ASSOCIAZIONE per QUARTO PRONTA A D ASSUMERSI RESPONSABILITA’ IN VISTA DELLA COMPETIZIONE ELETTORALE PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE.

“Viviamo situazioni che non permettono in questo momento di demandare ai soli partiti politici l’azione riformatrice del modo di fare politica sul territorio e di gestire l’amministrazione comunale. E’ necessario che la società civile assuma fino in fondo le proprie responsabilità, coinvolgendo tutta la cittadinanza, nell’elaborazione e nel portare avanti un progetto condiviso”.

L’Associazione “perQuarto”, visto il confronto, avviato all’interno della locale sezione del PD, sui temi inerenti la campagna elettorale per l’elezione del nuovo Consiglio Comunale di Quarto, rende nota all’intera cittadinanza, alle associazioni presenti sul territorio e a tutti i partiti che si riconoscono nel centro sinistra, la propria posizione in merito all’attuale situazione politica. E’ apprezzata la scelta di avviare, nei propri partiti, una serena e proficua discussione interna sulla recente esperienza amministrativa, per poter affrontare la prossima competizione elettorale con un progetto politico condiviso. Per questo motivo, pur rimanendo gli obiettivi principali dell’Associazione di tipo culturale e sociale, gli iscritti ed  i rappresentanti non possono in un momento particolarmente difficile per la città di Quarto, legato alle note vicende politiche-amministrative degli ultimi tempi, tirarsi indietro e fare da semplici spettatori. L’associazione vide la sua nascita scandita da una affermazione “Insieme e oltre i partiti politici”, che oggi suona ancora più vera. Viviamo situazioni che non permettono in questo momento di demandare ai soli partiti politici l’azione riformatrice del modo di fare politica sul territorio e di gestire l’amministrazione comunale. E’ necessario che la società civile assuma fino in fondo le proprie responsabilità, coinvolgendo tutta la cittadinanza, nell’elaborazione e nel portare avanti un progetto condiviso.                                                                                                                                              L’Associazione “perQuarto” è pronta ad assumersi le proprie responsabilità fino in fondo, certa di aver al proprio interno le competenze necessarie, provenienti da diversi ceti sociali, per                                                                                            1)    contribuire alla realizzazione di un programma condiviso                                                                                                                   2)    favorire la formazione di una coalizione coesa e valida nell’ambito del centro-sinistra                                                        3)    assumere direttamente, qualora fosse condiviso da tutti, responsabilità ancora più alte.                                                      Si invitano pertanto i partiti politici di centrosinistra a superare al più presto i loro interni confronti, al fine di aprire la discussione tra tutti i soggetti interessati, per avviare un vero ed armonico sviluppo della città di Quarto, che ormai attende da troppi anni.


8 Comments

  1. ERBAVVELENATA said:

    …” insieme ed oltre i partiti politici”… benissimo, allora iniziamo a pretendere, da TUTTI i partiti politici, che le liste dei propri candidati siano accompagnate da CERTIFICATO CASELLARIO GIUDIZIALE e CARICHI PENDENTI. Ci vuole un attimo a procurarseli, Tribunale di Napoli, diritti d’urgenza, con pochi euro vengono prodotti all’istante e li mettono in calce alle loro facce se vogliono un minimo di fiducia. Iniziamo noi cittadini finalmente a cambiare le cose. Per tutti quelli che leggono: passate questa richiesta a tutti, amici, parenti, quelli che incrociamo per strada. Stabiliamo noi le regole.
    P.S.
    Non sono un politico e non ho velleità politiche, faccio tutt’altre cose nella vita, ma giusto per conoscenza, su i miei certificati al centro stà scritto: RISULTA N U L L A.

    • QUARTOANCHIO said:

      Erbaavvelenata devi cambiare il nomigliolo perchè le cose che tu chiedi non sono per niente velenose anzi normali e giuste visto i tanti casini in giro; anche a te chiedo di esserci non possiamo ne dobbiamo restar fuori da un chiaro cambiamento,e( penso che sia chiaro per te e per me e per chi legge) non significa entrare in gioco,ma partecipare con entusiasmo e esperienza da donare agli altri in particolar modo ai nostri giovani.

  2. marisa said:

    Finalmente una voce che dà risalto alla cittadinanza, a quello che vuole, a quello che spera. Mi auguro di vedere affissa, nei luoghi a tanto deputati, una lista di persone perbene che hanno a cuore uno sviluppo sostenibile della nostra città, lontano dal mattone selvaggio e vicino ai veri bisogni della gente. Bene, in bocca al lupo!

    • QUARTOANCHIO said:

      Egregia Signora Marisa mi congratulo con lei è sempre pronta ad ogni occasione di rinnovamento e vsempre con molto equilibrio, in un momento cosi importate per Quarto sarebbe bello conoscerla ed averla sempre cosi viva e presente insieme a chi vuole con tutte le sue forze un vero e chiaro cambiamento.

  3. i.sa21 said:

    Negare l’esistenza tra criminalita’ e politica e’ un’ imperdonabile ingenuita’.
    Puo’ essere impedito ai politici di rendersi complici dei malavitosi , estromettendoli dalla gestione delle cose pubbliche.
    L’Italia dei valori ha richiesto da tempo l’ approvazione della legge anticorruzione .Hanno presentato una normativa sulla incompatibilita’ e ineleggibilita’ delle persone che abbiano condanne per reati rilevanti nel ricoprire incarichi politici, non solo in parlamento ma anche negli ENTI PUBBLICI locali.
    Chiaro non servono solo le leggi ma educare la gente a non abbassare la testa, a non aver paura di chiedere chiarezza, ricordare all’ elettore di pretendere una mentalita’ legale anche da parte dei politici , da chi ci governa.
    Ci vuole un’ attivita’ di contrasto contro ogni forma di corruzione e illegalita’ .

  4. marisa said:

    Per quarto anch’io:
    Non si preoccupi, sono presente e, spero, un po’, ma solo un po’, artefice di quel cambiamento auspicato.

  5. ERBAVVELENATA said:

    Carissimo Quartoanchio, il mio nomignolo ( ehm…ma una volta non si chiamava nick??!!) è l’estrema sintesi delle terre in cui viviamo: avvelenate.
    Se creava qualche equivoco, posso garantire che le uniche erbe che fumo sono ahimè quelle del tabacco delle mie sigarette.
    Sai bene che per la battaglia contro la discarica ho deciso, come si dice in gergo, di metterci la faccia. Abbiamo raccolto migliaia di firme assieme, abbiamo coinvolto la gente, parlato, tutti hanno risposto con tanta partecipazione; bisogna andare tra la persone, spiegare, perchè cercare di far cambiare le cose solo attraverso un pc serve a ben poco. Anche in Africa si sono organizzati via rete, ma poi quando è stato il momento tutti sono scesi in piazza per manifestare.
    Guarda qui: saremo in tutto una ventina di persone a scriverci: con questo sistema possiamo cambiare qualcosa? Allora pensaci bene, facciamo un manifestino e distribuiamolo, vogliamo un paese pulito in tutti i sensi, le liste di tutti i partiti oltre al programma devono avere in allegato certificati giudiziali di tutti i componenti in lista. Io non voto per quella che non abbia questa trasparenza.
    Vogliamo veramente cambiare? Dipende solo da noi.

  6. Quartomondo said:

    Decuplicare le forze dell’Arma dei Carabinieri, aprire seri dossier sulla camorra di Marano di Napoli e sul controllo TOTALIZZANTE che esercita su Quarto Flegreo. Questo è, a mio parere, il primo ed essenziale passo, per avviare un processo di normlaizzazione di questo fetentissimo paese.

Comments are closed.

Top