CAPASSO (IDV): “SILVIO CENERI UNICO RAPPRESENTANTE DEL PARTITO SUL TERRITORIO”. EX CONSIGLIERE P. DI CRISCIO NON RAPPRESENTA PIU’ IL PARTITO DI DIPIETRO A QUARTO.

Il segretario provinciale dell’Italia dei Valori, attraverso un comunicato stampa, esautora di fatto l’ex consigliere Pasquale Di Criscio a rappresentare il movimento politico di Di Pietro a Quarto.

“Italia dei Valori e’ un partito serio, stabilmente collocato nel centrosinistra, e che ad ogni livello di rappresentanza e’ coerente con le proprie posizioni politiche nazionali. Dialoga costantemente con i partiti della coalizione, in particolare con Pd e Sel per realizzare un governo alternativo al centrodestra”.
Ad affermarlo, e’ l’avv. Elpidio Capasso (Idv), segretario provinciale di Napoli di Italia dei Valori nell’annunciare che il partito sul territorio di Quarto (Na) e’ rappresentato da Silvio Ceneri, in qualita’ di commissario cittadino, che “lavorera’ con tutte le forze del centrosinistra locale per migliorare sempre di piu’ l’azione politica ed amministrativa della coalizione che sosteniamo e di cui facciamo parte a pieno titolo”.
“Idv -conclude l’avv. Capasso- si dissocia da chi ha assunto posizioni divergenti da tali deliberati e che non rappresenta il partito a nessun titolo”.
Evidentemente ai vertici provinciali del partito non è piaciuta affatto la decisione del consigliere comunale quartese di accumunare il partito, affiggendo il simbolo insieme a quello del Pdl, in occasione della sfiducia all’ex sindaco Sauro Secone. Pertanto chi ha fatto questo non può più rappresentare il partito a Quarto, affermazioni che in buona sostanza mettono fuori dal partito  il Di Criscio.

7 Comments

  1. Il Federalista said:

    Ma bravo, chi sa se qualcuno gli ha spiegato che il PD ha sbattuto a calci il consigliere Di Criscio, dopo averlo fatto vincere le elezioni del 2007.Forse è stata vissuta come lesa maestà la cacciata di sua Amarezza.

  2. Clown said:

    Di Criscio? Vediamo chi è questo Carneade.
    Di Criscio Pasquale, persona a modo ma da quel che in giro si dice non sembra abbia brillato molto nella sua attività politica in questi anni e soprattutto non sembra aver fatto vincere il PD nel 2007. Da una veloce verifica negli annali, nel 2007 risulta far parte del partito dell’on Di Pietro, dove si afferma portando un contributo personale al partito di ben 150 voti più o meno su un totale di 700 circa. Certo un poco meno dei 4000 voti di differenza tra Apa e Secone, ma diciamo che sono stati quelli che hanno fatto vincere: scusate ma non riesco a trattenermi dal ridere!
    In cambio di questo importante contributo gli è stato permesso di indicare come assessore prima l’amico Cappiello (poi divenuto suo nemico), poi lo zio Michele, poi ancora il cognato Sergio e si dice che volesse sostituire quest’ultimo con il proprio venerando papà quando qualcuno pensò di cacciarlo dal PD dove intanto era approdato. Subito un repentino ritorno alle origini, giusto in tempo per partecipare alla cacciata di Sua Amarezza. Dimenticavo che si dice in giro che nelle elezioni regionali, quando militava nel PD, abbia contribuito all’elezione di un suo parente, di cui non sono riuscito a sapere il nome, ma che, cosa stranissima, era candidato nelle liste del PDL (con la L finale per essere precisi).

  3. Quartomondo said:

    La direzione degli eventi, per essere consiferata buona a tutti gli effetti, dovrebbe vedere tutta sta gente che da lustrie decenni ammorba ed uccide Quarto Flegreo, buttata fuori da ogni possibilità di rappresentanza. Se questo tizio e gli altri soliti noti, saranno finalmente buttati via dai partiti, allora sarà un giorno di festa per Quarto Flegreo.

  4. il comunista said:

    Come al solito, caro quartomondo, sono pienamente daccordo con te. Voglio soltanto aggiungere che per non vederli più in consiglio comunale bisogna fare un appello a quei cittadi ni un pò deboli che si fanno facilmente convincere vedendo una schifosissima banconota da 50 euro.
    LA DIGNITA’ CARI MIEI NON HA PREZZO.

  5. Quartomondo said:

    Una parte di povera gente, certo, ma anche una corposissima quota di familiari e parenti strutturalmente coalizzati ed organizzati. Non si spiegherebbero diversamente certi “brillanti risultati elettorali”, ottenuti da candidati semi analfabeti, incapaci ed improduttivi, che ci costano l’ira di Dio. Non si spiegherebbe come mai certa gente è lì da tempo immemorabile…
    Speriamo che l’idea che c’è dietro l’anagrafe degli eletti, di cui questo portale non ha mai parlato (quasi con la stessa “attenzione” con la quale si tacciono le notizie delle perquisizioni e dei sequestri di documenti, operati da Carabinieri e Guardia di Finanza negli uffici comunali), possa aiutarci a selezionare una “classe politica” migliore, più adegfuata e capace e più trasparente.

  6. Argonauta said:

    Credo che si dovrebbe sfruttare meglio l’opportunità che ci da quiarto canale,attraverso questo servizio che ci permette di esternalizzare le nostre idee.
    sono convinto che il contributo di ognuno può servire a meglio comprendere l’attuale situazione politica che riguarda tutti noi,però credo che parlando sempre in modo spregiativo dell’attuale classe politica,si fa confusione e si tende a far credere chje siamo tutti uguali.Non credo.Sarebbe tragico non poter salvare nessuno,e gettare continuamente fango su alcuni personaggi,da sua Amarezza a Mister Mozzarella non credo giovi a nessuno.Sono consapevole che i nomi dei probabili candidati che circolano in questi giorni possano essere discutibili,però gradirei sentire qualche proposta,e non i soliti insulti.Esiste o no la capacità di formulare ipotesi alternative,o siamo tutti rassegnati?

  7. Quartomondo said:

    Se togli la camorra, unica istituzione in grado di pianificare e di avere obiettivi chiari, il resto è rassegnazione, che vedi anche dall’elevatissima percentuale di persone che NON VOTANO.
    Se poi vuoi ciondalarti e confortarti nell’avere una poszione morbidamente piacione, rassicurantemente e politicamente corretta, allora continua a dire, per i prossimi 50 anni, che non bisogna rassegnarsi, che bisogna proporre eccetera…chiaramente mentre lo farai ed avrai la sensazione di essere nel giusto, altre due generazioni di Longobardi, di beneduce, di Nuvoletta, di Polverino, comanderanno la vita tua, dei tuoi figli e dei tuoi nipoti.

Comments are closed.

Top