CINQUE TONNELLATE DI COZZE SEQUESTRATE NEL GOLFO PUTEOLANO

L’estate appena terminata è stata caratterizzata da un massiccio sequestro di allevamenti di cozze, l’ultimo dei quali risale a giovedì scorso, 13 ottobre,quando la capitaneria di porto di Pozzuoli, congiuntamente al Nucleo navale dei carabinieri di Napoli e al reparto sub del secondo nucleo guardia costiera di Napoli, ha portato a termine un’operazione denominata “Mitile Selvaggio”. 

L’operazione che mira a cancellare il fenomeno della coltivazione abusiva di mitili (cozze nere) nel golfo puteolano ha portato questa volta ad un sequestro di quasi cinquemila chilogrammi. La coltivazione abusiva individuata nel litorale tra via Napoli e Pozzuoli, contava un centinaio di filari di cozze, mantenuti con tecniche non a norma, e privi di ogni tipo controllo sanitario. Il materiale, è stato quindi trasportato in alto mare è distrutto. Sono inoltre previsti una serie di controlli su tutto il litorale, per porre fine a una pratica malsana e pericolosa.

Top