportivo dell’Accademia Aereonautica e il maresciallo Antonio Lamberti dalla Marina Militare di Napoli.

Francesca Galasso

Top