“IL CONSIGLIO DEI MINISTRI HA APPROVATO UN DECRETO CHE REGISTRI LA RACCOLTA DI DATI SANITARI, TRA CUI QUELLO SUI TUMORI E SULLE MALATTIE ONCOLOGICHE”.

Il Comitato antidiscarica di Quarto vuole segnalare a tutti i Cittadini che hanno firmato la petizione per dire NO alla discarica e Sì al registro tumori, che possono essere ulteriormente soddisfatti per il risultato insieme raggiunto.

Il Comitato antidiscarica di Quarto vuole segnalare a tutti i Cittadini che hanno firmato la petizione per dire NO alla discarica e Sì al registro tumori, che possono essere ulteriormente soddisfatti per il risultato insieme raggiunto. Nell’articolo del 29 marzo 2011 pubblicato da un giornale locale, si riporta la notizia “Il Consiglio dei Ministri ha istituito ufficialmente la scorsa settimana attraverso l’approvazione di un decreto “omnibus” i registri per la raccolta di dati sanitari, tra cui quello sui tumori e sulle malattie oncologiche” lo ha detto Stefano Ferretti, segretario nazionale dell’Airtum (Associazione Italiana dei Registri Tumori). Tra l’altro, una iniziativa legislativa è in atto anche in Campania, dove presso la Quinta Commissione Sanità e Sicurezza sociale della Regione Campania, è in esame infatti una “proposta di legge per l’Istituzione del nuovo registro dei tumori della popolazione residente nei Comuni della regione Campania, in cui la comunicazione dei dati è resa obbligatoria e non più discrezionale”. Le 12000 firme raccolte, inviate al Presidente della Repubblica, al Ministro della Salute, all’OMS, alla Commissione Europea, al Presidente della Regione Campania, al Presidente della Provincia di Napoli hanno finalmente portato ad un’importante risultato: la costituzione del registro tumori, che rappresenta uno strumento di monitoraggio costante delle malattie; e dunque di studio per la prevenzione di esse.  Ci dispiace solamente che le precedenti amministrazioni comunali pur avendo nel consiglio comunale parecchi medici non abbiano profuso un sufficiente impegno per quest’importante obiettivo e ci auguriamo che le prossime amministrazioni comunali possano apportare un impegno maggiore per le problematiche relative alla salute dei Cittadini.

La portavoce, Raffaella Iovine.

Top