AUMENTO ACCISA BOLLETTA ENEL, SINDACO GIARRUSSO:”MISURA NECESSARIA PER COMPENSARE COSTI DELLO SMALTIMENTO RIFIUTI”

A seguito delle numerosissime lamentele da parte della cittadinanza, il sindaco di Quarto Massimo Carandente Giarrusso ha ritenuto opportuno dare dei chiarimenti. Il primo cittadino sottolinea che si tratta di una misura adottata anche da altri comuni campani resasi necessaria per compensare i costi dello smaltimento dei rifiuti. Nel comunicato si precisa inoltre chedel suddetto 200%, la metà era obbligatoria e già prevista, in quanto il Comune di Quarto aveva contratto un debito di circa 2,5 milioni di euro con il Commissariato Emergenza Rifiuti per gli anni 2005-2006-2007, da saldare in quattro anni mediante trattenuta dei trasferimenti erariali di circa 600mila euro annui.  Essendo stati aboliti i trasferimenti erariali ai comuni nell’esercizio finanziario 2011, il Comune di Quarto è stato obbligato a deliberare tale aumento sulle accise per l’energia elettrica. L’altra metà, seppur facoltativa, si è resa necessaria per compensare i costi della Tarsu, più alti rispetto all’anno precedente per l’attuazione del piano di raccolta differenziata porta a porta. Il Sindaco vuole altresì precisare che tale aumento è un una tantum, che sarà possibile rateizzare, nei casi previsti dall’Autorità per l’energia ed il gas, l’importo della bolletta dell’energia elettrica rivolgendosi al proprio gestore.

2 Comments

  1. infocepe said:

    Ribadisco il mio pensiero: vergogna sindaco, almeno poteva avere l’accortenza di avvisare i cittadini di questa manovra prevista da chissá quanto tempo e poi a scoppio ritardato parla di rateizzazione… E il fatto che anche altri comuni lo abbiano fatto non é una giustifica. Smaltimento dei rifiuti… Ma di cosa stiamo parlando che fino a poco tempo fa eravamo sommersi dalla spazzatura??? Vergognaaaaaaaa!

  2. ANALISTA said:

    Ma veramente credete che i cittadini si bevano quest’ultima favola che tutti i paesi della provincia hanno aumentato le tasse sull’accise della immondizia^ Cioè oggi nell’era della rete globale ove le notizie sono in relazione continua, questi politicari ci vogliono propinare l’ennesimo ” mal comune mezzo gauduio” . Solo il comune di giugliano. per adesso si è allineato , ma questo comune ha discariche, ecoballe sul proprio territorio, noi invece solo immondizia per strada, e il nostro sindaco ci chiede altri sacrifici, Badate bene dopo avreci ulteriormente tassati sulla TARSU. Ma quante volte dobbiamo pagare per la vs inefficienza? Se non siete in grado di gestire la cosa pubblica e ripeto PUBBLICA, andate a casa,e cercate di non didturbare più con le vs fandonie di volere il bene del paese, VOI volete solo il bene dei vs sporchi affari di famiglia e basta!

Comments are closed.

Top