SINDACO SECONE INCONTRA I CITTADINI:” LE MIE DIMISSIONI RESTANO ANCORA IN PIEDI”

Mercoledi pomeriggio si e’ tenuto nell’ aula consiliare un incontro voluto dal primo cittadino con i cittadini dopo aver annunciato di voler rassegnare le proprie dimissioni. Numerosi i quartesi che hanno preso parte all’incontro durante il quale il Sindaco ha spiegato le ragioni che hanno portato a tale decisione.


6 Comments

  1. Quartomondo said:

    Comincia la fase in cui prepara il ritiro delle dimissioni?
    Ma non aveva detto di essere una persona seria e perbene?

  2. ANALISTA said:

    Ieri sera , come altri centinaia di cittadini, ho partecipato all’assemblea che si è tenuta nell’emiciclo del l’aula del Consiglio Comunale.
    Il Sindaco Secone , ha chiamato i cittadini affinchè questi udissero di persona ,le motivazioni che hanno fatto scaturito il Suo proposito di dimssioni da Sindaco.
    Sinceramente non sono stato affatto soddisfatto, non tanto per il contenuto dell’esposto , ma per la cornice e le conclusioni a cui si è giunto.
    Prima di addentrarmi nella mia analisi, voglio premettere che il sentore che questa crisi sia avvenuta al d fuori delle segreterie politiche, si è materializzato in pieno e quindi il dibattito è stato sfilaccioso e molto coperto.
    Dicevo delusione. Ebbene la passerella di politici e psudo politici nonchè raccogliere la stampella del parroco cittadino mi è sembrata un’intrusione in quel rapporto diretto che doveva avvenire tra il sindaco ed i suoi cittadini, e quindi è stata lita a mio parere una situazione che mi ha dato una certa insofferenza.
    Per il contenuto della Kermesse , ho capito che attualmente ci sono progetti di lavori, ammodernamenti e migliorie varie per rendere la nostra cittadina più funzionale ed accettabile e che tale operosità viene di volta in volta ostacolata dai consiglieri di centro-destra( e questo era scontato) ma anche da consiglieri della magggioranza i quali per dovere e mandato dovrebbero sostenere fino in fondo il loro impegno a favore di un programma elettorale , ma questo non succede e quindi resta a noi elettori giudicare poi in futuro le azioni di DeVivo, Prencipe, Lista, e alcuni consiglieri ex R.C.
    Mi aspettavo da parte del Sindaco un’azione più incisiva nel portare allo scoperto tali signori ” franchi” ma questo non è stato neanche sfiorato , anzi si sono lodate le doti del Giovin ” Giovannino”) chissà poi quando le avrà espresse e manifestate), per cui alla fine sono rimasto perplesso.
    Sig. Sindavo e ALLORA? Cosa facciamo?
    Ma vuole capire che ai cittadini delle beghe interne ai partiti poco importa’
    I cittadini vogliono RISULTATI non nelle grandi opere( quelle sono importantissime, evvero!) ma nel piccolo quotidiano la città soffre dell’inefficienza del funzionamento della macchina pubblica. L’emergenza rifiuti non può essere sempre presa a pretesto per nascondere una inefficienza nell’essere molto più operativi e presenti nell’azione di spazzamento, cura aree verdi, raccolta differenziata, controllo del territorio, viabilità, vivibilià, controllo costante da parte dei preposti a tale attività, rapporti con il pubblico dell pubblica amministrazione e quant’altro che non sto a dirlo altrimenti la lista sarebbe molto lunga, questo spiace dirlo , ma Lei Signor Sindaco è persona onesta e capace a mio avviso però dovrebbe sferzare di più coloro che sono ai vertici di questi servizi , in poche parole essere più deciso a controllare e sanzionare adeguatamente.
    Della riunione di ieri sera , voglio inoltre concludere che la maggior parte dei cittadini è uscita molto sconfortata perchè non ha avuto alcuna testimonianza di chiarezza, e questo sinceramente noi ci aspettavamo ben altro..

  3. Quartomondo said:

    Il racconto,, letto qui negli spazi commenti, di un altro utente, unito a quello sopra riportato, non fa che confermare la cornice di “sceneggiata” nella quale Secone si muove da consumato attore…alla Pino Morris, per intenderci.
    Un mare di chiacchiere, il racconto di gente che lo ostacola, la sua passione per Quarto Flegreo (ma poi abita a Pozzuoli), la colpa che è sempre di altri e mai sua…la famosa “amarezza” di Secone che, altrove viene definitito “Sua Amarezza”, proprio per questo costante incipit alle sue dichiarazioni teatrali.
    La verità è che questo sindaco ha fallito in ogni progetto ed in ogni idea portata a conoscenza del pubblico. Quarto Flegreo, è nota SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per la monnezza. Vi pare normale, dunque, che proprio qui si cambino assessori all’ambiente in continuazione? Quarto Flegreo è sempre sporca, non solo adesso…anche quando altri comuni sono finalmente puliti, Quarto Flegreo resta, costantemente, il solito cesso lercio! Di chi la colpa se non sua? E vogliamo parlare della manutenzione ordinaria che non esiste? Vogliamo ricordare che siamo una collettività numerosa con un oceano di automobili e siamo…SENZA SEMAFORI da 15 anni? Comincio ad essere in accordo con le persone che hanno un’opinione forte ed estrema rispetto a Secone (in senso negativo), ma a tale giudizio, io aggiungo i guasti di un contesto CORROTTO e DEGRADATO al livello politico, palesatosi negli anni, nella giunta sciolta per infiltrazioni camorristiche, per l’invio di commissari, per le azioni del Tribunale nei vari casi di VOTO DI SCAMBIO, per il quale Quarto Flegreo è talora suyi giornali e nelle azioni dei nostri bravi Carabinieri.
    La grande LEGA AMBIENTE, nel suo documento specifico su Quarto Flegreo, fece una descrizione analitica STUPENDA e PERFETTA, parlando di complicità ed omissioni, di dolo e colpe gravi dei politicari locali…e su tutto, la camorra che domina.

  4. quartogiovane said:

    Buongiorno,
    ieri sera alla “Festa” del Sign. Sindaco c’ero,
    convinto che quell’invito pubblico servisse a delucidare noi cittadini sulle dimissioni presentate,
    Ma proprio NOOOO,
    Dopo la “cerimonia” di apertura (descritta molto bene da Analista), ecco il Sindaco prendere la parola, non so cosa mi aspettasi, ma di sicuro dire deluso e poco….
    Caro Sign. Sindaco, colgo l’occasione offertami da quartocanaleweb , (molto più democratico del suo staff), per porle alcune riflessioni su tutte le FAVOLE che ieri Lei è riuscito a raccontare, e
    come suo solito quando c’è da assumersi delle responsabilità , e sempre molto bravo a sfuggire, ma sopratutto a confondere le acque,e quando poi si sente messo alle strette, ecco puntare il dito e scaricare su gli altri.
    Proprio no , Lei e stato molto bravo a descrivere ciò che e nella sua fantasia , facendolo passare quasi per cose reali:
    1) Ha raccontato della difficoltà che sta avendo nell’amministrare Quarto,
    e quasi quasi dare la colpa all’opposizione, vorrei ricordarLe che l’opposizione fa semplicemente il suo lavoro,quello che non fa di certo la maggioranza. Vorrei invitarla a riflettere e cercare il marcio in casa propria, visto che strada facendo la sua maggioranza perdeva consiglieri,e di fatto costringendola a fare il patto anche col diavolo!!!!!
    2) ha sbandierato che la sua amministrazione già nella precedente emergenza rifiuti,ebbe il coraggio
    di intraprendere (anche senza fondi, ma anche questo e una normalità per Lei), la raccolta differenziata, attrezzando la città di appositi cassonetti, su questo devo dare atto, però ho da farle una piccola postilla, si è vero che furono messi i cassonetti su tutto il territorio ma cosa che di sicuro le sarà nuova, il camion che raccoglievano i vari cassonetti della differenziati era unico , e quindi di fatto fare la differenziata era solo una perdita di tempo per i cittadini.
    3) Ha dichiarato che sono in arrivo dei fondi per la video sorveglianza della città, mi scusi allora i cartelli che sono posti in piazza Santa Maria, “Zona Video Sorvegliata” sono l’ennesima Farsa?
    4) ha concluso il Suo intervento dichiarando che finalmente la regione campania ha capito l’importanza delle farmacie comunali ( le ricordo velocemente che l’abolizione delle stesse fu voluta fortemente dal ex governatore BASSOLINO)ricordando anche i disagi avuti nella cittadina quartese quando ci fù lo sciopero delle farmacie , ed i quartesi erano obbligati ad andare a fare la fila alla farmacia di monteruscello ,riscuotendo così anche degli applausi.
    Caro Sign. Sindaco perche non ha spiegato anche il perchè le due farmacie comunali che dovevano essere aperte sul nostro territorio di punto in bianco non si sa più nulla? DOVE SONO FINITE LE FARMACIE COMUNALI?
    Durante la lettura della Sua “letterina” più volte ha dichiarato che per fare le cose bisogna essere sereni, La Serenità la porta la lealtà e la trasparenza !!!!!!!!

  5. frescobaldo said:

    Cari amici ieri sera c’èro anchio , sono d’accordo in parte con l’analista, non sono rimasto per niente sodisfatto di come si e conclusa la serata? l’elenco delal massaia lo conoscevamo gia, i problemi che viviamo tutti i giorni pure, il sindaco si dimette e dice che alcuni consiglieri della sua maggioranza invecie di pensare ai problemi veri pensano a altro ( presidente del consiglio ) io capisco cosi , allora ci dica perche ieri sera non a detto publicamente , ai suoi consiglieri cari signori il cosa volete fare o fate come dico io oppure tutti a casa ? parlava che non si possono perdere nemmeno un giorno per i problemi che ci sono , e lei ne perde 20 ? racconta molte bugie , sull opere che lei a fatto , poi e stato sburgiardato dall’ex sindaco salatiello, poi voleva parlare del diametro del tubo dellal fogna, e lei pensa che questo e compito suo , non crede che spetti ai tecnici , poi si lamenta che la definiscono tuttologo? a noi ieri sera interessava capire la verità , e lei nonc’è la detta, a detto tantissime bugie, ci spieghi perche si e dimesso veramente,se vuole la aiuto io , lei a firmato molte cambiali in campagna elettorale adesso si sta accorgendo che no puo onorare tale impegno , e sta cercado di scaricare la responsabilità suoi consiglieri , tirando a pretesto l’elezione del presidente del consiglio , caro sindaco a noi del presidente del consiglio importa poco , e se lei crede nella legalità dovrebbe ringraziare questi consiglieri che in modo molto ingenuo si stanno caricando di una responsabilità che non gli spetta garantendo a lei un azione amministrativa con la massima trasparezza , visto che sarebbe un presidente eletto da tutti se lei e d’accordo , forse il punto e questo dove lei non e d’accordo , non se po fa, ieri sera o saputo fuori al bar che lei a chiamato i suoi consiglieri di maggioranza a raccolta , e invece di chiedere la fiducia sull’azione amministrativa a chiesto ai traditori di fare un paso indietro , e lei pensa che questa sia una politica credibile che vada nella direzione degli interessi delal città,la smetta di fare l’ipocrità e decida al piu presto , o ritiri le dimissioni , oppure dica chiaro e tondo me ne vado , non sia bugiardo con se stesso e con la città che le a dato l’opportunita di essere il sindaco. ci faccia sapere.

  6. Mastinoquartese said:

    Non sono mai stato un grande estimatore (ma nemmeno detrattore a prescindere) del Sindaco Sauro Secone, anche se dal secondo Ciraci ad oggi, è stato il meno peggio. Leggo sugli organi d’informazione che oggi si è dimesso e le sue motivazioni hanno il sapore di un rigurgito di onestà intellettuale. A parte le promesse mancate (alcune delle quali fisiologiche in quanto elettorali ed altre in quanto il momento socio-politico-economico è stato di grande ostacolo in un comune già disastrato) il sindaco ha mantenuto un tenore alto della politica, checché ne dicano le risorte Cassandre. In un governo ballerino dove è vero tutto ed il contrario di tutto e dove politici di destra si nascondo dietro sigle improbabili e sponsorizzano assessori di destra, è chiaro che l’argine, suo malgrado, debba cedere. Costruirne altro uguale significherebbe candidarlo all’insuccesso, anzi muore prima di nascere. Anche il Sindaco Secone, però, sembra piegarsi alle becere logiche di potere. Ieri sera c’erano alcuni esponenti del PD, pensavo che fossero intervenuti per mettere alla porta De Vivo ed i suoi associati… macché neanche a parlarne. Addirittura il Sindaco tesse sperticate lodi al Giuda di Turno, ancora sbavante per l’appoggio avuto dall’incorporea opposizione (ma ogni uomo ha un prezzo, ed il suo è la poltrona di Presidente e, ancora una volta, il prezzo lo pagheremo noi cittadini di Quarto Flegreo). Un’opposizione che si fregia di nomi come Apa, Chiaro, Contini, Friscia etc. è incorporea, eterea, capace di blaterare solo nei bar quartesi e di tacere o dileguarsi nei pubblici dibattiti. Una sinistra seria, una sinistra cosciente ed onesta non può annoverare tra le sue fila elementi di dubbia onestà, elementi che fanno delle mance il loro pane quotidiano. Al signor Sindaco chiedo di essere coerente con se stesso. Non accetti compromessi o finte tregue di quanti, attaccati alle loro corpose prebende, verrebbero a Canossa. Se ne ha la forza e le capacità, si ripresenti con una squadra di persone pulite e serie, con un programma fatto di pochi punti ma essenziali (l’orto per gli anziani è una pochade, lo lasci stare). Non imbarchi transfughi o improvvisate comete chissà come risplendente d’improvvisa luce. Renda sicure le strade, dedichi un pensiero ai giovani (quei giovani tanto invocati dallo yuppie Iannicelli e che ieri sera erano pressoché assenti), ma che sia foriero di nuove aspettative che non siano mere speranze; incoraggi iniziative che rendano gli anziani orgogliosi del loro stato. In buona sostanza sia il sindaco dei cittadini e non degli elettori. Cosa farà il nostro Sindaco, cederà al richiamo delle Sirene o, emulo dell’eroe omerico, si legherà all’albero della sua sbandierata onestà? Credo che il Sindaco sappia che le Sirene attirano verso gli scogli con effetti deleteri e devastanti. Un ultimo appello lo rivolgo agli uomini che si professano di sinistra. Abbiate un sussulto d’onestà, non avallate giochini ed intrallazzi vari che si rifletteranno sulla gente che vi ha dato fiducia; facciamo in modo di lasciare a casa i vecchi tromboni, quei professionisti della politica che tanto nocumento arrecano ai popoli; per una volta, per una volta solo abbiate uno scatto d’orgoglio e lavorate per il benessere del paese. Smettetela di parlare di popolo, cittadini e quartesi solo a vostro uso e consumo. Popolo, cittadini e quartesi non vi chiedono di arricchirvi e/o fare politica, questa è una mistificazione, vi chiedono un paese migliore, più vivibile, pulito, che non sia sprone di emigrazioni né che sia adibito a dormitorio pubblico né, tantomeno, che sia terra di conquista di famiglie eccellenti e bande di criminali, cosa nota a tutti fuorché ai politici o pseudo tali di Quarto (come, giustamente, affermano alcuni frequentatori di questo sito).
    Sindaco Secone dimostri ai suoi cittadini, ai suoi elettori, ai suoi detrattori ed ai suoi ricattatori, che Lei è veramente una persona seria e perbene (cosa che fino a questo momento non è dubitabile). Sia irremovibile, anzi, ci faccia un regalo di Natale: ci comunichi l’irrevocabilità della sua determinazione. Allora, e solo allora, avrà dato un chiaro segnale d’inversione al suo elettorato.

Comments are closed.

Top