IL SEGGIO ELETTORALE CENTRALE PROCLAMA ELETTI I CONSIGLIERI COMUNALI.

Nessuna sorpresa dopo il controllo dei verbali da parte del seggio elettorale centrale. Confermati eletti tutti i consiglieri di cui sapevamo gia nomi e liste di appartenenza. Soltanto due le donne in seno al civico consesso, Margherita Perugini, si Sinistra Ecologia e Liberta e Francesca Salatiello per il Popolo della Libertà, che abbiamo intervistato come una delle più giovani componenti il consiglio comunale.Al termine di una breve cerimonia e con la partecipazione del presidente del seggio centrale, sono stati proclamati ufficialmente i 24 nuovi consiglieri comunali che andranno sedere tra i banchi di piazzale Europa. Il futuro parlamentino locale sarà così composto: eletti tra le fila del Popolo delle Libertà Andrea Micillo, Luigi Esposito detto Caivanese, Giovanni Caridi, Antonio Carandente Perreca detto Perreca, Francesca Salatiello, Leonardo Apa e Armando Chiaro. L’Udc avrà come consiglieri Carlo Giaccio, Michele Di Falco, Vitale Fariello e Giovanni De Vivo detto Giovannone. I verdi avranno come rappresentanti Giovanni Amirante e Giuseppe Martusciello, mentre per Noi Sud ci saranno Vincenzo Biondi e Castrese Cerlino. Per Campania Idea mediterranea ci sarà Francesco Carandente detto Ciccillo.  Per quanto riguarda l’opposizione, il Partito Democratico potrà contare su Antonio Granato, Antonio Goliuso, Antonio Sabino e Gennaro Principe. Margherita Perugini siederà tra i banchi di Sinistra Ecologia e Libertà, mentre Umberto Madonna (dato già tra le fila del Pd) rappresenterà la lista civica Per una Quarto Migliore. A questi, poi, ci sono da aggiungere i candidati sindaco non eletti tali, come Sauro Secone e Mimmo Tiseo. Nella prima seduta del consiglio comunale dovrebbe essere eletto anche il presidente del civico consesso, inizialmente con una maggioranza di due terzi dei consiglieri e, successivamente, con almeno la metà. Non sembra esserci ancora nessuna accordo tra i partiti della maggioranza di centrodestra sul nome del presidente del consiglio comunale, poltrona ambita da più parti e che ha fatto fino ad ora scatenare non poche polemiche. Anche se, come si vocifera da più parti il nome più accreditato resta quello di Michele Di Falco, frutto peraltro anche di un accordo pre-elettorale fra il partito di Casini ed il partito del Popolo della Libertà.Tra chi risulta consigliere comunale ufficialmente anche Armando Chiaro, in carcere da oltre 50 giorni e accusato di essere un prestanome del clan Polverino. Il suo arresto arrivò nel bel mezzo della campagna elettorale. Nonostante il suo status da detenuto, però, l’esponente del Pdl ha ottenuto l’ultimo posto disponibile nella sua lista per entrare in consiglio comunale, con 385 preferenze. Un “caso” probabilmente senza precedenti quello di Chiaro su cui il Tribunale del Riesame si è già espresso in maniera contraria riguardo all’istanza di scarcerazione presentata dai suoi legali. Un seggio vuoto, dunque. Dovrebbe presentarsi così l’aula consiliare alla sua prima convocazione, fino a quando la prefettura non deciderà in merito.

Veronica Di Vita

httpv://www.youtube.com/watch?v=V23Kyc3qmOU

11 Comments

  1. edf52 said:

    Direttore Milazzo perchè non crea una sezione spettacolo e comicità? si potrebbe per esempio intervistare l’on. CICCILLO o PERRECA e come botta finale l’on. FARIELLO. che ne pensa?

  2. sibilla cumana said:

    CHE AVVOCATO? QUESTA NON NE VINCE UNA DI CAUSE, SENZA AURICOLARE è BEN POCA COSA.

  3. Quartomondo said:

    E domandare alla signorina se si sentisse avvantaggiata, rispetto ad altri e soprattutto rispetto ad altre, per l’accaparramento del posto? Essere la figlia dell’ex sindaco, gentile signorina, le ha creato difficoltà?
    Perché non ricordare A TUTTI che la signorina è, innanzitutto, la figlia dell’ex sindaco Salatiello?
    Di una sconosciuta senza curriculum, l’unico tema di cui discutere è la famiglia; suo padre…
    Ma Milazzo è Milazzo e Quarto Canale è sempre fedele, fedelissima ai politicari vecchi ed ai loro figli e nipoti!

  4. pocho said:

    Ancora nn la conoscete, e già dite è la figlia di questo ecc… SIETE SEMPRE I SOLITI, VEDIAMOLA PRIMA ALL’OPERA , e poi giudichiamo…. Invece no, siete invidiosi, maligni, e tant altro….

  5. Quartomondo said:

    No Pocho, è proprio che la tizia è SOLO ED UNICAMENTE la fiiglia di Salatiuello e in quanto tale ha una corisia preferenziale che altre candidate o potenziali candidate non hanno nemmeno pensato di poter percorrere. La tizia sarà anche consigliere comunale, ma avrà sempre l’etichetta attaccata addosso, con scritto sopra: “sono la figlia dell’ex sindaco Salatiuello.”

  6. pocho said:

    Scusa allora i figli o le figlie di ex consiglieri, o sindaci, nn devono far politica??? ma ke discorsi sono,,,. Poi bisogna apprezzare che una donna, abbia avuto il coraggio di mettere la faccia….

  7. Quartomondo said:

    E’ evidente che fingi di non capire, ma io ho tanta voglia di stare sul tema e molta pazienza.
    Tutti possono ambire a ricoprire dei ruoli e delle cariche, ma se sei la figlia dell’ ex sindaco Salatiello, ed hai una pista preferenziale, tale da farti essere candidata e poi eletta, capirai anche tu, che si tratta di una gara impari per TUTTE LE ALTRE o gli ALTRI CANDIDATI. Dovresti chiederti, se fossi in buona fede, come mai viene eletta proprio LA FIGLIA DELL’ex sindaco Salatiello, e si rifiutano decine di candidati con un curriculum migliore? Quando ci sono questi legami parentgali tanto forti, buongusto ed opportunità vorrebbero che si evitassero le chiacchiere, i dubbi, i pettegolezzi…ma qui siamo a Quarto Flegreo, dove la “politica” è solo un affare di famiglia/e e dove gli zii si scambiano il posto con i nipoti e viceversa…figuriamoci in caso di rapporto padre/figlia! 🙂

    Circa la sciocchezza finale che scrivi, circa l’essere donna ed avere coraggio, credo che non meriti nemmeno molte righe, visto che non ci vuole affatto coraggio (ma solo faccia tosta) ad essere la candidata del padre, nel partito del padre, nel paese del padre…

  8. quartaginese said:

    Chiedo scusa all’amico Quartomondo (ma non a pocho che é sfacciatamente di parte). Nulla osta che una signorina possa candidarsi, ancorché figlia di ex sindaco aduso a candidare amici e parenti. Va bene anche che una famiglia (intesa in senso lato) voglia sedere in seno al CC. Quello che non va e stride enormemente, é il balletto che viene a crearsi. Papà, poi l’amichetto, poi la figlioletta. Ma questi virgulti sono senza un briciolo di esperienza né attività limitrofe, puzzano ancora di aule d’università. Ergo, assumendo per vera la locuzione latino – napoletana, che il pesce puzza dalla testa, allora:

    Bossi : trota = Salatiello : sardella

  9. pocho said:

    QUARTOMONDO SEI SEMPRE IL SOLITO……E’ INUTILE PARLARE CN TE….SEI UN LUOGO COMUNE…

  10. Il Federalista said:

    Cari amici, che grande pena mi fanno queste sterili discussioni, …..figlio di ……nipote di …….fratello di ……… è una donna………
    Ma che discorsi sono? ma siete veramente fuori da ogni cognizione della politica, a me hanno insegnato a nn parlare di cose che nn conosco o, che meglio ancora nn capisco. In questo forum si dicono sciocchezze che offendono l’inteligenza e la cultura dei +.
    In politica conta una sola cosa: i numeri.
    Poi stà in chi amministra dimostrare che si hanno le capacità, e vero anche che chi nn dimostra di averle dovrebbe fare bene a lasciare stare e dare ad altri l’opportunita di dimostrare le proprie qualità.
    I problemi sono altri è più importanti e speriamo che il neo sindaco cerchi quantomeno di ridurli, Sindaco nn mettere di nuovo la municipalizzata nelle mani di chi ha contribuito nei passati anni a mandarla sull’astrico
    Ma questo è utopismo, perchè nessuno lascia il potere quando ne dispone e la politica nazionale ne è un chiaro esempio.
    P.S. per gli amici del figlio di…cugino di ….etc etc etc., qualche esempio puramente indicativo:
    La iervolino aveva sia il padre che la madre deputati nel periodo neo repubblicano, la moglie di Bassolino e tuttora deputato, la moglie di fassino e tuttora deputato, scusate nn faccio esempi del centro destra perchè al momento nn mi vengono, per usare un francesismo :”‘U pesc fet ‘ra Cap”.
    The Federalist

  11. quartaginese said:

    @Analista

    Fa bene lei a non parlare di cose che non sa e che non conosce, le fa onore. Non le fa onore, invece, sentenziare che altri parlano di cose che non conoscono. A mio modesto avviso lei parla di una cosa che a Quarto non esiste: la politica. Sono quasi 20 anni che al comune siedono sempre le stesse persone che rappresentano interessi personali. Altresì vero é che a vote si fanno rappresentare, per mera opportunità, da parenti ed amici e questo é innegabile. Nessuno toglie stima a nessuno ma, per onestà intellettuale, disconosca il carosello familiare al comune di Quarto.
    P.S.
    La moglie di Fassino era deputata 7 anni prima di conoscerlo
    La moglie di Bassolino era deputata quando lui non lo era
    Il padre della Iervolino si ritirò dalla politica 11 prima che Rosetta fosse eletta

    Cordiali saluti

Comments are closed.

Top