RAPINA A TRE STUDENTI: DUE ARRESTATI DI CUI UNO MINORENNE

Raccolti indizi di colpevolezza in ordine a una rapina in concorso, i carabinieri della tenenza di Quarto hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto un sedicenne e un ventenne del luogo, entrambi tossicodipendenti.

Raccolti indizi di colpevolezza in ordine a una rapina in concorso, i carabinieri della tenenza di Quarto hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto un sedicenne e un ventenne del luogo, entrambi tossicodipendenti. Nei giorni due ragazzi con volto coperto, avevano avvicinato tre studenti diciottenni del luogo, minacciandoli con una pistola, che successivamente è risultata a salve, e si erano fatti consegnare i cellulari. Subito giunti sul posto e acquisita una minuziosa descrizione delle fattezze fisiche e degli indumenti dei due rapinatori, i carabinieri hanno intrapreso le loro ricerche, rintracciandoli e bloccandoli alle 2.00 nella zona 219. Sottoposti a perquisizione personale, i due giovani sono stati trovati in possesso di una pistola scenica priva di tappo rosso, dei tre telefonini delle vittime e di 2,5 grammi di marijuana. I cellulari sono stati restituiti, l’arma e la quantità di droga sottoposte a sequestro. Dopo le formalità di rito, il minore è stato associato al centro di prima accoglienza di Napoli, in Viale Colli Aminei, e il ventenne è stato condotto nella casa circondariale di Poggioreale.

Francesca Galasso

3 Comments

  1. Quartomondo said:

    E’ successo due giorni fa. Fortunatamente i nostri bravi Carabinieri li hanno beccati dalle parti delle case popolari. Speriamo che si riesca a tenerli dentro almeno qualche settimana (ma poco ci credo).

  2. quartaginese said:

    Possibile mai che questo sito porta sempre ritardo? Per esmpio ieri hanno sequestrato chi dice 600 chi mille chili tra pesci e frutti di mare a una pescheria al corso Italia. Ma non dicono il nome, solo le inziali G P . Se invece dite il nome, uno non ci va e non s’intossica e queste merdacce andranno con le pezze al c…

  3. marisa said:

    ci andrei cauta con il sequestro del pesce e dei frutti di mare. Ero presente, e devo dire, mi è sembrata proprio una “spedizione punitiva”, si sono mossi personaggi di calibro! Ma poi, scusate, la lotta alla contraffazione, all’evasione e quant’altro, non va fatta solo su un commerciante. Gli altri, sono tutti in regola?

Comments are closed.

Top