“COMITATO PER 4 SI” PROMOTORE DEL DIBATTITO PUBBLICO ” VOTARE I REFERENDUM: DIRITTO E DOVERE CIVICO”.

A Quarto il prossimo referendum (12 e 13 giugno) ha mobilitato associazioni, partiti ed organizzazioni sindacali, costituitisi nel “COMITATO PER “4 Sì”. Il comitato si è fatto promotore di un convegno che avrà come moderatore l’ingegnere Antonio RUSSO, presidente dell’Associazione ” Per Quarto” e come relatori il signor Tommaso SORRENTINO, operaio ARIN, l’ingegnere Salvatore CARPENTIERI e l’avvocato Giuseppe DI COSTANZO.  Interverrà il Sindaco di Quarto Massimo Carandente Giarrusso. Saranno trattati i tre temi del Referendum con le motivazioni ad esprimere i 4 Sì.

Seguirà un pubblico dibattito, ove i Cittadini potranno porre domande e critiche se sostenitori di una scelta diversa. Nel comunicato stampa rilasciato dal comitato si legge:

“Al di là di opinioni differenti, conta il superamento del quorum che è di portare al voto almeno 25milioni di cittadini, altrimenti non ci sarà alcuna abrogazione delle Leggi già proposte. Il primo Referendum, in Italia, è avvenuto nel 1946 per decidere se Repubblica o Monarchia sarebbe stata la forma di governo nel Paese, ma fù anche la prima volta che alle donne Italiane venne riconosciuto il “diritto al voto. Il Referendum è la più alta forma di espressione della volontà dei cittadini e recarsi “al mare” o restarsene “a casa”, come alternativa, è il più stupido consiglio che possa essere dato ad un “Popolo libero” !”

Sempre a Quarto, domenica  5 giugno alle ore 18.00, è stato organizzato un “aperitivo referendario”, presso la parrocchia “Divin Maestro”, durante il quale è stato proiettato il film “Acqua Bene Comune”. Un maniera per avvicinare tanti cittadini che ancora non sono a conoscenza del referendum.

Francesca Galasso

Top