LA PREFETTURA NOMINA IL PREFETTO MARCELLO FULVI COMMISSARIO STRAORDINARIO AL COMUNE DI QUARTO. STAMANI ALLE ORE 12.00 INSEDIAMENTO UFFICIALE.

Il Prefetto di Napoli, Dottor Andrea De Martino, preso atto della sfiducia dei 17 consiglieri comunali di Quarto, ha nominato il Dottor Marcello Fulvi, commissario dell’ente di Via E. De Nicola fino a nuove elezioni che si terranno presumibilmente entro metà Maggio 2011.

Questa mattina il Prefetto di Napoli, Andrea De Martino, preso atto della comunicazione ufficiale relativa alle dimissioni presentate contestualmente il 4 febbraio scorso da 17 consiglieri sui 30 che compongono il Consiglio Comunale di Quarto, ha disposto per la sospensione del civico consesso e la nomina del prefetto in pensione, dottor Marcello Fulvi in qualità di Commissario prefettizio per la provvisoria gestione dell’Ente, ai sensi dell’art 141 del D.Lgvo267/2000. Tale norma prevede, infatti, la sospensione e lo scioglimento dell’Ente quando l’organo assembleare – si legge in una nota della Prefettura – si riduca di oltre la metà dei consiglieri assegnati ciò che rende impossibile assicurare il normale funzionamento dell’Ente. Il prefetto Fulvi ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali quali Direttore del Servizio Investigazioni Generali e del Servizio Antiterrorismo, ha diretto le Questure di Brindisi, Catania, Bologna e Roma dove ha curato numerosi eventi di rilevanza internazionale come le esequie di S.S. Giovanni Paolo II, Convegni della Fao, visita di Capi di Stato e di Governo, é stato poi Prefetto di Sassari dall’agosto 2008 al 31 gennaio 2011.

Veronica Di Vita

One Comment;

  1. viadefalco said:

    Ecco che ci ritroviamo privi di un’opposizione istituzionale alla discarica ed un bel poliziotto abbondantemente esperto per reprimere le future proteste popolari… PRESTO RAGGIUNTO LO SCOPO DELLA SFIDUCIA AL SINDACO…
    Ed ecco pronta la Iervolino a dare manforte si sostenitori delle discariche, una che ha fatto finta di avviare la differenziata ma complice di chi vuole discariche ed inceneritori. Questa la sua ultima uscita:
    “Si dice “stufa” di veder attribuire ogni responsabilita’ per l’emergenza alla citta’ di Napoli, rivendica di averlo ripetuto e messo per iscritto anche se “insolentita da qualche assessore regionale”. Il sindaco Rosa Russo Iervolino, a margine della conferenza euroafricana, ribadisce che sul fronte rifiuti “siamo in emergenza”. “Finora sono stata zitta in pubblico – dice – in privato no. Sono giorni e giorni che scrivo ai presidenti di regione e provincia e mando tutto al prefetto. L’avevo detto io, l’aveva detto l’assessore Giacomelli, tutti e due insolentiti da qualche assessore regionale. Finche’ non si rafforza il sistema, finche’ non si aprono altre discariche, siamo in emergenza”. Il sindaco di Napoli ribadisce che bisogna uscire dal nodo della provincializzazione dell’impiantistica, perche’ a Napoli si concentra il 53% della popolazione campana sull’8% del territorio. “Sono stufa di sentire dire che sono i rifiuti di Napoli a dover essere portati fuori. Noi abbiamo 1600 tonnellate a terra, la provincia 8000, e’ messa peggio di noi. Siamo nei guai tutti”. Da qui l’invito al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, a utilizzare il “comma 7 bis dell’articolo 1 della legge 1/2011 che gli da’ la possibilita’ in emergenza di aprire discariche”.
    Tratto da Affaritaliani…
    Siamo contenti?

Comments are closed.

Top