ANCORA CUMULI PER LE STRADE: A QUARTO STAZIONANO 700 TONNELLATE DI RIFIUTI

Non mostra nessun miglioramento la situazione di emergenza rifiuti nella cittadina quartese. Sono aumentate a 700 le tonnellate di spazzatura presenti sul territorio, cumuli enormi che invadono tratti interi di marciapiedi, costringendo i passanti ad improvvisarsi slalomisti.Come in tutte le condizioni di allarme, le zone colpite in maggior misura sono quelle periferiche: fra tutte via Giorgio De Falco, via Seitolla, via Don Morosini e il Rione 219. Vere e proprie discariche a cielo aperto, che rendono le condizioni igienico-ambientali ai limiti del sostenibile e vicine al collasso.La Quarto Multiservizi spa è riuscita, tra venerdì 29 e domenica 31 ottobre, a sversare solo un camion carico di rifiuti, prelevati per le strade maggiormente esposte all’affluenza pubblica dei cittadini: scuole, uffici pubblici e ferrovie.Ad aggravare la situazione, poi, sono state le piogge battenti degli ultimi giorni, che hanno reso lo spettacolo a dir poco inguardabile: maleodoranti sacchetti si sono uniti, difatti, a fango e immondizia.Si spera in un miglioramento nei prossimi giorni, ma difficilmente sarà possibile. E la storia si ripete. Tutti i quartesi, d’altronde, non possono non richiamare alla memoria il periodo dicembre/gennaio 2008, in cui l’emergenza rifiuti vide profilarsi roghi, blocchi e proteste in tutta Napoli e provincia.


Francesca Galasso

Top